Cinema e Serie TVFilmHotNews

Nuove regole per gli Oscar dopo il caso Andrea Riseborough

L’organizzazione che si occupa del cinema e delle arti, l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, ha annunciato lunedì le nuove regole e disposizioni per la 96a cerimonia degli Oscar. Tra le novità ci sono le precisazioni sulle campagne, un aspetto cambiato dopo la sorpresa della campagna di Andrea Riseborough che le ha fatto ottenere una candidatura come miglior attrice.

Dopo Andrea Riseborough cambiano le regole degli Oscar

Da ora in poi, le norme dell’Academy riconoscono formalmente eventi e incontri privati tra i membri. Come quelli che alcuni nomi della sezione attori hanno organizzato per mostrare il film di Riseborough, To Leslie, ad altri elettori degli Oscar. Tuttavia, non li considerano come eventi ufficiali per la promozione dei film. Quindi è proibito agli studios finanziarli, organizzarli o appoggiarli.

L’Academy ha anche fatto chiarezza sulle regole sull’uso dei social media, un altro mezzo della campagna di base di Riseborough che ha fatto discutere. I membri possono usare i social media ma non per parlare di preferenze di voto, decisioni, strategie o requisiti di eleggibilità.

La campagna di Riseborough, basata sui questi strumenti e rivolta direttamente ai membri per un film poco conosciuto, le ha fruttato una Nomination. L’Academy sembra voler limitare i post come quello di Frances Fisher su Instagram che invitava i membri a vedere il film e a non votare per lei perché altre attrici (ne ha nominate quattro) erano “sicure”.

Oscar 2023: vincitori e polemiche

L’Academy ha anche ridotto il numero di proiezioni “ospitate” (di solito da una celebrità o da un regista) a un massimo di quattro nella fase uno e le ha eliminate del tutto dopo le Nomination. E ha poi portato diverse altre novità per regolamentare maggiormente le campagne.

Il caso Riseborough e queste nuove regole sottolineano come le nomination agli Oscar dipendano da moltissimi fattori, non solo la qualità del film. Prima di tutto bisogna far sì che chi vota lo possa vedere, qualcosa di complicato per film con poco budget come To Leslie. Dovremo aspettare l’anno prossimo per capire come queste regole impatteranno le nomination.

Amazon Fire TV Stick Lite con telecomando vocale Alexa | Lite, il nostro lettore multimediale HD più conveniente
  • La versione più conveniente di Fire TV Stick - Goditi uno streaming rapido in Full HD. Include il nuovo telecomando vocale Alexa | Lite.
  • Ideale per nuovi utenti - Accedi a film e programmi TV gratuiti dalle app, come RaiPlay e YouTube.
  • Configurazione semplice e design discreto - Inseriscila in un ingresso sul retro della TV, accendi quest'ultima e connettiti a Internet per avviare la configurazione.
  • Premi e chiedi ad Alexa - Usa la voce per cercare e guardare contenuti su varie app.
  • Intrattenimento senza limiti - Goditi la visione di migliaia di film ed episodi di serie TV su Netflix, YouTube, Prime Video, Disney+, NOW, DAZN, Mediaset Infinity, RaiPlay e altri, e ascolta migliaia di brani musicali. Potrebbe essere necessario un abbonamento separato.

Da non perdere questa settimana su Orgoglionerd

🐈 Il primo trailer di Catnado (sì, è esattamente quello che stai pensando)
 
🤘 Tenacious D: Jack Black cancella il tour dopo la battuta di Kyle Gass su Donald Trump
 
📽 I Fratelli Russo dirigeranno i prossimi film degli Avengers, è quasi certo
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Source
Deadline

Autore

  • Stefano Regazzi

    Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, Nerd da prima che andasse di moda.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button