Cinema e Serie TVNews

Loki: da dove nasce l’ispirazione per la TVA?

Kate Herron, regista della serie, ci illustra come ha sviluppato l'idea

La premiere della serie di Loki è arrivata su Disney+ la scorsa settimana, portando alla scoperta di aspetti del tutto nuovi del Marvel Cinematic Universe. Oltre al nuovo ‘viaggio’ di Loki (Tom Hiddleston), partito dagli eventi di The Avengers, il primo episodio ha fornito uno sguardo ampio sulla Time Variance Authority. Stiamo parlando dell’organizzazione con cui God of Mischief collaborerà con riluttanza. Uno degli aspetti più sorprendenti della TVA è la sua estetica visiva. Brandon Davis, del portale ComicBook.com, ha recentemente parlato con la regista e produttrice esecutiva di Loki Kate Herron, che ha rivelato esattamente come è nata l’ispirazione di questo stile.

Le parole della regista di Loki

“È stata una sfida davvero grande, perché questa organizzazione esiste al di fuori dello spazio e del tempo”, ha spiegato Kate Herron. “Quindi era tipo, ‘Okay, non c’è il sole. Non è su un pianeta. Quindi come posso mostrarlo?’ E qualcosa di veramente fantastico nei fumetti in cui mostrano la TVA, è che hanno quelle immagini delle scrivanie che si estendono all’infinito. Quindi è sicuramente qualcosa da cui io, il mio scenografo e il nostro team di effetti visivi abbiamo preso molta ispirazione. Quindi penso che ci siamo sicuramente ispirati ai fumetti”.

“Sono anche un grande fan della fantascienza e volevo che lo show fosse una specie di lettera d’amore alla fantascienza”, ha continuato Kate Herron nel corso dell’intervista. Per poi aggiungere: “Quindi ho rubato a tutti: Blade Runner, Metropolis, The Hitchhiker’s Guide to the Galaxy. [Ci sono] così tanti posti diversi da cui abbiamo attinto. Ero entusiasta di tirare fuori quell’idea che abbiamo visto in film come Blade Runner, ma sposarla con lo stile più classico ed eroico del Midwest. Perché la TVA sono eroici, e volevo dimostrarlo”.

Kate Herron ha infine aggiunto: “Penso che il carattere su uno dei computer sia molto simile al font sui computer in Alien. Le porte del tempo che abbiamo sono state ispirate da Dune. Quindi penso che ci siano sicuramente molti cenni che le persone che amano la fantascienza apprezzeranno, ed è stato onestamente come un parco giochi davvero divertente in cui trovarsi.”

In Loki dei Marvel Studios, il volubile cattivo (Hiddleston) riprende il suo ruolo di Dio dell’inganno in una nuova serie che si svolge dopo gli eventi di Avengers: Endgame. Kate Herron dirige e Michael Waldron è lo sceneggiatore capo della serie. Il cast, infine, include anche Owen Wilson come Mobius M. Mobius e Gugu Mbatha-Raw come Ravonna Renslayer.

Source
comicbook

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button