Giochi

Origini, Serra e il Barone Sengir si scontrano in Magic: the Gathering

La prima espansione di Magic: the Gathering a uscire lo stesso giorno in tutto il mondo, la prima legata molto alla lore e molto poco alle meccaniche del gioco. Origini è un'espansione di cui vale la pena parlare

TOP AUTHOR

Eccoci con una nuova puntata dedicata alla lore di Magic: the Gathering. Riprendiamo la narrazione dei fatti che hanno segnato la storia del gioco di carte collezionabili, che poi si riflette sulle edizioni di Magic uscite nel tempo. Oggi tocca a Origini, un’edizione di Magic uscita diversi anni fa fa, agli albori di questo fenomeno mondiale.

Le caratteristiche dell’espansione

origini

Origini è stata la settima espansione di Magic: the Gathering. Prima di lei ci sono Alpha e Beta, considerate edizioni limitate. Arrivano poi Unlimited e Revised, che sono catalogate come set base. Ecco quindi le vere e proprie espansioni che l’hanno preceduta: Arabian Nights, Antiquitis, Leggende, Oscurità, Fallen Empires ed Era Glaciale.

Questa è stata la prima ad essere disponibile in tutto il mondo nello stesso giorno, il 1 ottobre 1995. Si tratta del primo set che si è basato interamente sull’ambientazione, piuttosto che sulla struttura del gioco o sulle meccaniche, come era invece avvenuto nelle edizioni precedenti. Questo rende Origini un’espansione complessivamente meno potente rispetto alle precedenti. Adirittura Mark Rosewater l’ha definita l’espansione con il peggior design di Magic.

Acquista con Amazon Prime e scopri tutti i vantaggi, è gratis per 30 giorni

Origini è un set composto di 140 carte, e il suo simbolo è la rappresentazione del Piano di Ulgrotha, dove si svolge la lore dell’espansione. Attualmente non fa parte di nessun Blocco di espansioni, anche se per anni è stata considerata la terza espansione del blocco di Era Glaciale, poi soppiantata da Ondata Glaciale.

origini

Origini: la storia prima dell’espansione

Ma arriviamo alla lore dell’espansione. Lasciamo Dominaria, dove si sono svolti gli eventi delle precedenti edizioni, e atterriamo invece sul Piano di Ulgrotha. Questo nome significa “giardino” oppure “santuario”.

In principio questo Piano era molto ricco di mana e quindi era popolato anche da diversi tipi di creature. Qui però si svolse la Grande Guerra su Ulgrotha, ovvero uno scontro tra due gruppi di Planeswalker: i Tolgath e Gli Antichi. I primi erano Planeswalker curiosi ed alla ricerca di conoscenza, mentre gli Antichi erano un gruppo di Planeswalker molto vecchi e gelosi delle loro conoscenze. La guerra tra questi due gruppi infuriò per anni, finchè la Planeswalker Ravi decise di porne fine. infatti lei era custode del Campanello dell’Apocalisse, un potente manufatto dei Tolgath, e decise di usarlo.

La conseguenza di quest’atto fu la distruzione di entrambi gli schieramenti e dell’intera zona, che rimase priva di mana. Questa regione venne chiamata La Zona Morta e iniziò ad assorbire il mana e la vita di tutti gli esseri viventi che cercavano di attraversarla. Non solo: questo generò anche una delle Fratture, che venne poi risanata durante la Riparazione.

L’arrivo del Barone Sengir

Dopo questi avvenimenti, sul Piano arrivò un gruppo di Nani provenienti da un altro Piano. Infatti avevano scavato troppo a fondo e trovato un portale che li aveva condotti li. In preda alla smania di ricchezza, iniziarono a esplorare questo nuovo mondo, e a costruire un castello sopra al portale che avevano attraversato.

Avanzando nel tempo, Ulgrotha diventa lo scenario di uno scontro tra due Planeswalker, i cui nomi si sono persi nei tempi. Uno dei due contendenti convocò sul Piano un signore dei vampiri: il Barone Sengir. Il vampiro rimase bloccato e dovette quindi adattarsi alle popolazioni del luogo. C’erano i Nani di cui ho parlato sopra, che però erano più deboli di lui. Il Barone quindi uccise molti di loro, e costrinse a tornare nel loro Piano d’origine gli altri, facendo suo il loro castello. In poco tempo Sengir conquistò il castello e la zona intorno, che venne ribattezzato il Baronato di Sengir. Un dominio che col tempo arrivò a includere quasi tutto il Piano.

Nel mentre Sengir trovò la Planeswalker Ravi, che era sopravissuta alla Grande Guerra, ma era impazzita. Decise quindi di trasformarla in vampiro e accoglierla nella sua famiglia.

origini

I due guardiani del Piano: Feroz e Serra

Passa altro tempo, e giunge su Ulgrotha anche Feroz, un Planeswalker umano mago che utilizzava il mana Blu. Qui il mago incontrò Sandruu, un minotauro. Inoltre incontrò anche la Planeswalker dal mana bianco Serra, in fuga dal Piano Reame di Serra che lei stessa aveva creato, ma che era stato corrotto dai Phyrexiani.

I tre legarono velocemente: Feroz sposò Serra e fondò una scuola di magia prendendo Sandruu come suo allievo. Durante questo periodo il minotauro accese la Scintilla, diventando a sua volta Planeswalker. Nei suoi viaggi attraverso il Multiverso però Sandruu conobbe e si innamorò della Planeswalker Kristina, originaria di Dominaria. Lei lo ricambiava, e questo scatenò la gelosia del suo ex, il Planeswalker Taysir di Rabiah. Taysir inseguì Sandruu su Ulgrotha e lo esiliò. Questo fece infuriare Feroz, che lo uccise.

Allora però Feroz e Serra decisero di diventare difensori del Piano e delle sue popolazioni. Il che portò un malcelato odio del Barone Sengir nei loro confronti. Per proteggere il Piano e i suoi abitanti dai combattimenti fra planeswalker, Feroz creò uno scudo magico, il Bando di Feroz, che impediva ai Planeswalker di entrare su Ulgrotha.

Però Feroz morì e Serra devastata dal dolore decise di lasciare quel Piano, spostandosi su Dominaria. Nel frattempo il potere dello Scudo decadde, e Ulgrotha tornò visitabile dai Planeswalker.

Il dominio di Sengir

Una volta venuti meno i protettori del Piano, il Barone Sengir ebbe vita facile nel suo tentativo di conquistare l’intero Piano. Uno alla volta , i paesi di Ulgrotha caddero in una guerra civile che il Barone Sengir utilizzò per aumentare la propria stretta sull’intero Piano, sfruttando la paura delle popolazioni presenti.

Nel frattempo inoltre il Barone scoprì il portale utilizzato dai Nani, che si trovava nelle segrete del castello costruito dai Nani e che ora era la sua dimora.

La storia di Origini finisce qui

Origini è un’espansione che offre una storia interessante, ma per certi aspetti slegata dal resto della lore di Magic: the Gathering. Solo più di recente, con L’Avanzata delle Macchine si sentirà di nuovo parlare di Ulgrotha. Quasi trent’anno dopo l’uscita dell’espansione Origini, nella lore di Magic secoli dopo gli avvenimenti di Feroz, Serra e Sengir. Ma cosa succederà dopo Origini? Lo scoprirete nel prossimo appuntamento con i nostri articoli sulla lore di Magic: the Gathering.

Offerta
Magic The Gathering Pioneer Challenger Deck 2022, Dimir Control (Blue-Black, Versione Inglese) 13+anni
  • Contiene 1 Pioneer Challenger Deck da 60 carte di Magic: The Gathering pronto per la battaglia
  • 1 sideboard da 15 carte
  • 5 pedine bifronte e 6 carte guida
  • 1 portamazzo (può contenere 75 carte di Magic in bustine protettive)
  • Dimir Control (blu-nero): sventa i piani dei tuoi avversari e metti il tuo in atto
Magic: The Gathering The Lord of the Rings: Tales of Middle-earth Bundle - 8 Set Boosters + Accessories (Versione Inglese)
  • MAGIC SI APRE AL SIGNORE DEGLI ANELLI: vivi l’incontro tra la benamata storia de Il Signore degli Anelli e le strategie di Magic: The Gathering e affronta i nemici in magiche battaglie mozzafiato
  • UNISCITI ALLA COMPAGNIA DELL’ANELLO: immergiti nella Terra di Mezzo con meccaniche di gioco uniche e lascia che le meravigliose illustrazioni ti portino in questa storia epica
  • UN BUNDLE RICCO DI CARTE E E ACCESSORI: apri una scatola piena di carte di Magic e accessori a tema Il Signore degli Anelli nella quale troverai anche carte con illustrazioni alternative speciali
  • ESPLORA CON LE BUSTE DELL’ESPANSIONE: le buste dell’espansione sono pensate per rendere divertente l’apertura delle buste e per questo troverai almeno 1 lucente foil e 1 carta con illustrazione in ogni busta
  • 4 CARTE CON ILLUSTRAZIONE ALTERNATIVA SPECIALE: celebra le meravigliose immagini de Il Signore degli Anelli con le quattro carte addizionali con illustrazione alternativa speciale e lucente trattamento foil
Magic The Gathering Kit Iniziale di 2022, 2 Mazzi Pronti Per Essere Usati, 2 Carte Con Codice Per MTG Arena (Versione Italiana), Multi, 13+
  • 2 mazzi da 60 carte pronti per essere usati: 1 bianco-blu, 1 rosso-verde
  • 1 guida introduttiva di Magic
  • 2 portamazzi
  • 2 carte con codice che permettono a 2 persone di sbloccare entrambi i mazzi e giocare online su MTG Arena
  • 5 carte rare, di cui 1 foil, in ogni mazzo

Da non perdere questa settimana su Orgoglionerd

🐈 Il primo trailer di Catnado (sì, è esattamente quello che stai pensando)
 
🤘 Tenacious D: Jack Black cancella il tour dopo la battuta di Kyle Gass su Donald Trump
 
📽 I Fratelli Russo dirigeranno i prossimi film degli Avengers, è quasi certo
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

  • Alessio Riccardi

    Amante di giochi da tavolo, giocatore di Magic della prima ora, divoratore compulsivo di mostre. Se c'è un gioco da tavolo nelle sue vicinanze, probabilmente vi inviterà a fare una partita insieme!

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button