Intrattenimento

Emmy Awards 2019, tutti i vincitori da Fleabag a Game of Thrones

Chi ha vinto gli ambitissimi premi della televisione americana?

Nella serata di ieri si è tenuta la cerimonia di premiazione dei vincitori degli Emmy Awards 2019. Tanti i riconoscimenti assegnati ai migliori show della televisione americana in un evento che, come per gli Oscar di questo inverno, non aveva un conduttore ufficiale. Sono state molte anche le sorprese tra i premiati nella lunga nottata. Scopriamole insieme andando a vedere l’elenco dei vincitori.

Emmy Awards 2019, la lista di tutti i vincitori

Tra i nomi più importanti della nottata spicca ovviamente quello di Chernobyl. La serie evento dedicata al ben noto incidente nucleare è uno dei prodotti più apprezzati dell’anno ed ha ottenuto diversi premi. Molto apprezzata anche Fleabag che regala ben tre Emmy alla sua creatrice e interprete (più un quarto per la regia) Phoebe Waller-Bridge che ‘ruba’ il titolo alla Julia Louis-Dreyfus di Veep considerata da molti la superfavorita. Due premi anche per Game of Thrones che, nonostante le critiche alla stagione conclusiva, riesce a portare a casa il premio come Miglior Serie Drammatica.

Di seguito trovate la lista completa dei candidati agli Emmy Awards 2019, con i vincitori in grassetto.

Miglior serie drammatica

  • Better Call Saul
  • Bodyguard
  • Game of Thrones
  • Killing Eve
  • Ozark
  • Pose
  • Succession
  • This Is Us

Miglior serie commedia

  • Barry
  • Fleabag
  • The Good Place
  • The Marvelous Mrs. Maisel
  • Russian Doll
  • Schitt’s Creek
  • Veep

Miglior attrice protagonista in una serie drammatica

  • Emilia Clarke per Game of Thrones
  • Jodie Comer per Killing Eve
  • Viola Davis per How To Get Away With Murder
  • Laura Linney per Ozark
  • Mandy Moore per This Is Us
  • Sandra Oh per Killing Eve
  • Robin Wright per House of Cards

Miglior attore protagonista in una serie drammatica

  • Jason Bateman per Ozark
  • Sterling K. Brown per This Is Us
  • Kit Harington per Game of Thrones
  • Bob Odenkirk per Better Call Saul
  • Billy Porter per Pose
  • Milo Ventimiglia per This Is Us

Miglior attrice protagonista in una serie commedia

  • Christina Applegate per Dead To Me
  • Rachel Brosnahan per The Marvelous Mrs. Maisel
  • Julia Louis-Dreyfus per Veep
  • Natasha Lyonne per Russian Doll
  • Catherine O’Hara per Schitt’s Creek
  • Phoebe Waller-Bridge per Fleabag

Miglior attore protagonista in una miniserie o film

  • Anthony Anderson per Black-ish
  • Don Cheadle per Black Monday
  • Ted Danson per The Good Place
  • Michael Douglas per The Kominsky Method
  • Bill Hader per Barry
  • Eugene Levy per Schitt’s Creek

Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica

  • Gwendoline Christie per Game of Thrones
  • Julia Garner per Ozark
  • Lena Headey per Game of Thrones
  • Fiona Shaw per Killing Eve
  • Sophie Turner per Game of Thrones
  • Maisie Williams per Game of Thrones

Miglior attore non protagonista in una serie drammatica

  • Alfie Allen per Game of Thrones
  • Jonathan Banks per Better Call Saul
  • Nikolaj Coster-Waldeau per Game of Thrones
  • Peter Dinklage per Game of Thrones
  • Giancarlo Esposito per Better Call Saul
  • Michael Kelly per House of Cards
  • Chris Sullivan per This Is Us

Miglior attrice non protagonista in una serie commedia

  • Alex Borstein per The Marvelous Mrs. Maisel
  • Anna Chlumsky per Veep
  • Sian Clifford per Fleabag
  • Olivia Colman per Fleabag
  • Betty Gilpin per GLOW
  • Sarah Goldberg per Barry
  • Marin Hinkle per The Marvelous Mrs. Maisel
  • Kate McKinnon per Saturday Night Live

Miglior attore non protagonista in una serie commedia

  • Alan Arkin per The Kominsky Method
  • Anthony Carrigan per Barry
  • Tony Hale per Veep
  • Stephen Root per Barry
  • Tony Shalhoub per The Marvelous Mrs. Maisel
  • Henry Winkler per Barry

Miglior miniserie

  • Chernobyl
  • Escape at Dannemora
  • Fosse/Verdon
  • Sharp Objects
  • When They See Us

Miglior attrice protagonista in una miniserie o film

  • Amy Adams per Sharp Objects
  • Patricia Arquette per Escape at Dannemora
  • Aunjanue Ellis per When They See Us
  • Joey King per The Act
  • Niecy Nash per When They See Us
  • Michelle Williams per Fosse/Verdon

Miglior attore protagonista in una miniserie o film

  • Mahershala Ali per True Detective
  • Benicio del Toro per Escape at Dannemora
  • Hugh Grant per A Very English Scandal
  • Jared Harris per Chernobyl
  • Jharrel Jerome per When They See Us
  • Sam Rockwell per Fosse/Verdon

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film

  • Emily Watson per Chernobyl
  • Margaret Qualley per Fosse/Verdon
  • Patricia Clarkson per Sharp Objects
  • Patricia Arquette per The Act
  • Marsha Stephanie Blake per When They See Us
  • Vera Farmiga per When They See Us

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film

  • Ben Whishaw per A Very English Scandal
  • Stellan Skarsgard per Chernobyl
  • Paul Dano per Escape at Dannemora
  • John Leguizamo per When They See Us
  • Michael K. Williams per When They See Us
  • Asante Blackk per When They See Us

Miglior film per la TV

  • Black Mirror: Bandersnatch
  • Brexit
  • Deadwood
  • King Lear
  • My Dinner With Herve

Miglior regia per una serie drammatica

  • David Benioff e D.B. Weiss, The Iron Throne – Game of Thrones
  • David Nutter, The Last Of The Starks – Game of Thrones
  • Miguel Sapochnik, The Long Night – Game of Thrones
  • Daina Reid, Holly – The Handmaid’s Tale
  • Lisa Brühlmann, Desperate Times – Killing Eve
  • Jason Bateman, Reparations – Ozark
  • Adam McKay, Celebration – Succession

Miglior sceneggiatura per una serie drammatica

  • Peter Gould e Thomas Schnauz, Winner – Better Call Saul
  • Jed Mercurio, Episode 1 – Bodyguard
  • David Benioff e D.B. Weiss, The Iron Throne – Game of Thrones
  • Bruce Miller e Kira Snyder, Holly – The Handmaid’s Tale
  • Emerald Fennell, Nice And Neat – Killing Eve
  • Jesse Armstrong, Nobody Is Ever Missing – Succession

Miglior regia per una serie commedia

  • Alec Berg, The Audition – Barry
  • Bill Hader, ronny/lily – Barry
  • Mark Cendrowski, The Stockholm Syndrome – The Big Bang Theory
  • Harry Bradbeer, Episode 1 – Fleabag 
  • Amy Sherman-Palladino, All Alone – The Marvelous Mrs. Maisel
  • Daniel Palladino, We’re Going To The Catskills!  – The Marvelous Mrs. Maisel

Miglior sceneggiatura una serie commedia

  • Alec Berg e Bill Hader, ronny/lily – Barry
  • Phoebe Waller-Bridge, Episode 1 – Fleabag
  • Josh Siegal e Dylan Morgan, Janet(s) – The Good Place
  • Maya Erskine e Anna Konkle, Anna Ishii-Peters – PEN15
  •  Leslye Headland Natasha Lyonne e Amy Poehler, Nothing In This World Is Easy – Russian Doll
  • Allison Silverman, A Warm Body – Russian Doll
  • David Mandel, Veep – Veep

Miglior regia un film miniserie o speciale drammatico

  • Johan Renck, Chernobyl
  • Ben Stiller, Escape At Dannemora
  • Jessica Yu, Glory – Fosse/Verdon
  • Thomas Kail, Who’s Got The Pain – Fosse/Verdon
  • Stephen Frears, A Very English Scandal
  • Ava DuVernay, When They See Us

Miglior sceneggiatura un film miniserie o speciale drammatico

  • Craig Mazin, Chernobyl
  • Brett Johnson Michael Tolkin e Jerry Stahl, Episode 6 – Escape At Dannemora
  • Brett Johnson e Michael Tolkin, Episode 7 – Escape At Dannemora
  • Steven Levenson e Joey Fields, Providence – Fosse/Verdon
  • Russell T. Davies, A Very English Scandal
  • Ava DuVernay e Michael Starrbury, Part Four – When They See Us

Miglior reality competitivo

  • RuPaul’s Drag Race
  • The Voice
  • The Amazing Race
  • Top Chef
  • American Ninja Warrior
  • Nailed It

Miglior presentatore per un reality o un reality competitivo

  • Ellen DeGeneres per Ellen’s Game of Games
  • RuPaul per RuPaul’s Drag Race
  • James Corden per The World’s Best
  • Amy Poehler and Nick Offerman per Making It
  • Marie Kondo per Tidying Up

Miglior varietà talk show

  • The Daily Show with Trevor Noah
  • Full Frontal with Samantha Bee
  • Jimmy Kimmel Live
  • Last Week Tonight with John Oliver
  • Late Late Show with James Corden
  • Late Show with Stephen Colbert

Miglior varietà di sketch

  • At Home with Amy Sedaris
  • Documentary Now
  • Drunk History
  • I Love You per America with Sarah Silverman
  • Saturday Night Live
  • Who Is America?

Miglior regia per un varietà

  • Documentary Now!, Waiting for the Artist,
  • Drunk History, Are You Afraid of the Drunk?
  • Last Week Tonight With John Oliver, Psychics
  •  Saturday Night Live, Host: Adam Sandler
  • The Late Show With Stephen Colbert, Live Midterm Election Show,
  • Who Is America?, Episode 102

Miglior sceneggiatura per un varietà

  • Last Week Tonight with John Oliver
  • Saturday Night Live
  • Documentary Now
  • Late Night With Seth Meyers
  • The Late Show With Stephen Colbert
  • Full Frontal With Sam Bee

[amazon_link asins=’B07SRF34B2,1848426240,B07MT68GNP’ template=’ProductCarousel’ store=’bolongia-21′ marketplace=’IT’ link_id=’4cc4d12f-a64c-4718-b302-d230a3e731b0′]

redazioneon

La Redazione di Orgoglio Nerd, sempre pronta a raccontarvi le ultime novità dal mondo della cultura Nerd, tra cinema, fumetti, serie TV, attualità e molto altro ancora!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button