Cultura e SocietàNews

Game of Thrones torna in teatro

L'obiettivo prefissato per lo show è il 2023. La produzione punta ad arrivare nei teatri più prestigiosi

Il mondo fantastico de “Il Trono di Spade” (Game of Thrones) di George R.R. Martin punta al teatro per raccontare qualcosa in più delle sue storie. THR ha riferito che i produttori Simon Painter e Tim Lawson (The Illusionists) stanno lavorando a una produzione teatrale di tipo drammatico in collaborazione con Kilburn Live, con una storia di Martin, il pluripremiato drammaturgo Duncan MacMillan (1984) e l’acclamato regista Dominic Cooke. L’obiettivo è arrivare nel 2023 con la produzione che guarda a New York City, al West End di Londra e all’Australia come luoghi di debutto. HBO non è coinvolta nel progetto, ma ha la possibilità di investire in un secondo momento, con Painter, Lawson, Vince Gerardis e Jonathan Sanford come produttori esecutivi.

Il tutto sarà ambientato durante il The Great Tourney at Harrenhal

La serie ancora senza titolo sarà ambientata durante il The Great Tourney at Harrenhal, un evento che ha avuto luogo solo 16 anni prima dell’inizio della serie HBO. Sulla base della seguente descrizione ufficiale, sembra che alcuni personaggi familiari potrebbero essere sotto i riflettori: “Lo spettacolo per la prima volta porterà il pubblico più in profondità dietro le quinte di un evento storico che in precedenza era avvolto nel mistero. Con molti dei più iconici e personaggi ben noti della serie, la produzione vanterà una storia incentrata sull’amore, la vendetta, la follia e i pericoli di trattare la profezia, rivelando segreti e bugie che sono stati solo accennati fino ad ora”, è stato svelato in anteprima.

George R.R. Martin parla del progetto

“I semi della guerra sono spesso piantati in tempi di pace”, ha detto George R.R. Martin in una dichiarazione. “Pochi a Westeros sapevano che la carneficina sarebbe avvenuta quando nobili e popolani si riunirono ad Harrenhal per vedere i migliori cavalieri del regno competere in un grande torneo, durante l’Anno della Falsa Primavera. È un torneo spesso menzionato durante Game of Thrones della HBO, e nei miei romanzi, A Song of Ice & Fire … e ora, finalmente, possiamo raccontare l’intera storia … sul palco”, ha raccontato.

George R.R. Martin ha quindi continuato: “È stato creato un team straordinario per raccontare la storia, a partire dai produttori Simon Painter, Tim Lawson e Jonathan Sanford. La loro conoscenza e il loro amore per il mio mondo e i personaggi mi hanno impressionato sin dall’inizio, e i loro piani per questa produzione mi ha lasciato senza fiato dalla prima volta che ci siamo incontrati. Dominic Cooke, il nostro regista, è un ex direttore artistico del Royal Court Theatre di Londra, che ha portato in televisione i drammi di Shakespeare sulla Guerra delle Rose, e il nostro drammaturgo, Duncan Macmillan, ha già ha adattato George Orwell e Henrik Ibsen, tra gli altri.

Per poi concludere: “Lavorare con loro (prima della pandemia, quando potevamo davvero stare insieme) è stato un piacere e non vedo l’ora che la nostra collaborazione riprenda. Il nostro sogno è portare Westeros a Broadway, nel West End, in Australia … e alla fine, in un palcoscenico vicino a te … Dovrebbe essere spettacolare”.

Source
https://bleedingcool.com/tv/game-of-thrones-play-in-development-from-george-r-r-martin-story/

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button