Cinema e Serie TV

Quibi chiude ufficialmente i battenti dopo sette mesi

L'app ha pagato anche la concorrenza di piattaforme simili con contenuti gratis

Come annunciato all’inizio di questo autunno, l’app Quibi è diventata inutilizzabile da martedì 1 dicembre. Questo segna la fine ufficiale della breve impresa commerciale di Jeffrey Katzenberg. Ma cosa succede adesso? Apparentemente l’app Quibi rimarrà sui telefoni e sui dispositivi degli utenti finché non decideranno di eliminarla. Tuttavia, se un utente tenta di accedere, verrà visualizzato un messaggio di errore. Non è possibile accedere ai contenuti presenti nell’app. Quibi è stato lanciato il 6 aprile, guidato da Katzenberg e dal CEO Meg Whitman, e ha avuto un costo di circa $ 1,75 miliardi.

La grande concorrenza ha influito sul flop dell’app

Il servizio di streaming conteneva una libreria di intrattenimento “veloce”, offerto in episodi di 10 minuti o meno. Celebrità di grande nome erano associate a quasi tutti gli spettacoli, inclusi Reese Witherspoon, Liam Hemsworth, Idris Elba, Will Arnett, Tyra Banks e molti, molti altri. Quibi puntava sull’attrazione di queste star per portare gli abbonati alla piattaforma ma non ha funzionato. A ottobre, meno di 7 mesi dopo il suo debutto, Quibi chiude ufficialmente. Sebbene l’azienda abbia speso milioni, fino a 6 milioni di dollari l’ora, per i suoi contenuti, non è riuscita a garantire il numero di utenti necessari per mantenere le luci accese.

A quanto pare, le persone non sono disposte a sborsare $ 4,99 al mese ($ 7,99 senza pubblicità) per guardare intrattenimento di breve durata quando Netflix, HBO Max, Hulu, Disney+ e Amazon Prime stanno sfornando intrattenimento di lunga durata e di alta qualità. Sebbene Katzenberg e Whitman credessero che Quibi offrisse qualcosa di unico in termini di intrattenimento “in movimento”, erano ancora in competizione con Snapchat, Instagram, YouTube e TikTok. Ognuna di queste app offre una vasta gamma di brevi clip divertenti … gratuitamente. Quibi non aveva alcuna possibilità. Mentre Quibi chiude definitivamente, la società restituirà 350 milioni di dollari ai suoi investitori. Gli account Twitter, Instagram e Facebook sono stati cancellati.

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button