News

Sonic Forces: la dura vita della resistenza

Non è sempre stata rose e fiori la vita del porcospino blu nel mondo a tre dimensioni, con produzioni che tutt'ora facciamo fatica a dimenticare (Sonic Boom), e altre che hanno riportato la mascotte SEGA ad avere titoli degni di nota (Sonic Adventure, Colours o Lost World). Dopo il recente capitolo 2D, Sonic Mania, riuscito a riscuotere un notevole successo tra il pubblico, il Sonic Team ha provato a riportare il porcospino in auge nel mondo 3D, stuzzicando il pubblico prima del lancio, con video riguardanti la colonna sonora o fumetti digitali che introducevano alla storia. L'hype creato intorno all'ultima fatica della mascotte di Sega è molto, vediamo se è riuscito a far breccia nei nostri cuori.
La storia avrà inizio con il nostro eroe blu intento a sventare l'ultimo piano messo in piedi dal Dr. Eggman, stavolta deciso più che mai a conquistare il mondo intero, grazie all'aiuto di vecchi nemici e una nuova potente minaccia: Infinite. Sonic subirà una pesante sconfitta, verrà catturato e fatto prigioniero dalla sua nemesi, costretto ad assistere al compimento dell'ultimo piano messo in piedi da Eggman. In assenza di Sonic i suoi compagni formeranno un'armata chiamata "La Resistenza", decisa a fronteggiare l'esercito del malvagio scienziato. Qui entriamo in gioco noi, la nuova recluta, l'avatar che creeremo per cambiare le sorti di questa battaglia ormai in una situazione disperata. Prima di essere presentati alla squadra, ci verrà chiesto di creare il nostro personaggio, scegliendo tra le specie presenti, per citarne alcune: gatto, orso, porcospino, lupo; ognuna dotata di un'abilità esclusiva, come attirare oggetti verso di se, eseguire un doppio salto o estendere l'invulnerabilità una volta subiti dei danni. 
Nel corso dell'avventura principale, dalla durata di circa sei ore, i personaggi che useremo nelle varie fasi saranno: la nuova recluta, classic e modern Sonic. In base al personaggio usato, il gameplay cambierà più o meno in maniera considerevole, usando classic Sonic, affronteremo livelli esclusivamente in 2D, ricalcando uno stile di gioco classico, semplice e immediato. Usando il nostro avatar, si avrà più libertà d'approccio nelle varie fasi in base all'arma Wispon equipaggiata. Ognuna sarà dotata di un attacco diverso e abilità attivabili con un tasto al raccoglimento del wisp, ad esempio si potranno compiere più salti di fila o attraversare file di ring a grande velocità. Utilizzando modern Sonic invece, affronteremo livelli più adrenalinici dove il nostro unico obbiettivo sarà raggiungere nel minor tempo possibile la fine del livello. Durante i vari livelli di Sonic moderno e l'eroe da noi creato, si alterneranno fasi in due o tre dimensioni condite da diversi quick time event epici, che renderanno il tutto ancora più memorabile. 
Durante il corso dell'avventura potremmo cambiare aspetto al nostro avatar, con nuovi costumi o Wispon più potenti, grazie alle ricompense date in abbondanza una volta finito le missioni principali, secondarie o SOS. Queste ultime ci faranno ripercorrere livelli già completati, ma senza mostrarci l'obbiettivo da raggiungere, dunque il più delle volte incrocerete le dita sperando di aver soddisfatto le "condizioni".
I vari scenari mozzafiato e la fantastica colona sonora che il titolo propone riescono a coinvolgere il giocatore grazie al loro perfetto abbinamento, dandoci una piena sensazione di velocità e adrenalina, con il frame rate che non accenna minimamente a scendere, anche nelle fasi più caotiche, rimanendo fisso a 60, rendendo il tutto ancora più efficace. Sarebbe tutto accettabile se il titolo proponesse livelli più ispirati e boss fight migliori, nello stile a cui il Sonic Team ci aveva già abituato in passato. Il titolo risulta troppo semplice, specie per chi è abituato alla difficoltà media dei Sonic più classici, inoltre la precisione dei comandi è da rivedere, dato che spesso alcune parti diventano frustranti proprio per la scarsa cura data a essi, in particolare i salti dovrebbero essere resi più precisi specie nelle fasi in cui si usa Classic Sonic.
Le premesse sembravano esserci, non fosse per il fatto che probabilmente la casa di Tokyo ha voluto osare troppo verso nuovi traguardi non mettendoci la giusta cura, dando l'impressione di avere tra le mani un titolo incompleto, che se trattato meglio poteva essere invece memorabile. Purtroppo resterà un'occasione mancata, che speriamo serva di lezione per il futuro della serie. 
Sonic Force è un titolo con idee ottime ma proposte in modo superficiale, anche i fan del porcospino potrebbero storcere il naso. Pertanto lo potrete trovare maggiormente interessante se siete amanti del brand o se volete giocare ad un platform senza troppe pretese. Speriamo non passi troppo tempo prima di rivedere un titolo degno di nota che riporti Sonic, agli splendori di un tempo nel mondo 3D.

Daniele Morabito

Amante di tecnologia e videogiochi, vorrebbe averli tutti ma è limitato dallo spazio della sua dimora. Gli piace collezionare oggetti come action figure, leggere fumetti e libri. Vorrebbe assaggiare ogni cibo di questa terra.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button