News

La gnomopopea di Mistero e l’intervista a Davide La Rosa!

Torna il nostro autore, recentemente molto impegnato con la realizzazione della sua nuova serie a fumetti "Le Suore Ninja" in collaborazione con Vanessa Cardinali. Le Suore Ninja sono il sequel di "Zombie Gay in Vaticano" presentato l'anno scorso a Lucca, e quest'anno invece, sempre a Lucca, presenterà per conto di Star Comics il numero 0 delle Suore Ninja. Se non volete perdervi la presentazione sappiate che sarà il 2 Novembre, dalle ore 11.00 alle 12.00, presso la Camera di Commercio 2 – Sala dell’oro, noi ci saremo sicuramente! Intanto eccovi la nostra intervista a Davide:

ON:  Com'è nata la collaborazione con Nicola Pesce Editore per la nascita del nuovo romanzo di Dan Braun?

Davide La Rosa: Ero a Napoli, al Comicon, 2010… ero errabondo tra gli stand e conobbi Andrea Mazzotta (direttore editoriale di “Nicola Pesce Editore” e persona molto aperta mentalmente)… gli dissi: “Non è che vi interesserebbe un libro disegnato male e scritto peggio?” e lui disse “Certo mandami qualche idea”… così misi insieme alcune idee che avevo e gliele mandai. Gli piacquero.

ON:
Parlaci della realizzazione del Romanzo di Dan Braun, quanto tempo ci hai messo a disegnarlo?

D: Ci ho messo un sacco. Nel senso… fare il libro in se non è stato lungo… ci ho messo due o tre mesi. Il problema è che mi sono trovato davanti ad una cosa nuova (ovvero una storia così lunga) ed ero intimorito… ansia da prestazione… e avevo paura ad iniziare. Poi mi sono fatto coraggio ed ho iniziato (anche perché se fosse stato il contrario ora non saremmo qui a parlare del libro).

ON: Come ti vengono in mente le tue famose battute? hai un momento particolare della giornata oppure un posto speciale in cui pensarci?

D: “Famose battute” grazie… non sapevo fossero famose… non sapevo neanche che fossero battute 😉 Comunque mi vengono a casaccio… delle volte a casa quando mi metto a fare i fumetti (improvviso molto) e altre volte ai semafori o in fila alla cassa della Coop.

ON: Quali sono per te gli elementi che una buona storia di stampo umoristico deve avere per forza?

D:
Bella domanda. Non ne ho idea. L'umorismo è una cosa strana. Non credo debba avere una cosa fissa. L'umorismo, per me, è quella cosa che uno ride.

ON: Sappiamo che stai preparando per la Star Comics il seguito di Zombie Gay in Vaticano, ovvero le Suore Ninja, ci puoi dare qualche succosa anticipazione in anteprima?

D: Sì, sto preparando “Suore Ninja” (ai pennelli, o quello che usa, c'è Vanessa Cardinali… già autrice dei disegni di “Zombie Gay in Vaticano”). Sarà una serie, edita dalla “Star Comics” di 6 numeri e il primo numero sarà appunto “Zombie Gay in Vaticano”… solo che è molto più ampliato e succederanno un sacco di cose in più… in tutta la serie succederanno un sacco di cose… ma proprio tante eh. Spero piaccia al pubblico (anche perché i fumetti li si fanno per il pubblico… ovvio)… è una serie “Coraggiosa” e sto avendo massima libertà nello scrivere storie e battute e, visti i temi trattati, è una specie di miracolo… merito della “Star Comics” e al mio Editor Giuseppe Di Bernardo per questa apertura.

ON:
Come molti grandi film fanno tu implichi la possibilita di un seguito di Dan Braun, ce lo puoi confermare che ci sarà oppure ancora non lo sai?

D:
Sì, il finale è aperto apposta. Ho già pensato, molto a grandi linee, su cosa vertirà… ci saranno ovviamente sempre i ninja ed una o più minacce… e sarà ambientato anche questo nella provincia di Como… sul mio adorato lago 🙂

ON:
Com'è cambiata la tua vita dopo aver scoperto lo gnomo armato d'ascia?

D:  
*________* è cambiato tutto.

ON:
Dai a noi puoi confessarlo, il vero motivo per  cui parli tanto della chiesa è perchè ai provini per entrare a farne parte ti hanno scartato come un mero concorrente di X factor vero?

D: E questa cosa voi come la sapete? Siete degli abili detective!

ON: Sappiamo che recentemente hai tenuto un corso insieme ad altri autori per insegnare a disegnare male, qual'è il tuo consiglio per i giovani che vogliono imparare a disegnare male come te?

D:
Sono 10 anni che io ed Emiliano Mattioli (e delle volte pure Luca Speroni) teniamo in giro per l'Italia questi corsi. Per imparare a disegnare male ci sono varie tecniche… ai giovani dico: disegnate con la mano che non usate per scrivere (se siete ambidestri siete spacciati); usate un'altra parte del corpo per tenere la matita (tipo il naso) oppure fatevi colpire da ictus mentre state disegnando.

ON: Infine chiudiamo con una domanda sul futuro, si sta avvicinando il 21 dicembre 2012, data apocalittica secondo i Maya come ben sai, secondo te qual'è la cosa peggiore che tu possa pensare come calamità finale del nostro pianeta?

D:
Bè, c'è una puntata speciale di “Mistero” in diretta… peggio di così cosa può succedere?

ON: Bene grazie mille per averci dedicato un pò del tuo tempo Davide, per finire puoi salutarci come se fossi un ospite di Voyager?

D:
Ma grazie a voi… vi voglio bene.

Vi lasciamo a un nuovo entusiasmante fumetto dedicato proprio allo gnomo armato d'ascia!

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button