Cinema e Serie TVFeatured

Tutti gli easter egg dei primi due episodi di WandaVision

Abbiamo guardato la nuova serie Marvel col taccuino alla mano per segnarci curiosità e citazioni. Ecco quello che abbiamo trovato

WandaVision è appena arrivata su Disney+ ed è zeppa di riferimenti ed easter egg dei fumetti Marvel e della TV americana. La prima serie in streaming dell’MCU si presta molto a citazioni e piccole curiosità, che arricchiscono la visione per gli amanti degli eroi Marvel. Ma anche per chi è appassionato di sit-com all’americana, che fanno da sfondo alle vicende della coppia strega-androide più potente dell’universo Marvel.

Abbiamo analizzato al nostro meglio le due puntate, confrontandoci in redazione e attingendo da mille fonti sul web: questi sono tutti gli easter egg più interessanti che abbiamo trovato. Da qui in avanti, aspettatevi spoiler sulle prime due puntate di WandaVision.

SPOILER ALERT: Non leggete oltre prima di aver visto i primi due episodi della serie

WandaVision: i migliori easter egg

Parte di essere orgogliosi del proprio essere Nerd è il piacere di pensare alla pop culture con tantissima attenzione e serietà. Forse anche più di quanta ne hanno messa gli autori. E sebbene Marvel ci abbia abituato a essere attentissima ai dettagli, alcuni dei riferimenti che abbiamo trovato potrebbero essere coincidenze. Quindi abbiamo cercato di fare una cernita e trovare solo i migliori easter egg delle prime due puntate.

Ispirati dalle sit-com americane

La prima cosa che si nota guardando WandaVision è che, per qualche ragione non ancora spiegata, l’universo Marvel è diventato una sitcom. E non una qualsiasi: gli autori stanno citando le migliori serie americane della storia. La prima puntata richiama serie anni ’50 come The Dick Van Dyke Show e soprattutto I Love Lucy. Specie nel finale sorridendo verso la telecamera sul divano ma anche per la trama incentrata sulla vita da casalinga dal carattere prorompente.

wandavision easter-egg i love lucy
Copyright Marvel Studios

La seconda puntata arriva invece negli anni ’60, con la sigla animata che ricorda alcune serie al femminile di quegli anni. Il richiamo più diretto è con Bewitched (in italiano Vita da Strega) e I Dream of Jeannie (Strega per amore). La trama con la magia al centro ricorda queste serie, mentre il fatto di vedere la coppia in camera da letto (seppur pudicamente) spiega il cambio della censura dopo il 1960. Infatti si passa dai letti separati come negli anni ’50 (I Love Lucy) a unirli, segnando il passaggio di generazione fra una puntata e l’altra. Il finale in cui la coppia acquista colore potrebbe essere un riferimento alla mutazione di queste serie, partite in bianco e nero per finire in Technicolor.

A proposito della sigla animata in stile Bewitched della seconda puntata di WandaVision, abbiamo trovato degli easter egg davvero interessanti. Nei disegni abbiamo scovato l’elmo del Sinistro Mietitore, fratello di Wonder Man (da cui nei fumetti Ultron copia gli schemi mentali di Visione). Durante la spesa, abbiamo scovato il cartone di latte Bova Milk: Bova è la mucca antropomorfa che fa da nutrice ai piccoli Wanda e Pietro.wandavision easter egg-min (1)

WandaVision: gli easter egg nelle pubblicità

L’atmosfera da sit-com di WandaVision si vede anche nell’inserzione di finte pubblicità nei due episodi. Oltre ad essere perfettamente in linea con le réclame degli anni (il tostapane per gli anni ’50 e l’orologio accompagnato da una grande dose di sessismo per gli anni ’60), richiamano vecchie conoscenze del mondo Marvel.

ToastMate 2000 richiama direttamente le Stark Industries, con un riferimento chiaro al papà di Iron Man. Ma va ancora più a fondo: nella serie di fumetti The Visiondi Tom King e Gabriel Hernandez Walta si fa spesso riferimento a una battuta fra due tostapane senzienti. Una battuta che allude alla natura di Visione, che non a caso è stato costruito proprio da Tony Stark. E lo slogan “Dimentica il tuo passato, questo è il tuo futuro” probabilmente rivela qualcosa sulla trama che si svilupperà in questa stagione.

WandaVision easter egg tostapane
Copryright Marvel Studios

La seconda pubblicità pubblicizza l’orologio Strucker. Non è solo perché Marvel non voleva pagare i diritti a Rolex: il Barone Strucker è uno dei pezzi grossi dell’HYDRA, l’organizzazione avversaria degli Avengers e dello S.H.I.E.L.D. il cui logo compare nella cassa dell’orologio. Nel MCU, è proprio il Barone ad aver condotto esperimenti su Wanda e suo fratello Pietro per dar loro dei poteri (diversamente dai fumetti).

Marvel WandaVision Wanda & Vision Series Poster Felpa
  • Official Marvel Merchandise
  • Marvel Studios T-Shirts for Men, Women, Boys, and Girls; Marvel WandaVision T-Shirts; Wanda Maximoff T-Shirts; Scarlet Witch T-Shirts; Vision T-Shirts; Wanda and Vision Tee Shirts; Marvel Shirts
  • 241 g, taglio classico, collo rinforzato con nastro in twill

Tutti  i riferimenti a S.W.O.R.D. in WandaVision

Chi sta creando questo mondo di fantasia in stile sit-com? Visti i poteri, potrebbe essere la stessa Wanda, un nemico sconosciuto o chissà cos’altro: per adesso non lo sappiamo (anche se abbiamo qualche sospetto). Di sicuro però sappiamo chi sta osservando. Nella serie si vedono più volte riferimenti a S.W.O.R.D., l’agenzia sorella dello S.H.I.E.L.D. che protegge la Terra dagli alieni. Vediamo il simbolo con la spada alla fine della prima puntata, sul quaderno e sullo schermo del computer di chiunque stia guardando lo show.

wandavision sword cattivo-min
Copyright Marvel Studios

Ma anche sull’elicottero giocattolo che Wanda trova fra le rose del giardino nella seconda puntata e sulla tenuta del personaggio misterioso circondato da api alla fine dell’episodio.

A proposito: gli unici due elementi colorati in queste puntate sono l’elicottero e il sangue del taglio alla mano della “super-casalinga” che terrorizza Wanda: un richiamo al rosso di Scarlet Witch? Probabile, anche se il riferimento più evidente è quando scopriamo alla fine della puntata che il vestito della strega era rosso, anche se non lo potevamo sapere in bianco e nero.

Easter egg: i riferimenti ai fumetti di WandaVision

Di recente abbiamo scritto un articolo con i fumetti da leggere per prepararvi a WandaVision. Se ancora è presto per parlare della trama, sui riferimenti ci abbiamo azzeccato. Sono tre i richiami più chiari, che fanno riferimento ai fumetti più importanti sulla coppia. Il primo fa riferimento a House of M, citata nella bottiglia di vino che bevono nella prima puntata. L’etichetta legge “Maison de Mépries”che tradotto letteralmente significa “casa del disprezzo” ma che richiama la Casa di M in francese.

wandavision_house_of_m_wine-min
Copyright Marvel Studios

Un altra citazione sottile ma intenzionale è nel look di Vision, che porta una cravatta che sembra richiamare direttamente la serie di Tom King The Visionin cui l’androide vive una vita in periferia. Anche il portico della casa è praticamente uscito inalterato da quel fumetto. In quel caso il numero civico era 616 perché era la linea temporale di Terra-616. Qui è 2800: un indizio?

Ma il richiamo più grande è nella seconda puntata: i nomi da mago e assistente che sceglie la coppia sono Illusion e Glamor, i due prestigiatori che abitano vicino alla coppia nella serie The Vision and Scarlet Witch volume 2. Inoltre il bacio che si scambia la coppia a fine puntata ricorda molto una panel di quella serie, che dal trailer sembra venga citata anche in nuovi episodi.

wandavision easter egg
Copyright Marvel Comics

Una data importante o solo un easter egg di WandaVision?

Nella prima puntata della serie la coppia ha segnato sul calendario una data importante: il 23 agosto. Ci siamo scervellati senza trovare un riferimento fumettistico particolare, se non che in quella data Kevin Feige annunciò alcuni comprimari della serie nel D23 del 2019. Ci viene però in aiuto IGN, che ipotizza che la data possa essere un numero dei fumetti, letto all’americana. Quindi #238 che nella serie Avengers è quando Visione viene riattivato.

wandavision easter-egg calendario

Nella serie si rivela invece essere la data per l’appuntamento con il capo di Visione, la cui moglie è interpretata da Debra Jo Depp, celebre per una sitcom americana storica: That 70s Show.

WandaVision: personaggi ricorrenti

Una cosa impossibile da non notare è che, tolti i protagonisti, l’unico personaggio che torna in due puntate è Agnes, interpretata da Kathryn Hahn. Questo ha fatto sospettare a molti che potrebbe trattarsi di una figura fondamentale del passato di Wanda, la strega Agatha Harkness (che con un po’ di fantasia, ha un pronuncia simile).

Nella serie appare anche Geraldine, che sembra possa essere Monica Rambeau, la figlia di Maria in Captain America. Che sia cresciuta e divenuta un agente dello S.W.O.R.D.?

Perché l’esagono?

Infine, anche se non è un vero e proprio easter egg, vi segnaliamo questa cosa: perché continuano a esserci esagoni? Dalla luna nella sigla animata, fino ai titoli di coda della serie, continua a comparire questo elemento. È solo un richiamo alle sei Gemme dell’Infinito (magari proprio quella della Mente, che fu parte di Visione) o c’è qualcosa di più?

wandavision esagono

A proposito dei titoli di coda: avete notato il nome di Abe Brown? È il nome di un compagno di università di Peter Parker nella serie e compare in Homecoming. Che sia dietro queste sit-com dall’aria sempre più terribilmente sospetta?

Lo scopriremo nel resto della serie, con ogni probabilità. Che siano indizi o solo riferimenti, ci è piaciuto trovare easter egg in WandaVision e lo faremo anche nelle prossime settimane. Se ne avete trovati altri ditecelo su Facebook: magari avete trovato qualcosa che ci è sfuggito. Alla prossima puntata.

Marvel WandaVision Wanda & Vision Retro Clip Maglietta
  • Official Marvel Merchandise
  • Marvel Studios T-Shirts for Men, Women, Boys, and Girls; Marvel WandaVision T-Shirts; Wanda Maximoff T-Shirts; Scarlet Witch T-Shirts; Vision T-Shirts; Wanda and Vision Tee Shirts; Marvel Shirts
  • Leggera, taglio classico, maniche con doppia cucitura e orlo inferiore

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button