News

New Gundam Breaker, il sogno di ogni modellista

Fin dalla sua prima apparizione televisiva il successo di Gundam è stato associato a quello dei Gunpla, i model kit in plastica che rappresentano i robot visti nella serie animata, un’affermazione costante grazie alle continue innovazioni e migliorie che ha portato Bandai all'apice dell'industria modellistica. Una diffusione planetaria che, anche grazie al supporto dalle recenti serie animate del filone Build Fighters, ha spinto Bandai Namco a distribuire in Europa New Gundam Breaker, avventura per PS4 e PC in cui realizzare il sogno di ogni modellista: costruire e combattere con un gunpla interamente costruito da voi.
La saga di Gundam Breaker nasce su PS3 nel 2013 e negli anni successivi ha dato vita ad una trilogia che ora viene rilanciata grazie a New Gundam Breaker, primo titolo sbarcato oltreoceano e  localizzato in italiano. Il gioco si apre con il vostro ingresso nella rinomata Gunbre High School, un istituto superiore specializzato nell'apprendimento delle tecniche di modellismo e combattimento con i Gunpla. 
Il mondo di gioco, come spesso accade in questo tipo di racconti, vede un’attività ben specifica come il modellismo essere diffusa e praticata da gran parte della popolazione; state tranquilli non dovrete salvare il modo, il vostro obiettivo sarà quello di liberare la scuola dalla tirannia del consiglio scolastico, impostosi con la forza e desideroso di ottenere sempre più potere.
A differenza di quello che potete immaginare l'avventura prenderà vita sotto forma di visual novel, un racconto guidato che si snoderà fra molteplici battaglie. Il vostro personaggio, a cui potrete dare un nome a inizio racconto, si dovrà districare fra una ribellione contro il potere e le relazioni che si instaureranno con ben sette studentesse, ognuna di loro appassionata di Gunpla.
La modalità storia assume i connotati di un date game nel quale, capitolo dopo capitolo, imparerete a conoscere i caratteri delle ragazze e i loro punti di forza nel modellismo, lungo una narrazione a tratti lenta e ripetitiva, più congeniale ad un pubblico orientale rispetto a quello europeo. I dialoghi potranno risultare superflui e fuori luogo, invogliando spesso il giocatore a saltarli totalmente per passare rapidamente alle battaglie, vero cuore della produzione.
Lo spirito di New Gundam Breaker sono gli scontri a bordo del vostro model kit, animato da uno speciale macchinario molto simile a quanto già visto nell’anime di Gundam Build Fighters. Le battaglie non saranno dei semplici scontri contro orde di mobile suite nemici, bensì partite a punti 3 Vs 3 in cui raggiungere un obiettivo principale e molteplici compiti secondari. 
Il vostro team, in un’arena popolata da robot gestiti dal sistema di gioco e altri pilotati dalla squadra avversaria, dovrà abbattere specifici mobile suite, cercare forzieri nascosti o recuperare parti rare ottenibili distruggendo mecha presenti sul campo di battaglia.
L’aspetto del farming, qui incarnato dal recupero di specifiche parti, assume un ruolo preponderante in New Gundam Breaker visto che proprio i pezzi raccolti in battaglia potranno essere utilizzati per modificare e migliorare il vostro Gunpla.
Sfortunatamente le battaglie risultano molto ripetitive senza presentare una varietà che invogli il giocatore a ritornare sui propri passi per completare gli obbiettivi secondari, risultando spesso confusionarie a causa di rallentamenti grafici, un sistema di puntamento approssimativo e una telecamera posteriore non sempre all'altezza. Quest’ultima darà notevoli problemi nel momento in cui le battaglie vedranno la presenta di Gunpla dalle grandi dimensioni, come Mobile Armor o modelli in scala 1/60, essendo poco reattiva nel seguire lo scontro con la dovuta rapidità. 
Gli obiettivi degli scontri, dalla durata massima di dieci minuti, si susseguiranno con costanza fra i livelli, portando il giocatore ad un senso continuo di déjà vu, utile solamente a prevedere i compiti da completare; dopo l'ambientamento iniziale la frenesia delle battaglie farà spazio alla ricerca di pezzi rari o non ancora in vostro possesso al solo scopo di modificare il vostro model kit, lasciando al resto della squadra il completamento degli obiettivi.
Potrete raccogliere un massimo di cinque pezzi contemporaneamente e decidere se depositarli in uno speciale contenitore oppure utilizzarli direttamente in battaglia. Nel primo caso essi verranno conservati e sarà possibile utilizzarli successivamente per l’upgrade del vostro Gunpla; la seconda opzione vi permetterà di equipaggiarli immediatamente sul vostro kit, sostituendo le parti danneggiate in battaglia, dandovi l'opportunità di provare nuove abilità o semplicemente divertirvi con nuovi modelli nati direttamente sul campo da gioco.
Ogni pezzo che equipaggerete, oltre a statistiche proprie che modificheranno le prestazioni del vostro Gunpla, metterà a disposizione diverse abilità ognuna della quali utilizzabile durante gli scontri. Per farlo dovrete aprire alcuni contenitori presenti sul campo di battaglia, aumentando il vostro livello e sbloccando così le mosse speciali da voi equipaggiate. Un sistema interessante che risulta però molto meccanico e frustrante, dal momento che ad ogni battaglia dovrete ripartire da zero nella ricerca dei container e dei punti in essi contenuti.
La parte più riuscita dell’intera produzione è indubbiamente la customizzazione del proprio Gunpla, un vero sogno ad occhi aperti per ogni appassionato di modellismo. Partendo dallo storico Gundam RX-78-2 potrete applicare le diverse parti raccolte in battaglia, modificando ogni singolo pezzo del vostro robot. Oltre alla fase di assemblaggio potrete colorare, aggiungere decal e adesivi, metallizare il nostro modello o danneggiarlo per farlo sembrare reduce da decine di scontri. Tutto ciò che un buon modellista può imparare a fare solo con tempo e dedizione New Gundam Breaker lo mette subito a vostra disposizione, invogliando i giocatori ad avvicinarsi ad un nuovo hobby.
Il titolo introduce inoltre gli interessanti Inner Frame, esoscheletri interni ai Gunpla sui quali applicare le diverse parti. Queste strutture, già presenti sui reali model kit di tipo Master Grade, Real Grade o Perfect Grade, vengono utilizzate per fornire le caratteristiche di partenza del vostro modello, ognuna delle quali dotati di punti di forza e debolezza. 
In base al vostro stile di gioco, o alle necessità che si presenteranno nell'avanzamento della storia, potrete cambiare Inner Frame al vostro robot, oppure realizzarne di nuovi per non farvi mai trovare impreparati. 
Questa possibilità riesce ad aumentare l’esperienza di gioco, fornendovi la possibilità di mettervi alla prova con stili di combattimento e strategie molto diverse fra loro.
Ad oggi New Gundam Breaker soffre di alcune problematiche tecniche delle quali Bandai Namco ha già dichiarato di voler porre rimedio. Nel solo mese di luglio sarà infatti implementata la stabilità e la risposta dei mobile suite, così come la camera o la modalità di agganciamento degli avversari. A queste migliorie tecniche seguiranno aggiunte di nuovi gunpla, scenari di battaglia e modalità a vostra disposizione, arricchendo ancor di più l’esperienza di gioco dimostrando l’interesse del publisher verso il titolo e i suoi appassionati.
New Gundam Breaker è il gioco perfetto per chiunque sogni di poter costruire un Gunpla combinando le diverse parti di centinaia di model kit, partendo dalla serie originali fino all'attuale Gundam Build Divers. Nonostante una storia che non convince appieno e un battle system da revisionare, la customizzazione offerta dal più recente titolo della saga salva una produzione che ci sentiamo di consigliare ai modellisti più accaniti, fornendo la massima libertà di espressione e personalizzazione dei Gunpla.
Come sostenuto dallo stesso Meijin Kawaguchi, Gunpla is Freedom, e New Gundam Breakers ne è l’espressione videoludica.

Mattia De Poi

Anche conosciuto come Il Nini, Mattia è il lato gioioso di Orgoglio Nerd. Biondo e curioso, è appassionato di ogni genere fumettistico, Gunpla e avventure. Portatelo in viaggio, all'organizzazione ci penserà lui.

Ti potrebbero interessare anche:

Un commento

  1. Non fraintendetemi, adoro Ken il Guerriero, ho visto tutti gli anime e compagnia bella ma…questa mania de “Il grande ritorno!” ha un pò rotto! Lasciateli dove stanno, nei ricordi, nei vecchi fumetti…sono belli per questo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button