Cultura e SocietàIntrattenimentoNews

Warner Bros. ha posticipato Dune di Denis Villeneuve

Il film tratto dal romanzo di Herbert, debutterà un mese più tardi

Warner Bros. ha posticipato di un mese l’uscita del film Dune di Denis Villeneuve. Se in un primo momento la pellicola doveva uscire negli Stati Uniti il 20 novembre, ora il debutto ufficiale è programmato per il mese successivo, il 18 dicembre. La casa di produzione ha rivelato in seguito che al posto di Dune, il 20 novembre debutterà un film-evento ancora top secret.

In un secondo momento, Warner Bros. ha annunciato il biopic di Baz Luhrmann su Elvis Presley, il cui titolo ufficiale non è ancora stato rilasciato. Tutti gli amanti di Forrest Gump (1994, regia di Robert Zemeckis) avranno l’opportunità di assistere un’altra volta all’incontro tra Tom Hanks ed Elvis Presley. Hanks infatti impersonerà il manager del Re, il Colonnello Tom Parker. L’attore Austin Butler, che vedremo nei panni di Tex Watson nell’imminente pellicola di Quentin Tarantino C’era una volta a… Hollywood, reciterà invece nei panni del cantautore; ma di questo biopic ne abbiamo già parlato in un altro articolo.

Ricordiamo che Dune sarà un film di fantascienza basato sull’omonimo romanzo del 1965 scritto da Frank Herbert. La regia è stata affidata a Denis Villeneuve, che si occuperà anche della sceneggiatura assieme a Eric Roth (A Star is Born, Forrest Gump) e a Jon Spaihts (Doctor Strange). Il cast, di tutto rispetto, comprende: Jason Momoa, Stellan Skarsgård, Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson, Oscar Isaac, Josh Brolin, David Dastmalchian, Dave Bautista, Zendaya Coleman, Javier Bardem, Stephen Henderson e Charlotte Rampling. Il film verrà distribuito nelle sale cinematografiche in formato IMAX e in 3D.

Il regista

Denis Villeneuve, classe 1967, è un regista e sceneggiatore canadese. Tra i suoi lavori troviamo Prisoners (2013), con Hugh Jackman e Jake Gyllenhaal, Enemy (2013), Sicario (2015) e Blade Runner 2049 (2017). Villeneuve è stato candidato all’Oscar al miglior film straniero nel 2010 e all’Oscar al miglior regista nel 2017.

Source
collider

Nicolò Monti

Lettore e gran bevitore di caffè, rigorosamente non zuccherato. Appassionato di storie ambientate in Scandinavia e in Islanda. Divoratore di musica nel tempo libero.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button