News

Si torna al Liceo: si può trasformare la passione in lavoro?

L’1 aprile era il nostro compleanno (per davvero, niente pesci). Lo avete festeggiato con noi, ci siamo raccontati in un video (che trovate qui accanto), abbiamo annunciato un nuovo progetto, non ci siamo fatti mancare nulla insomma, e per coronare i festeggiamenti abbiamo passato la mattinata in un Liceo Scientifico. Okay, spieghiamoci meglio, detta così non sembra un gran modo di festeggiare. 
Siamo stati invitati da una nostra redattrice a tenere una lezione al Liceo Scientifico Fulcieri Paulucci di Calboli di Forlì, in occasione di una giornata di autogestione in cui i ragazzi diventano professori e tengono delle lezioni su argomenti a piacere.  Dopo tre anni di OrgoglioNerd.it sentivamo di avere qualcosa da dire ad un gruppo di giovani che sta cercando la propria strada
Nel nostro video di compleanno parliamo approfonditamente di come ON è nato, e di ciò che c’è stato prima, anche noi ci siamo trovati nella situazione che ora vivono tanti degli studenti che abbiamo incontrato. Un po’ tutti ci siamo passati, o ci passeremo a breve, dopo cinque anni di Liceo (o di qualsiasi altra scuola superiore) ci si aprono tutta una serie di strade e non sappiamo dove porteranno, quali ci renderanno felici, qual è la decisione giusta, se faremo 20 col dado oppure 1. Frequentando un percorso di studi impegnativo come può essere un Liceo Scientifico a volte è difficile riuscire a stare dietro alle proprie passioni, al proprio spirito nerd. E una volta che arriva il momento di scegliere il proprio futuro è forte la pressione della decisione fra ciò che potrebbe darci un lavoro sicuro, stabilità economica, tutte quelle cose importanti e basilari e ciò che ci piacerebbe veramente fare “da grandi”, ciò che ci rende felici. Di questa scelta abbiamo voluto parlare con i ragazzi del liceo Calboli, perché in fondo è una scelta che non ti interessa soltanto a diciott’anni, ma anche a trenta o a cinquanta. 
OrgoglioNerd.it è soltanto un piccolo esempio di come un gruppo di persone unite dalla missione di diffondere la cultura nerd siano riuscite a diventare una delle realtà più grandi del settore in Italia. Per alcuni il nostro giornale è un lavoro, per altri un hobby, ma non è questo il punto. Il punto è che se si vuole davvero, e se si ha un pizzico di fortuna, una passione può diventare un lavoro, non bisogna per forza scegliere fra il proprio lavoro e ciò che ci rende felici. Perché alla fine è questo che conta, no? Essere felici, ecco cos’è per noi OrgoglioNerd.it, ed ecco cosa volevamo cercare di raccontare ai ragazzi che sono venuti ad ascoltarci. Al di là dell’università che offre più sbocchi lavorativi, al di là dello stage professionalizzante, un nerd è felice delle sue passioni, qualunque esse siano, e bisogna tenerne conto quando si sceglie il proprio futuro. 
Ovviamente la nostra mattinata dietro la cattedra non è stata soltanto discorsi barbosi sulla felicità e sullo scopo del lavoro, ma abbiamo avuto occasione di discutere con gli studenti di ciò che più ci piace, se no che festa di compleanno è? Siamo passati dai reboot diretti da Tim Burton a considerazioni su Evangelion, abbiamo cercato di ricordarci i nomi degli Street Sharks e abbiamo condiviso speranze e paure su Star Wars VII. Abbiamo raccontato di quella volta in cui Il Rinoceronte ha placcato una foca, e poi abbiamo parlato di Adventure Time per sviare la questione…ma vi ricordate di quella volta in cui il Re Ghiaccio ha scritto una fan fiction?
Non sono mancate le domande sull’organizzazione del nostro giornale, sulla vita da giornalista, curiosità che siamo stati felici di raccontare a chi potrebbe stare considerando questa professione per il proprio futuro. 
Siamo tornati alle nostre mansioni quotidiane e alle torte di compleanno felici e soddisfatti dell’affetto ricevuto e dell’interesse e partecipazione mostrati dai nostri (più) giovani interlocutori. Concludiamo ringraziando il Liceo Scientifico F.P. di Calboli ed i suoi studenti per averci ospitati. 

Giada Rossi

Laureata in Astronomia, aspirante Astrofisica. Curiosa di natura. Scrivo soprattutto di scienza, ma preferisco parlare di cani buffi.

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

  1. Magari aver potuto fare autogestione cosi! Invidio quei ragazzi! Ma… Il rinoceronte ha placcato una foca?!? Aspetto con ansia un articolo in merito! XD

  2. Recentemente ho comprato L’occhio del rinoceronte a mantova comics, tu rinoceronte non c’eri e voglio incontrarti sin da quando ho scoperto on, e ivan fiorelli è stato così gentile da farmi un disegno con dedica! ora manca solo il tuo autografo su quel libro, e presto comprerò l’altro, che credo fermamente sia bellissimo come tutto il vostro lavoro sin da quando avete iniziato! grazie on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button