Intrattenimento

Netflix regala l'albero di Natale a Roma e Stranger Things pensa alle decorazioni

Quest'anno è stata la piattaforma di streaming a prendere il controllo della situazione addobbi e lucette natalizie per far bello l'albero nelle capitale.

L’albero di Natale 2017 della città eterna non è stato eterno affatto. Anzi, non è arrivato intero neanche al giorno di Natale, iniziando già da prima a perdere aghi e rami. Si è così guadagnato il soprannome di Spelacchio. Ma quest’anno è arrivata Netflix a salvare il Natale di Roma, decidendo di regalare alla capitale un verdissimo albero da decorare e addobbare. Proprio in queste ore Spelacchio 2.0 sta prendendo il proprio posto al centro di Piazza Venezia. Ma una nuova sorpresa è arrivata per l’albero più famoso di sempre. Infatti sembra proprio che le decorazioni che saranno applicate sull’albero quest’anno arriveranno direttamente dal Sottosopra. Scopriamo insieme cosa hanno mandato fino a Roma i ragazzi di Stranger Things.

Spelacchio 2: il nuovo albero di Natale di Roma targato Netflix

La campagna pubblicitaria di Netflix per il suo regalo di Natale alla capitale è iniziata con la pubblicazione di uno spot molto simpatico. Pino Insegno dà la voce al grande protagonista di questo Natale 2019: Spelacchio 2. Ecco in tutto il suo splendore mentre annuncia il suo ritorno a Roma.

Ma Netflix non conclude qui con i video dedicati al nostro ceppo natalizio più famoso del web, e coinvolge anche il cast di Stranger Things. Infatti, come ha detto Spelacchio, l’albero ha partecipato anche alle riprese di Stranger Things, e i ragazzi della serie non potevano ignorarlo. E eccoli allora a omaggiare Spelacchio regalando e imballando loro stessi le decorazioni, ma soprattutto le luci, che vedremo accese l’8 dicembre 2018 in Piazza Venezia.

E voi andrete a vederlo acceso, illuminato e addobbato?

Source
YoutubeYoutube

Lucilla Tomassi

Dipendente dalle serie tv, amante del cinema, futura giornalista (si spera), potteriana persa, studentessa per hobby.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button