News

Mario Tennis Aces: l'inizio di un nuovo match

A partire dal lontano 1995 su Virtual Boy, l’ex idraulico di casa Nintendo è stato sui campi da tennis innumerevoli volte. Dopo la sua ultima apparizione risalente a tre anni fa con Mario Tennis: Ultra Smash per WiiU abbiamo ripreso in mano la racchetta insieme a Mario per effettuare qualche scambio insieme ai personaggi più amati della serie, grazie all'ultimo titolo approdato su Nintendo Switch: Mario Tennis Aces.

Una volta avviato il gioco partiremo subito dalla modalità storia ambientata su un'isola che in passato ospitava l'antico Regno di Solarius, il cui passatempo preferito era il tennis.
L'isola però nasconde un oscuro potere: una racchetta senziente in grado di controllare la mente delle persone e renderle sue schiave. Il nostro obbiettivo sarà recuperare le pietre del potere nascoste in vari punti dell'isola e salvare il fratello Luigi. Nella modalità storia, dalla durata di circa 5 ore, vi verranno insegnati i comandi di gioco, proposte varie sfide e, oltre a disputare incontri classici di tennis, disputerete anche incontri dove le regole saranno completamente stravolte. 

Ogni prova affrontata nella modalità storia aumenterà l'esperienza di Mario che ci consentirà, una volta raggiunto un nuovo livello, di aumentare una delle tre caratteristiche presenti: velocità colpo, che renderà le palle più rapide, velocità corsa, che renderà Mario più rapido nei movimenti e l'accelerazione, con cui raggiungeremo più rapidamente la velocità di movimento massima. Se ciò non dovesse bastare, determinate sfide ci daranno la possibilità di brandire nuove racchette aventi attacco, difesa e resistenza diverse.
Seppur la modalità Storia risulti abbastanza ripetitiva, è certamente un gradito ritorno che,  oltre a consentire di sbloccare nuovi campi da gioco, intrattiene e aiuta a far pratica con i meccanismi di gioco.

Ad ogni modo la modalità Storia non è la componente di punta di questo titolo. Infatti l'aspetto che fa splendere il titolo è l'ottima componente multigiocatore, con la possibilità di disputare tornei o incontri singoli, giocando nei campi classici o quelli più bizzarri che avrete sbloccato durante il progredire dell'avventura. Molto gradita la possibilità di effettuare partite fino ad un massimo di quattro giocatori con l'ausilio di una sola console, a patto che ogni partecipante possieda un joycon.
Nella modalità Torneo dovrete dare il vostro meglio disputando match contro la CPU o online. In quest'ultimo caso potrete ottenere personaggi aggiuntivi ogni mese: non preoccupatevi nel caso non possiate partecipare, in quanto potrete tranquillamente ottenerli nei mesi successivi. 
Se siete giocatori a cui piace fare movimento e immedesimarsi sul campo da gioco, sarete felici della modalità Swing che vi permette di usare il joy-con come una racchetta da tennis. Inizialmente abbiamo trovato un pochino di difficoltà, ma con la giusta pratica siamo riusciti a trovare il tempismo per intercettare al meglio la palla e asfaltare i nostri "amici". 

Infine parliamo del  gameplay di Mario Tennis Aces che, risulta tanto semplice da apprendere quanto difficile da padroneggiare al 100%.
A vostra disposizione avrete una grande varietà di comandi come colpi base: Top Spin, Slice, Colpo Piatto, Pallonetto e Smorzata. Il nuovo colpo introdotto, Colpo Intenso, permetterà di mirare con precisione in qualsiasi zona del campo e farla schiantare in quel determinato punto. Questo colpo è estremamente difficile da intercettare con il giusto tempismo e, nel caso non si riuscisse nella manovra, la racchetta subirà dei danni fino a rischiare di rompersi. Una volta finite le racchette a disposizione si perderà per K.O. Per aiutarvi potrete far uso della Velocità Intensa. Usando quest'ultima, rallenterete tutto ciò che vi sta intorno, permettendovi di raggiungere colpi rapidi e bloccare colpi potenti, dandovi la possibilità di trovare più facilmente il tempismo per intercettare perfettamente la palla e non danneggiare la vostra racchetta.
Durante la partita non sarà sempre possibile usufruire del colpo intenso e della velocità intensa, ma solamente dopo aver riempito un indicatore di energia tramite vari scambi di colpi o con il colpo tecnico. Il colpo tecnico è una mossa veramente rischiosa che vi permetterà di raggiungere una palla particolarmente lontana: è dunque vitale calcolare perfettamente tempismo e distanza. Se sarete stati abili nell'effettuarlo, il vostro indicatore di energia salirà di molto. Una volta riempito l'indicatore al massimo potrete effettuare il Colpo Speciale, che potrebbe ribaltare le sorti dell'incontro spezzando la racchetta dell'avversario nel caso non fosse abile nell'intercettarlo.
Mario Tennis Aces risulta essere un ottimo capitolo dove ogni giocatore può adottare il suo stile personale di gioco, avendo davanti a sé molte possibilità per renderlo più variegato possibile. 
L'azione frenetica e le tattiche da attuare all'ultimo momento sono il pezzo forte del titolo che offre un gameplay solido come non mai, molto facile da apprendere, ma che richiede impegno e dedizione per essere padroneggiato al meglio.
Questo senza nulla togliere all'ottima componente multiplayer locale e online che saprà intrattenervi per moltissime ore di gioco anche se non siete appassionati del genere. 
Insomma, sconsigliamo l'acquisto per chi è in cerca di un'esperienza single player, ma lo consigliamo caldamente per chi, invece, fosse alla ricerca di continue sfide contro altri giocatori. In questo caso Mario Tennis Aces è un gioco che deve sicuramente far parte della vostra collezione.

Daniele Morabito

Amante di tecnologia e videogiochi, vorrebbe averli tutti ma è limitato dallo spazio della sua dimora. Gli piace collezionare oggetti come action figure, leggere fumetti e libri. Vorrebbe assaggiare ogni cibo di questa terra.

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

  1. Mi è piaciuto così, non ho sentito minimamente la mancanza della tutina, peccato per il lavoro ed il tempo sprecato! °-°

  2. La tuta è fantastica, e ucciderei per vedere l’attore di wolverine indossarlo, ma nel film la tuta non ci starebbe bene in quel contesto, speriamo che nei prossimi film l’ho indossi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button