Intrattenimento

2013: Next Generation

Erano ancora gli anni ’90 quando il pelato capitano della Enterprise ci faceva sognare di mondi lontani, e viaggi stellari, e quel termine Next Generation, voleva dire che prima di cena avremmo avuto la nostra dose quotidiana di Phaser e Curvature.
Oggi, ad un passo dall’imminente Fiera E3 2013, Next Generation significa molte cose. Quello che più colpisce, senza  voler restare affascinati dalle imponenti capacità meramente tecnologiche dei due supporti di Sony e Microsoft, è il fatto che da ambo i produttori sia stata annunciata una vera e propria “rivoluzione nell’uso” del nostro medium da salotto (o camera) preferito.
Fino a qualche anno fa, Playstation e XBOX erano nomi che venivano associati a ragazzini/e che giocavano le loro avventure preferite, sportive o fantastiche che fossero, e la cosa si limitava a quello. Intrattenimento ludico al 100%, scambio di cd/dvd/blu-ray con gli amici fidati, o coi colleghi, “hai giocato questo? Hai comprato quell’altro? Magnifici! “ etc etc…

Negli ultimi anni, sulle nostre console sono atterrati invece una serie di servizi differenti da quello che è il puro e semplice gaming. Musica, video musicali, film sono stati integrati nei nostri sistemi, avvicinando il giocatore ad un’esperienza differente. E’ possibile attraverso il proprio supporto, giocare, come l’ascoltare musica o vedere un film, con amici, fidanzati/e, famiglia (poi torniamo su questa parola). Il giocatore è passato quindi da “gamer” a “consumer”. Sia chiaro, consumatori lo siamo sempre stati ovviamente, ma su di noi ora ci sono occhi diversi. Si sono accorti che anche il videogiocatore ha una vita (strana a volte, ammettiamolo), amici, parenti, un partner. Si punta ora ad utilizzare la macchina come possibile punto di aggregazione anche per chi non condivide la passione digitale, ma vuole solo svagarsi. Questa centralità ha portato quindi a ripensare il modo in cui sono state concepite le due nuove figlie: PS4, e XBOX ONE ( Xboxxone, viste le dimensioni direi, e sono preoccupatissimo di quanto sarà grossa la “cugina” nipponica). Entrambe non solo continueranno ad avere pieno supporto per tutti i contenuti extra, ma hanno promesso e mostrato sul palco di avere ben chiara tutta una serie di servizi con cui spremer..hem.. divertirci. Puntano molto sul lato social network, condivisione, cloud, e sulla carta annunciano buone iniziative, che sarà poi da vedere bene come e quando saranno davvero rese efficienti. Famiglia, dicevo, sembra questo il nuovo target, che vorrebbe quindi vedere la consolle diventare un vero e proprio entertainment-center, fulcro intorno al quale far ruotare tutto il divertimento di casa, probabilmente in rete con gli altri pc da cui magari attingere contenuti streaming, foto delle vacanze comprese, con cui probabilmente incolleremo tutti i parenti ed amici, anche quelli che pensavano che nel 2013 non sarebbero mai più stati bloccati a casa di qualcuno dalla minacciosa frase “venite da noi che vediamo insieme le foto del viaggio in Egitto?”
Nei miei pensieri cinici, me li vedo alcuni servizi sul suolo nostrano: PS4, posso mettere in pausa e mandare il filmato di come ho steso un boss a tutti i miei amici. Pausizzo, prendo il filmato, mando, hum… adsl.. attendere prego… attendere prego… caricando….caricando… … TV su XBOX ONE, abbiamo preso accordi con canali sportivi, vedrete tutto integrato nella nuova interfaccia, e potrete interagire nel programma, attraverso il vostro smartphone, e tablet. No ma non in Italia, intendevamo per gli US…

Non c’è giorno che non preghi che questo non accada. Ma il mio gemello malvagio e cinico è li che aspetta al varco, conscio di quello che è già successo nella precedente generazione, in attesa di una sonora e piacevolissima smentita.
Le due acerrime nemiche, non se la sono mandata a dire, ma nelle rispettive presentazioni non hanno mancato di peccare entrambe su punti fondamentali per gli astanti, e per chi li ha seguiti in podcast successivamente, tutti smanianti di mettere gli occhi su questi miracolosi prodotti della tecnologia videoludica. Sony, alla presentazione della nuova PS4, ha pensato che NON portarsi dietro la PS4 fosse una buona mossa. Tipo una coppia che fa una festa per annunciare un matrimonio, ma la sposa non è presente perché aveva palestra per rendersi bella al matrimonio. Microsoft, ci ha portato la consolle, dalla forma “monolitica”, e parlato di tutti i servizi, ma a livello di nuove P.I. ed esclusive praticamente nulla. Tipo volerci invitare ad un esclusivo weekend in agriturismo ma senza portare le foto illustrative di dove stiamo andando.
Per entrambe vale il tormentone: Vi faremo vedere di tutto nel prossimo futuro, vedrete al E3 !
Ecco appunto, vi aspettiamo tutti al E3, e…
…avete per caso notato, che in un intero articolo su DUE console per videogiochi, non è mai comparsa la parola videogioco ?

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

  1. I verbi! D:
    ..i ..verbi..

    vi trovaste smarriti
    se doveste avere dei problemi

    scusate il grammar nazi ma dai nerd ci si aspetta una certa padronanza della lingua: non possiamo cadere sui fondamentali! O:

  2. Infatti… quoto in pieno l’ultima frase (concetto già accennato nelle news di qualche giorno fa, sempre sulla presentazione della nuova xbox…). Ecco perchè ho sempre preferito la filosofia Nintendo: poco fumo e tanto arrosto!!

  3. Beh.. in verità ci sono vari video di vari giochi per la PS4. Non è stata mai nominata la parola videogioco perchè non c’è niente da discutere su esso essendo un articolo basato su un pensiero che critica l’altra parte delle nuove console. Comunque detto questo speriamo che almeno una delle due sia veramente una console da videogamer e non un Xboxxone da salotto e da famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button