Cinema e Serie TVCultura e SocietàNews

Weinstein rischia 140 anni di carcere dopo le accuse di casting couch a Los Angeles

Dopo la condanna a 23 anni di reclusione, nel nuovo processo di Los Angeles, l'ex produttore di film Weinstein rischia 140 anni di carcere

Harvey Weinstein ha aggredito sessualmente giovani donne che speravano di farcela a Hollywood
Sono state queste le forti accuse mosse dai PM di Los Angeles nella giornata di ieri contro l’ex produttore cinematografico.
L’avvocato di Weinstein, difendendo il suo assistito, ha dichiarato che chi lo accusa in realtà ha preso parte volontariamente al “casting couch“, con l’intento chiaro di dare uno slancio alla carriera cinematografica.

Che cos’è il casting couch?

Non è altro che un abuso di potere, vero e proprio.
Il termine viene utilizzato quando chi ha la possibilità di assegnare ruoli di spicco all’interno dell’industria cinematografica, chiede in cambio prestazioni sessuali ad attori e attrici.

Negli anni, i casting couch hanno generato numerosi scandali sessuali in diversi campi, dal mondo del cinema, a quello della musica, dalla televisione alla politica.
L’affermarsi di questi scandali di natura sessuale e l’eco che hanno avuto soprattutto sui media, ha portato alla nascita di sottogeneri dell’industria pornografica, chiamati appunto “casting couch“.

Harvey Weinstein, che 5 anni fa è diventato il volto nero sul quale si è abbattuto il movimento #Metoo, oggi sta scontando 23 anni di reclusione nel carcere di New York, dopo le accuse di crimini sessuali.

Le denunce nei suoi confronti e l’indignazione hanno dato vita al movimento #Metoo, grazie al quale decine e centinaia di volti noti dello schermo e del cinema hanno trovato il coraggio di denunciare abusi simili.

Weinstein P2 1024x738


Il processo a Los Angeles

Adesso l’ex produttore è sotto processo a Los Angeles. Su di lui pendono ben 11 accuse di stupro e aggressione sessuale, accuse che Weinstein respinge dichiarandosi non colpevole.

Durante il processo a suo carico, il vice procuratore distrettuale Paul Thompson ha garantito prove ed ha citato diverse donne. Quest’ultime hanno affermato che Weinstein le ha invitate nelle stanze d’albergo per presunti incontri di lavoro tra il 1991 e il 2015.

I racconti emersi durante il processo sono stati espliciti e dettagliati. Tutto ciò servirà per indagare a fondo e capire quanto successo in quegli anni tra l’ex produttore e chi lo accusa.

“Ad Hollywood il sesso era una merce, il divano del casting è noto. Tutti lo hanno fatto, perché ognuno vuole qualcosa dall’altro.” Con queste parole l’avvocato di Harvey Weinstein Mark Werksman ha cercato di difendere il suo assistito davanti ai giudici californiani.

“Guardatelo – ha aggiunto Werksman – Non è Brad Pitt o George Clooney. Pensate che quelle belle donne abbiano fatto sesso con lui perché è sexy? No. Lo hanno fatto perché era potente.”

L’avvocato Werksman, inoltre, ha fatto notare come ciascuna delle persone che denunciava il suo assistito, avesse mosso contro di lui delle accuse soltanto una volta scoppiato il movimento #Meetoo e non prima.

Il vice procuratore Thompson, dal canto suo, ha precisato durante il processo il perché delle mancate denunce nei confronti dell’ex produttore.

Secondo il vice procuratore, nessuno degli accusatori ha denunciato pubblicamente Weinstein subito dopo l’abuso subito perché temevano che Weinstein “potesse schiacciare le loro carriere”. 

Mostrando alla giuria i poster dei film “Pulp Fiction” e “Shakespeare in Love” e di altre produzioni di Weinstein, Thompson ha citato testuali parole riferendosi a chi accusa l’ex produttore:

“In quel momento, lui era la persona più potente del settore. Era il re.”

WireAP 56dca1beb8d34edc962545402517a45d 16x9 992


70 anni d’età e 140 anni di carcere

Weinstein, che oggi ha 70 anni, è stato condannato per reati sessuali a New York nel febbraio 2020. Successivamente è stato estradato da New York in una prigione di Los Angeles nel luglio 2021.

A New York, l’ex produttore attende il processo d’appello contro la condanna a 23 anni di reclusione. Se condannato per tutte le accuse che sono state mosse contro di lui, a Los Angeles Harvey Weinstein potrebbe rischiare fino a 140 anni di carcere.

Offerta
Cuffie da gioco per PS4 PS5 PC Xbox One, Cuffie PS4 con microfono, 3D Surround Sound, cancellazione del rumore, LED RGB, nero
  • Compatibilità multipiattaforma: queste cuffie da gioco con una presa audio da 3,5 mm sono compatibili con PS4, PS5, PC, Xbox One, Xbox One S/X, computer portatili, Mac, tablet, telefoni. Quando si collega alla PS4/PS5 non è necessaria alcuna configurazione, basta collegare e il gioco è fatto. Il jack USB alimenta solo le luci RGBcon la corrente.
  • Stereo Surround Sound: le cuffie da gioco dispongono di un eccellente cancellazione del rumore e di un driver al neodimio ad alta precisione da 50 mm, un suono 3D stereo surround che garantisce un campo sonoro vivido, un suono chiaro e una piacevole sensazione sonora. Con queste cuffie PS4 sarai avvantaggiato e potrai portate il tuo gioco al livello successivo.
  • Microfono per la cancellazione del rumore: il microfono per cuffie da gioco utilizza la più recente tecnologia di cancellazione del rumore per rimuovere il rumore e trasmettere una comunicazione di alta qualità. Il microfono può essere girato di 120° e ruotato di 360° e registra i rumori ad alta sensibilità, consentendo di inviare o ricevere messaggi chiari durante un gioco senza ritardi.
  • Confortevoli cuffie da gaming: cuffie da gioco con comfort superiore e buona permeabilità all'aria, i cuscinetti proteici Over Ear hanno grandi prestazioni e capacità di dissipazione del calore, per garantire che ogni giocatore possa godere del comfort ottimale durante una lunga sessione di gioco. Le cuffie PS4 sono dotate di archetto regolabile adatto per ogni giocatore.
  • Migliore esperienza di gioco: cavo intrecciato ad alta resistenza, anti-groviglio, con pulsanti di controllo del volume e pulsante muto, che consente di regolare facilmente il volume e di disattivare il microfono. Le cuffie da gioco con luce LED RGB creano una meravigliosa atmosfera di gioco.

Autore

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button