Cinema e Serie TVNews

Ryuichi Sakamoto, compositore premio Oscar de “L’ultimo imperatore”, è morto a 71 anni

Ha collaborato anche a The Revenant

Ryuichi Sakamoto, il compositore premio Oscar noto per aver diretto la colonna sonora de L’ultimo imperatore e altri acclamati film, è morto all’età di 71 anni. Sakamoto è deceduto il 28 marzo, con il suo account Twitter ufficiale che ha annunciato la sua scomparsa il 2 aprile.

Il post su Twitter non conteneva parole e forniva semplicemente una foto con le date di nascita e morte di Sakamoto. Tuttavia, la società di gestione del compositore ha successivamente pubblicato un lungo aggiornamento, scrivendo nel proprio messaggio su Twitter che Sakamoto era stato “sottoposto a cure per il cancro scoperto nel giugno 2020”. La compagnia ha aggiunto che il compositore “ha continuato a creare opere nel suo studio di casa ogni volta che la sua salute glielo permetteva. Ha vissuto con la musica fino alla fine”. Il messaggio si è concluso condividendo quella che è stata descritta come una delle citazioni preferite di Sakamoto: “Ars longa, vita brevis. L’arte è lunga, la vita è breve”.

La carriera di Ryuichi Sakamoto

Ryuichi Sakamoto, originario di Tokyo, ha studiato etnomusicologia al college e ha scoperto l’amore per la musica elettronica all’inizio della sua carriera. Era particolarmente interessato alla “musica tradizionale della prefettura giapponese di Okinawa e alle tradizioni musicali indiane e africane”, ha riferito Reuters. Insieme ai colleghi musicisti Haruomi Hosono e Yukihiro Takahashi, Sakamoto formò la band YMO nel 1978, con il loro uso di strumenti elettronici che li mise sulla mappa di tutto il mondo.

Tuttavia, nel mondo occidentale, Sakamoto è meglio conosciuto come un prolifico compositore di film, con il suo lavoro più famoso L’ultimo imperatore, che ha diretto insieme a Cong Su e David Byrne mentre appariva anche in un piccolo ruolo sullo schermo. Il film del 1987 diretto da Bernardo Bertolucci, che segue la storia di Puyi, l’ultimo imperatore della Cina, ha riscosso ampi consensi di critica, ottenendo nove premi Oscar tra cui Miglior film e Miglior regia. Anche la colonna sonora è stata lodata, guadagnandosi il trio di compositori per la migliore colonna sonora originale agli Oscar, nonché un Golden Globe e un Grammy Award per la migliore colonna sonora per Visual Media. La colonna sonora di The Last Emperor rimane una delle colonne sonore più apprezzate degli anni ’80.

Ha collaborato accanto a grandi registi

Sakamoto ha anche composto Merry Christmas, Mr. Lawrence del 1983, un film di guerra diretto da Nagisa Ōshima in cui Sakamoto ha anche recitato al fianco di David Bowie, segnando il suo debutto sullo schermo. Sakamoto ha trascorso la sua carriera lavorando al fianco di numerosi registi acclamati, tra cui Oliver Stone, Pedro Almodóvar e Brian de Palma. In anni più recenti, ha composto la sigla di chiusura del thriller drammatico Babel di Alejandro González Iñárritu. Avrebbe collaborato di nuovo con Iñárritu nel 2015 per The Revenant insieme al compositore tedesco Alva Noto. Il film avrebbe vinto tre Academy Awards, tre Golden Globe e una serie di BAFTA. Anche Sakamoto e Noto hanno ricevuto candidature ai BAFTA e ai Golden Globe per la colonna sonora.

La dichiarazione del management di Ryuichi Sakamoto

Di seguito la dichiarazione del management di Sakamoto: “Siamo profondamente rattristati nell’annunciare la scomparsa dell’artista e musicista Ryuichi Sakamoto, avvenuta il 28 marzo 2023. Aveva 71 anni. Durante le cure per il cancro scoperto nel giugno 2020, Sakamoto ha continuato a creare opere nel suo studio di casa ogni volta che la sua salute glielo permetteva. Ha vissuto con la musica fino alla fine. Vorremmo esprimere la nostra più profonda gratitudine ai suoi fan e a tutti coloro che hanno sostenuto le sue attività, così come ai professionisti medici in Giappone e negli Stati Uniti che hanno fatto tutto quanto in loro potere per curarlo. In accordo con i forti desideri di Sakamoto, il servizio funebre si è svolto tra i suoi stretti familiari. Infine, vorremmo condividere una delle citazioni preferite di Sakamoto: “Ars longa, vita brevis”. L’arte è lunga, la vita è breve”.

Da non perdere questa settimana su Orgoglionerd

💍La trilogia de Il Signore degli Anelli torna al cinema in 4K: le date delle proiezioni
 🏴‍☠️
 Con La Gazzetta dello Sport arrivano i teli mare di One Piece
 
👿 Hellboy: The Crooked Man, il trailer svela il nuovo volto del demone rosso
 🎧
 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Source
collider

Autore

  • Anna Montesano

    Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button