News

Top Ten: Serial TV per Nerd di nuova generazione.

Torniamo a poca distanza dalla nostra Top Ten dedicata ai Cartoon di nuova generazione per omaggiare questa grande novità di Orgoglio Nerd, la Top Ten appunto. Mentre attendiamo quella dedicata agli Anime, ebbene ci sarà, vi proponiamo quella dedicata ai Serial TV che, secondo noi, formeranno i Nerd di domani.
Tre classifiche per festeggiare una compagna che ci seguirà per molto tempo! I serial presi in esame sono strettamente "after 2000", da non confondere con il Format Sit-Com, come ad esempio How i met your Mother o Big Bang Theory.

{Posizione 11 – I grandi esclusi } Partiamo in maniera non molto ortodossa, dalle esclusioni. Se non volete Spoiler tornate qui alla fine. In 12 anni di Serial ne sono usciti molti degni di essere visti, perciò qualche taglio doloroso abbiamo dovuto farlo. Uno su tutti il nostro Boris, vera perla Italiana di satira televisiva. Anche Chuck di Josh Schwartz sarà assente (non basta mettere un Nerd in una serie per farla diventare una serie Nerd), o My Name is Earl (concluso troppo casualmente) anche Fringe e Lost non ci saranno, non abbiamo creduto sufficiente una sceneggiatura che prevede dei viaggi nel tempo per trasformare il tutto in un prodotto "imperdibile da un Nerd". Supernatural è diventato troppo per "fangirls", scartato. Breaking Bad è da Nerd, ma non insegna ad esserlo, quindi nemmeno lui, di Community non ci fidiamo ancora e The Walking Dead, non batte il fumetto. BattleStar Galactica, Star Trek e Doctor Who non sono stati presi nemmeno in esame invece, perchè considerati facente parte di un filone iniziato nel millennio scorso. Comunque, guardateli, quelli sì che sono imperdibili!

{Posizione 10 – Game of Thrones} Winter is Coming! La serie rivelazione HBO ha conquistato tutto il popolo Nerd, si può dire sia la vera prima serie Fantasy (Low) ad avere un riscontro così forte nel panorama di settore e visto il capolavoro dal quale è tratta e il fatto che lo scrittore di quel prodotto stia supervisionando tutto abbiamo deciso di darle fiducia.
Scegliete quindi la vostra "Casata" (in redazione gli Stark vanno per la maggiore) e state pronti a tifare per il vostro beniamino (sperando che non tiri le cuoia troppo presto) perché nel Gioco dei Troni tutto è un capriccio di G.R.R. Martin. La serie non è ancora conclusa ma ci sentiamo di scommetterci sopra e se non tradirà il lavoro fatto fino ad ora, per i posteri Nerd, sarà imperdibile! E' stupido paragonare la serie televisiva ai tomi dai quali è tratta, e non saremo quindi noi a farlo di certo, si tratta di format troppo differenti. Dal nostro canto siamo fan sia dell'uno che dell'altra, in maniera differente si intende. Di certo i libri saranno in un ipotetica lista di letture per il Nerd di domani!

{Posizione 9 – Sherlock} Liberamente tratta dalle opere somme di Sir Arthur Conan Doyle e creata da Steven Moffat e Mark Gatiss racconta le vicende di Sherlock Holmes ambientate ai giorni di oggi. La serie è interpretata da Benedict Cumberbatch (Holmes e futura voce di Smaug) e Martin Freeman (Watson e attuale Bilbo Baggins). Basterebbe il nome di Freeman a trasformare per magia il serial in un concentrato di Nerdume, ma fortunatamente il peso di questa "magia" non cade tutto sulle sue spalle. Siamo di fronte ad una delle versioni meglio riuscite (ma non per questo fedele) del famoso investigatore, farcita di rimandi molto fini ai lavori di Conan Doyle, talmente fini che è richiesta una buona dose di Nerderia per coglierli. Sherlock rappresenta "l'intelligenza su tutto", valore che per noi Nerd è sacro.

{Posizione 8 – Better off Ted} Non vi diciamo nemmeno come è stata ribattezzata in Italia questa splendida serie, se c'era qualcuno in grado di raccogliere la fiaccola comica lasciata cadere da Scrubs si trattava proprio di Better Off Ted. Proprio come la serie medica era infatti spumeggiante, affiatata e girata a camera singola, poteva esplodere in un successo ma si è rivelata troppo di settore per piacere al grande pubblico, solo due stagioni purtroppo. Il vero colpo di genio era a metà di ogni episodio, la finta pubblicità che rimarcava il tema della puntata. Veridian Dynamics, per voi.

{Posizione 7 – Park and Recreation} Due parole: Ron Swanson. Potremmo concludere qui, ma invece continuiamo: questa serie nata nel 2009 sembra ispirata da 30 Rock e, come essa, affonda le mani nel Saturday Night Live. Park and Recreation racconta le bizzarre vicende di Leslie Knope interpretata da Amy Poehler, vice direttrice del dipartimento della manutenzione dei parchi pubblici di uno sperduto paesino americano. La serie ha una regia perfetta in stile mockumentario, con i personaggi che si rivolgono direttamente alla camera per esprimere le loro opinioni, siamo di fronte ad un gioiello alla sua quarta stagione.

{Posizione 6 – Curb Your Enthusiasm} Chi non conosce Seinfeld, la serie TV, ha probabilmente sbagliato sito. Ma possiamo porvi rimedio: Seinfeld è scritta e prodotta da Larry David ed è una delle forme più alte di comicità televisiva americana, sarcastica e cattiva con un finale da Oscar. Curb Your Enthusiasm è scritta e interpretata dallo stesso Larry David e anche qui, dopo otto stagioni, riusciamo ancora a goderci il graffiante cinismo del suo protagonista. Larry è un esempio di quanto l'intelligenza possa essere una maledizione in un mondo di idioti e scommettiamo che ogni Nerd capisce benissimo cosa intendiamo dire.

{Posizione 5 – The Middleman} L'uno per cento di voi conoscerà questa serie, deceduta dopo solo 12 Episodi. Middleman è giunto anche in Italia però e basta dire che si conclude con un Fumetto per far capire la serietà della questione. I riferimenti fumettistici, anche incredibilmente esagerati, spuntano ad ogni battuta. Siamo al livello di citazione di una linea di testo presente in The Dark Knight Returns per intenderci, non ci meravigliamo che abbia chiuso, è veramente per pochi eletti. La trama lineare ma coinvolgente racconta di Middleman, vigilante che si occupa di scienziati pazzi e robot assassini e che sta addestrando la sua spalla, Wendy, che dovrà sostituirlo. Da ABC Studios è stata trasmessa nel 2008 in USA e l'anno successivo in Italia. Il nostro consiglio è procurarvela e divertirvi a cogliere tutte le tracce disseminate per la trama.

{Posizione 4 – 30 Rock} Siamo negli studi televisivi della NBC, al numero 30 della Rockefeller Plaza di Midtown Manhattan, nella splendida New York. Il serial racconta del dietro le quinte di The Girlie Show, un po' come il nostro Boris parla delle vicende che il pubblico non vede, ciò che accade dietro la telecamera. Lo Show, quello vero non quello finto, è scritto da Tina Fey, autrice del Saturday Night Live e gran parte delle gag raccontate sono ispirate a storie di vita vissuta sul famoso set. In 30 Rock si respira la stessa aria che ha dato vita a The Blues Brothers, Animal House e Ghostbuster, la magia anni 80.

{Posizione 3 – Bored To Death} Jason Schwartzman, Zach Galifianakis e Ted Danson sono i grandi attori di questo Noir metropolitano, ambientato a New York ( e dove sennò). L'Arte della sceneggiatura raggiunge i suoi massimi livelli in questo capolavoro, nostalgico, romantico e malinconicamente comico. Scritto da Jonathan Ames racconta le vicende di Jonathan Ames (già), scrittore e sognatore che s'improvvisa detective privato nel suo tempo libero, ispirato dai suoi romanzi gialli coinvolgerà anche il suo editore e il suo migliore amico, un fumettista. Bored To Death si è concluso nel 2011 dopo tre stagioni mirabilmente confezionate, l'ultima è inedita in Italia ma vale la pena godersele in lingua originale.
E' una serie unica nel suo genere, capace di farti innamorare della scrittura e di ciò che è capace di farti fare. Consigliata ai Nerd Scrittori.

{Posizione 2 – Scrubs} Otto stagioni che hanno influenzato profondamente la vita di ogni Nerd dotato di un po' di cuore. Scrubs ha rivoluzionato il genere, ci ha commosso e fatto ridere, ci ha fatto capire che tutto deve finire, anche le cose belle. L'unico serial che è capace di associare tragicità e comicità in un'unica scena, un vero capolavoro di poesia che, nonostante qualche rara puntata "ignorabile", ci regala una vera boccata di aria fresca e ci fa capire che "diverso" è possibile. Personaggi indimenticabili come Percival Cox, il Sudaticcio Ted o lo stesso J.D. accompagneranno chi li ha amati per lungo tempo e siamo sicuri che faranno un po' la differenza per i Nerd di domani.
La nona stagione non esiste, si conclude tutto con "The Book Of Love", e anche se vi sembra che questa serie ci sia sempre stata vi diciamo che è cominciata nel 2001, nata da un'idea di Bill Lawrence.

{Posizione 1 – Firefly}  You can't take the Sky from me. Ci hanno tolto Firefly ma noi lo porteremo sempre nel cuore. Non c'entra il fatto che sia un'opera di Joss Whedon (The Avengers), Firefly era un capolavoro anche prima dello Shawarma, un capolavoro "Steampunk", Western e Fantascienza in un unico film, un sogno ad occhi aperti guidato da Nathan Fillion, un Nerd grande e grosso che tutti conosciamo. Firefly si conclude dopo solo 15 episodi per scarsi ascolti, nessuno poteva immaginare in realtà che il popolo Nerd lo richiedeva a gran voce, purtroppo però quel popolo non guarda la TV, perciò ancora niente da fare. Firefly chiude con Serenity, un film/riassunto che tuttavia lascia l'amaro in bocca. Ancora adesso, dopo dieci anni, anche se tutto il cast è un po' più grassoccio, desideriamo un ritorno della serie leggendaria e ingiustamente conclusa.Un simbolo.

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

  1. vi amo perché avete messo Firefly e in posizione 1 ma non mi è chiaro perché Breaking Bad non c’è in quanto ” è da Nerd, ma non insegna ad esserlo” (?)

  2. incredibile che abbiate messo sia Better off Ted che The Middleman, pensavo di essere l’unico a conoscerlo, Firefly al primo posto… perfetto!

  3. io ci metterei decisamente The Big Bang Theory, anche solo per tutti i riferimenti che fanno, che a seconda di quanti ne cogli ti rendi conto di essere più o meno un Nerd terminale.
    Poi, anche se molti storceranno il naso, ci infierei anche Castle – Detective tra le righe. Non è nerd per eccellenza ma il protagonista lo è, pur essendo figo e di successo =)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button