Letteratura e fumetti

PaperManzoni: l’omaggio di Giunti Editore al grande scrittore italiano

PaperManzoni è un omaggio dal mondo dei paperi ad Alessandro Manzoni, a 150 anni dalla sua scomparsa. In libreria da oggi, 17 maggio, con Giunti Editore

TOP AUTHOR

Sono trascorsi 150 anni dalla scomparsa di Alessandro Manzoni, l’autore de I Promessi Sposiil romanzo che ha accompagnato almeno una parte del percorso scolastico di ogni italiano. Per celebrare questa importante ricorrenza, Giunti pubblica da oggi, 17 maggio, PaperManzoni, il nuovo volume Disney ispirato al grande Autore e al suo celebre romanzo.

I personaggi Disney incontrano di nuovo la letteratura italiana

PaperManzoni

Sull’onda dei successi di TopoPrincipe PaperDante, bestseller dei titoli dedicati a Dante del settore bambini, PaperManzoni vuole essere un omaggio gentile e raffinato all’autore milanese. Lo fa attraverso il racconto illustrato inedito scritto da Augusto Macchetto, con i disegni di Giada Perissinotto e Lorenzo Pastrovicchio, coppia di artisti anche nella vita e recenti…promessi sposi! E gli splendidi colori di Andrea Cagol

PaperManzoniideato e sviluppato interamente in Italia, è inoltre arricchito da un’interessante parte redazionale che introduce il lettore non solo a Manzoni, ma anche all’universo di ispirazione manzoniana che emerge dal racconto. Completa questa parte il ricco backstage, che mette in luce il processo che ha portato alla creazione delle bellissime illustrazioni e alla definizione dei loro colori.

Ideale complemento del racconto illustrato è I Promessi Paperi, che chiude il volume: una storia a fumetti ormai iconica, una delle più celebri parodie letterarie disneyane, pubblicata sul settimanale Topolino nel 1976 e scritta da Edoardo Segantini con i disegni di Giulio Chierichini.

PaperManzoni è un volume di 128 pagine – 34 racconto illustrato, 74 storia a fumetti, cartonato con trancia metallizzata, nel formato 17,8 x 24,8 cm, a un prezzo di €14,90.

La storia di PaperManzoni

PaperManzoni descrive un immaginario episodio di vita di Alessandro Manzoni, ambientato a cascina Costa, sulle sponde del Lago di Lecco. Protagonista è il piccolo Alessandro (Paperino), che torna in questi luoghi tanto amati insieme allo zio un po’ burbero (Zio Paperone), per riabbracciare la sua governante Caterina (Nonna Papera), che si è occupata di lui fin da piccolo. Qui ritrova il caro amico Tonio (Paperoga), compagno di tante corse e avventure. I due, nel pieno di un autunno dorato, tra l’odore della nebbia e della polenta cotta nel camino, osservano una foglia che sembra proprio non volersi staccare dal ramo: “Sarà magica?” si chiedono. Amelia la fattucchiera, poco lontano, osserva la stessa foglia. Lei sa che è magica: fino a che non si staccherà, infatti, l’inverno non potrà cominciare.

Questa foglia sarà proprio l’elemento simbolico e conduttore del racconto: in un mondo tutto da scoprire, visto con gli occhi di chi non sa e quindi inatteso e straordinario, si snoda un racconto di complicità e amicizia fatto di strade che si incontrano, si rincorrono, si dividono per poi ritrovarsi e non lasciarsi più.

Uno spunto reale per una storia fantastica

Lo spunto narrato è reale: infatti, Manzoni ha passato la sua infanzia in campagna in una cascina vicino a Galbiate, nei pressi del lago di Lecco, affidato alle cure della sua balia Caterina Panzeri. Anche PaperManzoni si apre con un ramo… ma in questo caso non è quello del lago, ma di un albero che sembra fatato. Quello rappresentato nell’inedito racconto Disney è un luogo del cuore per il piccolo Manzoni, dove incontra personaggi e vive momenti che poi saranno magistralmente ritratti nel romanzo che scriverà “da grande”.

Dicono di PaperManzoni

Partiamo con la dichiarazione di Veronica Di Lisio, Direttore di Divisione Disney ed editoriale per Giunti Editore.

In questo racconto, per gioco e con affetto, abbiamo riportato un giovane Alessandro Manzoni sui prati della sua infanzia e lo abbiamo circondato dalla magia provata da ogni bambino e ogni bambina di fronte al mondo. Un mondo visto con gli occhi pronti a stupirsi per ciò che di straordinario ha da offrire. Se fossimo capitati da quelle parti, forse avremmo visto un bambino spettinato, con le guance rosse dopo aver corso con gli amici. Da grande, Alessandro avrà rimpianto quei giorni? Gli saranno stati di ispirazione, nello scrivere le sue opere? La magia dell’essere bambini che guardano il mondo con curiosità e innocenza e la genuinità dell’amicizia, capace di superare anche gli ostacoli più difficili, sono tra gli ingredienti che renderanno dolce e commovente la lettura di PaperManzoni.

Veronica Di Lisio

Quando è arrivata la proposta di una storia su Alessandro Manzoni, mi è venuta subito voglia di spettinarlo un po’Si sa, nei ritratti è sempre distinto, azzimato, molto a modo. Ma possibile sia stato anche un bambino così compìto? O, come tutti, avrà combinato le sue marachelle, si sarà macchiato il vestito, sarà rincasato scarmigliato? Perché, tra le righe de I Promessi Sposi, si legge anche una gran voglia di ribellarsi, di fare proprio quello che non ti vogliono far fare. Allora ho immaginato un bimbo un po’ arruffato, allegro, irrequieto: era un piccolo Paperino. Ed ecco che i capelli sono diventati piume, e PaperManzoni ha subito cominciato a correre. Qualcuno lo fermerà a colpi di “non s’ha da fare”, mi sono detto, ma io di sicuro no…

Augusto Macchetto, autore del racconto

 I Promessi Paperi, una tra le parodie letterarie Disney più famose

Gli appassionati di don Lisander saranno certo felici di poter rileggere I Promessi Paperi. Una parodia letteraria Disney tra le più celebri e amate, che chiude il volume. In questa storia, pubblicata dal 1976 ad oggi in numerosi Paesi del mondo, troviamo personaggi divertenti e memorabili. Paperenzo (Paperenzo) e Lucilla Paperella (Paperina), La Scocciatrice di Monza (Brigitta), Don Paperigo, i Bravotti (Bassotti) e tanti altri. Una storia memorabile e divertentissima, ambientata in una Milano contagiata dallo scoppio… delle poste.

Mercoledì 24 maggio, alle 18,30, in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dalla morte di Alessandro Manzoni, PaperManzoni sarà presentato al Circolo dei Lettori di Milano. In un palco d’eccezione: la dimora milanese del grande scrittore, Casa Manzoni, in via Gerolamo Morone 1. Interverranno Veronica Di Lisio e gli autori.

Gli autori

E ora parliamo degli autori di questo tributo a Manzoni.

Augusto Macchetto: lo scrittore del racconto inedito PaperManzoni

Partiamo da Augusto Macchetto, sceneggiatore Disney, è autore e   traduttore di numerosi libri per bambini. Nasce in Lagos e cresce in Piemonte, luogo di immaginazione e di ricordi. Riservato, di poche parole e velati sorrisi, Augusto riesce sempre a lasciare quel sapore di poesia in tutto ciò che scrive. Nel 1996 il suo esordio in ambito fumettistico per L’Economia di Zio Paperone (allegata al giornale Il Sole 24 Ore). Tra le sue sceneggiature anche quelle per W.I.T.C.H., Topolino e Paperino.

Giada Perissinotto

Di Giada Perissinotto invece possiamo dire che è una vulcanica disegnatrice di fumetti Disney, nasce a Roma e incontra l’Accademia Disney nel 2001. Collabora da subito con il magazine W.I.T.C.H. contribuendo con energia ed entusiasmo a tutti i progetti correlati. Nel 2002 la sua prima storia su Topolino Amelia e il blobbo devastatore. Nel 2003 disegna la sua prima storia del progetto PK. Giada è nota anche per avere contribuito alle storie dell’universo di Paperino Paperotto.

Lorenzo Pastrovicchio

Tocca ora a Lorenzo Pastrovicchio. Uno degli autori Disney più rinomati dell’attuale generazione, si è formato presso l’Accademia Disney. Il suo esordio è stato con una storia a fumetti pubblicata su Minni & Company, Le GM e le mamme al campo. A questa ha fatto poi seguito la sua prima storia su Topolino nel 1997, Paperino e lo scambio alla dispari. Lorenzo ha successivamente disegnato per le principali serie di successo a fumetti Disney da PK a X-Mickey, da DoubleDuck fino alla recentissima Diary of a Wacky Knight. Il suo inconfondibile tratto è capace di raccontare al meglio le scene d’azione nel rispetto del classico stile Disney.

Andrea Cagol

Concludiamo infine con Andrea Cagol. Artista, colorista e graphic designer, nasce a Bolzano e ora vive in Val Pusteria circondato dalle alte vette delle Dolomiti e da cieli senza confini. Il suo animo poetico e sognatore lo porta a incontrare nel 1996 l’Accademia Disney, dove frequenta un corso di illustrazione. Nel 2003 gli viene assegnato il premio Topolino d’Oro nella Convention degli artisti Disney, per i disegni del volume Un Mondo di Amicizia.

Augusto, Giada e Andrea sono anche autori dei successi Disney PaperDante e TopoPrincipe, editi nel 2021 da Giunti nella collana Letteratura a Fumetti.

Da non perdere questa settimana su Orgoglionerd

🐈 Il primo trailer di Catnado (sì, è esattamente quello che stai pensando)
 
🤘 Tenacious D: Jack Black cancella il tour dopo la battuta di Kyle Gass su Donald Trump
 
📽 I Fratelli Russo dirigeranno i prossimi film degli Avengers, è quasi certo
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

  • Alessio Riccardi

    Amante di giochi da tavolo, giocatore di Magic della prima ora, divoratore compulsivo di mostre. Se c'è un gioco da tavolo nelle sue vicinanze, probabilmente vi inviterà a fare una partita insieme!

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button