Lifestyle

Nerd Senza Frontiere – Serbia: tra Tesla, Zograf e Eccher

Rieccoci nuovamente alle scrivanie della redazione, pronti a raccontare un già nostalgico resoconto della nostra avventura (Come quale avventura!? Leggete prima qui allora!). Innanzitutto un grazie agli amici di Pančevo per l’ospitalità, l’accoglienza della città è stata calorosissima, non ce ne dimenticheremo. Come avevamo previsto la Serbia è ricchissima di opportunità e attività turistiche, note e meno note. Purtroppo a causa di impegni e maltempo abbiamo dovuto rinunciare ad alcuni punti d’interesse, ma rimedieremo sicuramente tornandoci presto (molto presto). 

Tra le cose più interessanti, come da piani, abbiamo visto il Museo dell’Aeronautica, un’affascinante struttura che raccoglie esemplari di aeri ed elicotteri provenienti dall’intero arco del ‘900. Un museo d’altri tempi che permette di passeggiare tra residuati bellici e veicoli civili, tra aerei, elicotteri e strumentazioni. Per nulla al mondo ci saremmo persi la casa museo Nikola Tesla, un percorso completo e ricco di curiosità con guide ed dimostrazioni. Perfetto per comprendere le dimensioni del genio di Tesla… e tenere occupato Adrian. 

Guidando per Belgrado non si possono non notare le tracce, più che evidenti, della guerra. La città sta crescendo, si sta rimettendo in sesto, ma l’evidenza che qualcosa di terribile è accaduto è sotto gli occhi. A questo proposito vogliamo consigliarvi la lettura di Lettere dalla Serbia, la raccolta delle mail scritte da Aleksandar Zograf (di cui vi parleremo) durante i bombardamenti. Un significativo volume che riesce a trasmettere una dimensione diretta umana di ciò che è stato, non viziata e filtrata dai media. 

Tornando a parlare nel nostro percorso, purtroppo come detto non c’è stato spazio e tempo per fare tutto, ma di certo torneremo per vedere il Museo Nazionale ed il Museo di Scienze, più qualche altra “chicca” che teniamo ancora nella manica, che dobbiamo ingolosirvi per il prossimo NSF. Che altro? Guidati dall’infallibile fiuto di Andrea abbiamo mangiato i famosi Burek (se ci avete seguito sui social sapete di cosa stiamo parlando), ruole di pasta fillo con formaggio (o altre farciture) da mangiare a colazione (con una tazza di yogurt) ma anche a pranzo, merenda o cena… almeno secondo il metabolismo di Andrea.

Ma non pensiate che i Burek siano l’unico piatto serbo, abbiamo infatti potuto assaggiare i Ćevapčići, meravigliose salsicce di manzo da accompagnare con cipolla cruda e patate. (trovate poi a Zagabria, in Croazia, farciti con formaggio, interessante variante). Poi il Danubio, un’escursione verso est ci ha portati sulle sponde del Danubio, al confine con la Romania. Località esotiche, affascinanti, sospese nel tempo. 

E poi? Grazie al Nova Festival di Pančevo, il festival delle avanguardie artistiche, abbiamo avuto l’opportunità di conoscere Aleksandar Zograf, il sopracitato fumettista autore di moltissime tavole scritte e illustrate con il suo personalissimo stile. Zograf è esattamente come lo si legge, una continua sorpresa di aneddoti impossibili (ma che a lui sono capitati davvero), farciti di citazioni e battute appena suggerite, il tutto presentato in un contesto sempre velatamente onirico. Reperti archeologici, musica underground, canzoni Inuit, sono solo alcuni estratti dei racconti di Aleksandar, una vera perla. Al Nova Festival era esposta anche una mostra (sponsorizzata dall'Istituto Italiano di Cultura di Belgrado) e curata da Andrea Plazzi inerente alla musica nel fumetto italiano e, sorpresa, i ragazzi del gruppo artistico Grrr!Program hanno voluto omaggiarci delle loro opere preparate durante il workshop a tema fumetto/musica e saranno ospiti del SelfArena di Novembre! 

Che altro aggiungere? …abbiamo imparato molte cose da questo viaggio… dobbiamo ringraziare Giovanni Eccher per i segreti confidatici sulla relazione sentimentale tra Zagor e Cico. Almeno secondo le sue supposizioni. Andrea Plazzi ci ha insegnato che quando si ha fame si riesce a farsi capire in ogni lingua e Adrian… beh Adrian Fartade è stato il nostro instancabile cicerone. Grazie a tutti. 

Ora la domanda: la Serbia sarà la prossima meta di Nerd Senza Frontiere? Noi sicuramente ci torneremo! Cosa ne pensate? Avete domande o curiosità? Scriveteci qui di seguito! 

Vi salutiamo con la splendida illustrazione di cui Zograf ci ha fatto omaggio.

redazioneon

La Redazione di Orgoglio Nerd, sempre pronta a raccontarvi le ultime novità dal mondo della cultura Nerd, tra cinema, fumetti, serie TV, attualità e molto altro ancora!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button