Cultura e SocietàNews

È morto il fumettista Alan Grant

La morte è stata annunciata il 21 luglio su Facebook da sua moglie Susan

Alan Grant, l’influente scrittore famoso per le sue lunghe corse su Batman, Detective Comics e Judge Dredd, è morto all’età di 73 anni. La sua morte è stata annunciata il 21 luglio su Facebook da sua moglie, Susan, e poi si è diffusa rapidamente sui social media. Sebbene non sia stata fornita alcuna causa di morte, secondo quanto riferito, Grant era malato “da tempo”.

La carriera di Alan Grant

Era una presenza imponente nei fumetti e una forza della natura nella vita”, ha scritto l’artista e scrittore Liam Sharp su Twitter. “I cambiamenti nelle circostanze significavano che non lo vedevo da troppo tempo e avevo intenzione di rimediare”. Alan Grant, che lo Scottish Book Trust definì “una protagonista dei fumetti scozzesi e un grande ambasciatore per loro”, iniziò la sua carriera come editore alla fine degli anni ’60, lavorando prima per l’editore scozzese DC Thomson e, poi, per IPC con sede a Londra Riviste. Dal 1978 al 1980, è stato editore di 2000 AD e ha scritto Future Shocks di Tharg, Judge Dredd, Stronium Dog, Robo-Hunter e Blackhawk. Grant ha anche introdotto il suo alter ego dei fumetti, Aaln-1, l’assistente robotico di Tharg il Potente.

Alan Grant faceva parte della cosiddetta British Invasion of American Comics negli anni ’80 che portò con sé creatori come Alan Moore, Neil Gaiman, Garth Ennis, Dave Gibbons e Grant Morrison. Ha fatto il suo debutto in DC Comics nel 1987 con la miniserie distopica Outcasts, che, nonostante non abbia avuto successo, ha portato alla sua famosa corsa in Detective Comics, che è iniziata l’anno successivo.

Con l’artista Norm Breyfogle, il suo frequente collaboratore di Batman, Grant ha creato famosi ladri come Anarky e il ventriloquo (con il co-sceneggiatore John Wagner). Il lungo tour di Grant a Gotham City includeva anche una serie di 24 numeri su Batman, una serie di crossover Batman/Judge Dredd e 82 numeri sbalorditivi di Batman: L’ombra del pipistrello, in cui lui e Breyfogle presentavano i cattivi Victor Zsasz, Amygala e Geremia Arkham. Ha anche collaborato di nuovo con Breyfogle negli ultimi anni ’90 per un paio di miniserie di Anarky.

Alan Grant alla DC

Alla DC, Alan Grant è stato associato all’antieroe Lobo, creato nel 1983 da Keith Giffen e Roger Slifer. Grant ha caratterizzato il cacciatore di taglie intergalattico in L.E.G.I.O.N., uno spin-off di Legion of Super-Heroes, e ha collaborato con Giffen e l’artista Simon Bisley nella prima miniserie di Lobo. Ciò è stato seguito da più miniserie e speciali – 64 numeri in tutto – tutti scritti, o co-scritti, da lui.

Sebbene sia più strettamente associato alla DC Comics e al 2000 d.C., Grant ha prodotto lavori per l’etichetta Marvel’s Epic Comics, BOOM! Studios e una manciata di altri. Ha anche creato The Bogie Man, con Wagner e l’artista Robin Smith.

Source
cbr

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button