IntrattenimentoLifestyle

Un Lupo Mannaro italiano a Londra

Per quanto si possa essere affezionati e possessivi del proprio territorio (so cosa state pensando, no non urino sulla porta di casa mia) restare sempre nello stesso luogo alla fine risulta noioso e soprattutto preclude la mente dal fare nuove esperienze. Come diceva un famoso detto “la rana del pozzo non conosce il grande mare”, chi si fossilizza solo in un luogo oltre a restare all’oscuro di quante cose si perde rischia addirittura di peggiorare la sua ignoranza tramite l’informazione disinteressata, che rischia peraltro di affidare le sue conoscenze a fonti poco attendibili o peggio su banali stereotipi che non rispecchiano la realtà e, anzi, spesso possono risultare offensivi. Purtroppo nel nostro paese c’è ancora molta gente che al massimo è stata nel paese a fianco, che non sarebbe neanche un problema  in sé, alla fine son scelte di vita, però questo non gli da il diritto di  rompere i cosidetti a chi invece preferisce vivere la propria vita in modo diverso.
Questa gente infatti, in modo speciale chi vive in paesi piccoli dove tutti conoscono tutti, ti guardano come un pazzo o un alieno se anche solo pensi di voler uscire dai confini italici. Come diceva quel Signor lupo di mio nonno “meglio bestia che stupido!”.  

Sapete che ringhiare contro certa gente è un mio dovere morale, mi viene d’istinto.  A me piace viaggiare: ogni viaggio è un po’ un avventura con posti nuovi da vedere e  nuove persone da conoscere, e il fatto di avere un bel manto peloso aiuta nel fare amicizia, almeno fino a quando non vedono i canini appuntiti.
Ed è per questa mia voglia di "trasferte" che ho saltato una Luna Piena, vi sono mancato lo so.
Nei miei viaggi ho visto tante cose, ma essendo un lupo mannaro Nerd, oggi vi voglio parlare di un argomento in particolare: i prezzi. Più precisamente una cosa che mi ha colpito molto sono i prezzi di videogiochi e DVD usati a Londra. Ho scelto Londra perché rispetto a altri paesi europei da me visti come Germania e Francia è il posto dove ho trovato le maggiori differenze. Londra è una bella cittadina, le sue atmosfere notturne e quella sua aria di mistero la rendono un bell’habitat per una creatura della notte come me. Ma questa non è una guida ai migliori posti per ululare di Londra, quindi passiamo a quello che ci interessa.

Nonostante le differenze sfavorevoli del cambio fra sterlina ed euro, a Londra troviamo dei negozi dell’usato davvero convenienti. Ormai si sa dato che i soldi son sempre meno per tutti, l’usato è diventato fondamentale nella vita di un Nerd, anche perché fortunatamente le condizioni in cui i prodotti sono venduti sono quasi sempre ottime. Per chi non ha problemi con l’inglese trovare DVD e Blu-Ray  a prezzi vantaggiosi è molto facile specialmente se non cercate le novità, ma anche in quel caso c’è una differenza col nuovo di minimo 5 euro se siete fortunati.
Il vero affare però lo si fa con i videogiochi, dato che nella stragrande maggioranza dei casi sono multilingua quindi comprendenti anche l’italiano. Iniziamo col dire che in Inghilterra non esistono i Gamestop, dato che la compagnia ha deciso di vendere solo online nel territorio britannico. Esistono altre catene come i Game, molto simili come concezione al Gamestop, ma uno dei migliori è il Cex dove vendono solo usato e si trovano delle vere e proprie occasioni. Oltre questi esistono molte altre catene minori o anche negozietti singoli che vendono per conto proprio. Partiamo comunque dal fatto che in Inghilterra un gioco nuovo appena uscito non supera i 60 euro di spesa all’incirca, ma se avete la fortuna di trovarlo usato anche pochi giorni dopo l’uscita lo troverete almeno a 10 sterline di meno come ho visto di persona per ben 2 giochi usciti in quel periodo.

I giochi più vecchi anche di pochi mesi invece diminuiscono di prezzo a velocità impressionante, trovandoli anche sui 15-20 euro e vi assicuro che non era nulla di troppo vecchio, un esempio è Soul Calibur V che costava all’incirca 15 sterline, un'occasione. Insomma la domanda che mi faccio quindi è perché "qua da noi" certi giochi non scalano mai di prezzo? Sempre al caro Gamestop troviamo gli usati di giochi appena usciti con al massimo 5 euro in meno del nuovo e questa situazione dura anche per mesi e mesi. Senza contare giochi vecchi con prezzi inspiegabilmente alti. Ma quel che è peggio sono le offerte del “portaci dentro due giochi che ti scontiamo un gioco nuovo!”  peccato che i due videogame che devi portare devono a loro volta essere usciti nel giro di pochissimo tempo, e che quindi costano un sacco, inoltre (come al solito) in un angolo quasi invisibile del foglio promozionale ti scrivono che non tutti i giochi verranno presi! Insomma la situazione è decisamente più rosea per gli amici inglesi, e non ci mettiamo neanche a parlare dei siti anglossasoni di vendita online, sarebbe troppo facile.
Un ultima cosa che anche se non centra ci tengo a dire prima di chiudere su Londra: odio quei maledettissimi semafori, sono la lentezza fatta oggetto! Bene gente con questa chiudo e alla prossima luna piena.

Da non perdere questa settimana su Orgoglionerd

 

🐲House of the Dragon: la Westeros che (ri)conosciamo
 
🎰 Gainax, lo studio che creò Evangelion, dichiara bancarotta
 
🏴‍☠️Lorenzo Simonelli vince ancora in nome di One Piece
 
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

 

Autore

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

  1. Sono molto più internazionali di noi e la cultura dei videogiochi è molto più diffusa che da noi. Probabilmente in inghilterra si trovano negozi di videogiochi e dvd anche nei paesi più piccoli, mentre in Italia sono una rarità anche nelle grandi città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button