News

Diablo III Ultimate Evil Edition: Reaper of Souls

Facciamo un passo indietro e parliamo dell'espansione. Che è viva nonostante il tema.
L’avversario cui saremo chiamati a tener testa in questo ritorno a Sanctuary infatti è La Morte.
Fa la sua comparsa, dopo anni di mistero, Malthael, l’angelo che un tempo rappresentava la Saggezza, ha abbracciato l’essenza della Morte, ed ha un piano tutto suo su come presentare questo concetto a noi poveri mortali.
Saremo di nuovo chiamati dal buon Tyrael, e dal rinato ordine degli Horadrim a portare speranza in un mondo sempre più prossimo al collasso.

L’espansione (nella Ultimate Evil Edition è compreso sia il gioco originale che l'espansione)  porta invece ordine in quello che era diventato un gioco caotico, che aveva perso il suo scopo principale, in favore di un sistema di Casa d’Aste online , sia con soldi di gioco, che valuta reale. Tutto si era quindi limitato ad una corsa all’oro nel tentativo di commerciare sulla Casa d’Aste anziché combattere per il proprio nuovo loot leggendario, e dopo anni di mostri tritati, Blizzard stessa si è resa conto che occorreva un colpo di spugna significativo, ed un nuovo progetto su cui reggere il gioco.
Benvenuto quindi loot 2.0, e tanti saluti alla Casa d’Aste, che a Marzo 2014 ha chiuso per sempre i battenti, per entrambe le valute. Siamo quindi tornati protagonisti delle nostre scampagnate in cerca di nuovi boss, e finalmente abbiamo ricominciato a droppare oggetti con un senso per i nostri personaggi. Certamente, lo scudo con Destrezza (?!?) è ancora dietro l’angolo, ma le ore di combattimento, e boss atroci in modalità Inferno per poi non avere alcun drop, sono solo un antico ricordo, seppellito con l’ultimo Diablo che abbiamo sconfitto.

Ci piace molto questa espansione, oltre che per il nuovo sistema di ricompense, per la modalità Avventura, per ora limitata agli Incarichi ed Esplorazioni, ma che nel futuro può benissimo essere ampliata con diverse tipologie di sfida per tenere alta la nostra voglia di caccia al demone. Il gioco sembra meno ripetitivo, e ci invoglia a correre in giro per il mondo inseguendo le varie missioni che di volta in volta Tyrael ci assegna (dietro lauto compenso di esperienza e di loot).

Anche graficamente si è avuto un ritorno alle origini con ambienti tetri, una palette più cupa, e musiche incombenti, che fanno dimenticare i “colorati” fondali della scorsa avventura, decisamente  poco apprezzati dai fan più incalliti. La possibilità poi di poter cambiare il proprio look, dalla forma dei pezzi, al colore, è davvero molto interessante, ed abbiamo passato diverso tempo a sperimentare per avere armature sempre più grosse e cattive per i nostri Crociati.
Già, perché questa è la nuova classe giocabile, un cavaliere che ci riporta in mente il vecchio Paladino, grande e grosso con uno scudo immenso in una mano, ed un’arma a due mani nell’altra, che si fa avanti tra le fila nemiche a colpi sacri ed esplosioni di fuoco. Un personaggio corazzato decisamente centrale come supporto per il party, ed in grado di tirare sonori pugni ai boss che incontreremo nel nuovo Quinto Capitolo.

Sarà veramente la fine?
O solo il preludio di qualcosa di cui ci hanno spoilerato sia Tyrael che “La Strega” ?? Quelloc he possiamo dirvi è che che questa versione di Reaper of Soul contenuta nella Ultimate Evil Edition merita, convince e esalta. 

La Ultimate Evil Edition è la versione più completa e migliorata di Diablo III attualmente in circolazione per next gen, il sistema di controllo è stato ricostruito all'ombra del pad e l'aggiunta dell'adventure mode alla fine degli atti riesce a dare quel giusto tocco di innovazione.
Certo, non è Diablo 2, ma se volete Diablo 2 è ancora lì e nessuno ve lo potrà mai togliere, se volete qualcosa di nuovo prego, l'espansione è qui per voi.

Ti potrebbero interessare anche:

Un commento

  1. da amante del vecchissimo D1 con colonne sonore epiche, il Fabbio e Wirt ancora vivi e tante altri chicche sono daccordo
    RoS ha riallineato il gioco sullo STILE Diablo, certo, l’hanno reso “giocabile” da una fascia più ampia, ma raggiunto Tormento >3 non si ride e scherza più tanto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button