Cinema e Serie TV

Netflix pensa ad un franchise in stile Harry Potter o Star Wars

Il colosso dello streaming punta ad espandersi ancora di più puntando su nuove idee

Netflix ha già prodotto un’ampia varietà di film originali. Tuttavia, secondo Tendo Nagenda, vice presidente dei film originali dello streamer, c’è ancora molto spazio per crescere. “Stiamo guardando i film di avventura a livello di PG per il grande pubblico come qualcosa in cui vogliamo entrare”, ha detto Nagenda a The Hollywood Reporter. “Qualcosa sulla falsariga del primo Star Wars, o di Harry Potter 1 e 2. Un sacco di film per famiglie di azione, fantasia, spettacolo che pensiamo siano grandi e possano fare grandi cose. Una storia di tipo Jumanji. Questa è la prossima frontiera”, ha aggiunto.

Tendo Nagenda a caccia di nuove idee

Un progetto che potrebbe porre Netflix in un concorrenza ancor più forte con gli studi tradizionali, ma Tendo Nagenda ha risposto: “Bene, lo consideriamo come quello su cui non sono concentrati gli studi. Nuove idee”. Per poi aggiungere: “Vogliamo incoraggiare i grandi talenti a pensare in quel modo. George Lucas ha creato Star Wars – non era basato su un libro. Se hai quel tipo di immaginazione – come i Wachowski con The Matrix – ci sentiamo come se fossimo il posto giusto per cogliere l’occasione per quei tipi di idee grazie a registi innovativi”.

Netflix è entrato nel mercato cinematografico originale nell’ottobre 2015 con Beasts of No Nation. Da allora, il servizio di streaming ha prodotto un ampio catalogo di film che vanno da The Irishman a Extraction a The Kissing Booth. Il loro più recente successo, The Old Guard, è sulla buona strada per raggiungere 72 milioni di famiglie entro le sue prime quattro settimane dal rilascio.

Netflix ora consente agli utenti di guardare i loro contenuti preferiti più velocemente o più lentamente a seconda delle loro preferenze. Secondo un rapporto di The Verge, la piattaforma di streaming è pronta ad offrire diverse velocità per i contenuti visivi. “Siamo consapevoli delle preoccupazioni di alcuni creatori”, ha detto a The Verge il portavoce di Netflix. “È per questo che abbiamo limitato la gamma di velocità di riproduzione e richiediamo ai membri di variare la velocità ogni volta che guardano qualcosa di nuovo”. Per poi chiarire: “Anziché fissare le loro impostazioni in base all’ultima velocità che hanno usato”. Il gigante dello streaming sta consentendo velocità 0,5, 0,75, 1,25, 1,5 su dispositivi mobile Android.

The Irishman
  • Brandt, Charles (Author)

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button