Cinema e Serie TVHotNewsSerie TV

L’importanza del “nuovo look” di Ahsoka

Perché il personaggio interpretato da Rosario Dawson veste bianco?

Alla fine del quinto episodio, l’ultimo uscito su Disney+, Ahsoka Tano ha un look particolare: la vediamo in bianco, come non succedeva dal finale di Star Wars: Rebels. Perché? Non si tratta di un semplice omaggio a Gandalf e i Balrog non c’entrano nulla. La risposta potrebbe giacere nelle profondità del canone delle serie animate – e avere un impatto importante nel percorso del personaggio.

SPOILER ALERT: Parleremo dell’episodio cinque di Ahsoka e della serie animata Star Wars: Rebels

Ahsoka in bianco: perché nell’episodio 5 ha cambiato look?

Dopo aver visto l’episodio cinque della serie su Disney+, molti fan si sono chiesti il significato di questa puntata piena di metafore e poteri astrali della Forza. La risposta, con ogni probabilità, ha diverse sfumature che scopriremo solo continuando a guardare la serie. Ma questa analisi di Collider evidenzia un dettaglio particolarmente interessante, dal forte valore simbolico: Ahsoka si veste di bianco.

Qui il Link della Super – Promozione Disney+ a 1,99€ al mese, scade domani 20 Settembre

Qualcosa che ci sembra spiegare bene il contegno particolare di Rosario Dawson nel ruolo, attingendo alle avventure di Ahsoka Tano in Star Wars: Clone Wars prima e Rebels poi.

Un’Ahsoka diversa

Da quando Ahsoka Tano, interpretata da Rosario Dawson, è apparsa in live-action nella serie The Mandalorian, molti fan non hanno più visto la Ahsoka che conoscevano. Il suo atteggiamento compito stonava con il personaggio pieno di energia di Clone Wars. E i suoi abiti scuri erano in netto contrasto con il mantello bianco che indossava nell’epilogo di Star Wars Rebels.

ahsoka finale-min

L’apparizione di Anakin Skywalker (Hayden Christensen) nell’episodio 4 Fallen Jedi e ora in The Shadow Warrior ha però spiegato ai fan perché Ahsoka era diversa (o almeno in parte, come vedremo). Il flashback delle battaglie accanto al suo Maestro Jedi ci ha messo davanti agli occhi una realtà che, forse anche per via dell’animazione di Clone Wars, forse non ci ricordavamo: Ahsoka inizia a combattere che è praticamente una bambina.

Il trauma di lottare ancora da giovanissima Padawan, non in un’avventura sporadica ma in una guerra con tantissime perdite fra cloni e Jedi, non poteva che giocare un ruolo fondamentale nello sviluppo psicologico del personaggio. Un trauma che forse Ahsoka non ha saputo processare fino a diventare questa nuova e più pacata versione adulta di sé interpretata da Rosario Dawson.

Ma c’è un altro fattore da considerare: l‘essere stata l’apprendista di Anakin Skywalker, soprattutto considerando quello che Anakin è diventato. Il cattivo per eccellenza: Darth Vader. Qualcosa che Baylan Skoll (Ray Stevenson) ricorda più volte alla Jedi. Che in qualche modo sembra non volere insegnare nulla a Sabine, forse proprio perché sa quello che il suo Maestro è diventato: non vuole fare a qualcun altro quello che Anakin ha fatto a lei.

Qui il Link della Super – Promozione Disney+ a 1,99€ al mese, scade domani 20 Settembre

La lezione di Anakin

Durante la puntata cinque, Anakin dice di voler insegnare ad Ahsoka una lezione importante: deve decidere se “vivere o morire”. Ma molti fan (noi compresi) stanno faticando a capire quale sia effettivamente il peso di questa lezione.

Un utente su Reddit (tramite StarWarsNews) spiega che forse quello che doveva far morire era Anakin, in modo che Ahsoka potesse vivere. Uscendo di metafora, dovrebbe lasciare andare il ricordo del passaggio del suo Maestro al Lato Oscuro per continuare a guardare avanti. Lei non è Anakin: può insegnare a Sabine la via della Forza, può fare del bene senza cedere al male.

Ahsoka la bianca nuovo look-min

Anakin, quindi, rappresenta il senso di colpa che Ahsoka deve lasciare andare, la parte di sé che deve uccidere. Ma la Jedi non lo uccide davvero: lo lascia andare dopo averlo portato indietro dal lato buono della Forza. Non vuole dimenticare Anakin: vuole ricordare la sua parte migliore, quella che ha concretizzato la profezia e ucciso l’Imperatore (dimentichiamoci per un secondo della trilogia sequel, come sembra che Disney e LucasFilm stesse stiano facendo per ora).

Quando torna dal Mondo fra i Mondi, Ahsoka veste in bianco per dimostrare questa consapevolezza. Ora può essere una Maestra per Sabine Wren senza la paura di ripetere gli errori di Anakin. L’intera atmosfera cambia quando Ahsoka ritorna ai suoi abiti bianchi, con il mondo intorno a lei illuminandosi. Il bianco rappresenta la sua accettazione di chi è veramente.

E i risultati si vedono. Non solo riesce a tranquilizzare tutti, ma anche a farsi accettare dai Purrgil per raggiungere Sabine, Ezra e per combattere quello che resta dell’Impero.

L’incarnazione della Figlia

C’è però un’altra spiegazione del contegno di Ahsoka, che non ha nulla a che fare con i sensi di colpa – ma con il suo straordinario modo di sentire la Forza. Durante Clone Wars, c’è un arco che ci mostra tre figure potentissime legate alla Forza (e che avevamo messo fra gli episodi consigliati per un rewatch, anche se non credevamo fosse tanto importante). L’arco narrativo di Mortis ha quasi toni religiosi e introduce il Padre, il Figlio e la Figlia, ognuno rappresentante un aspetto diverso della Forza.

Il Figlio incarna il Lato Oscuro, mentre la Figlia è il Lato Chiaro, una figura potente ma modesta. Il Padre rappresenta l’equilibrio tra questi due opposti. Portano Anakin, Obi-Wan e Ahsoka sul loro pianeta per testare se Anakin, il Prescelto, potrebbe prendere il posto del Padre, il quale sta morendo. Ma il Figlio tradisce tutti e uccide Ahsoka, e in seguito pugnala anche la Figlia, che trasferisce la sua essenza vitale a Ahsoka per resuscitarla, rendendola un faro del Lato Chiaro.

Questo lo dimostra anche il fatto che il Convor (una specie di gufo nativo di Mortis) Morai, prima compagna della Figlia, vola ora accanto ad Ahsoka e compare in momenti cruciali della sua storia. Appare sia in The Clone Wars, Rebels e persino The Mandalorian.

ahsoka mondo tra i mondi finale episodio 4 spiegato-min
Ahsoka, Ezra e Morai in Star Wars: Rebels

Con parte dell’essenza vitale della Figlia dentro di sé, Ahsoka diventa più saggia e vicina alla Forza, pur conservando parte del suo carattere.

Ahsoka in bianco è un faro per il Lato Chiaro

Vestirla in bianco alla fine dell’episodio cinque, sottolinea che Ahsoka resta un baluardo del Lato Chiaro della Forza. Qualcosa di non scontato, visto che ha lasciato il Tempio Jedi durante Clone Wars e che ha spesso avuto difficoltà anche durante Rebels a trovare la giusta strada. Con questi colori chiari, Dave Filoni (che ha creato Ahsoka oltre che aver diretto l’episodio 5) sottolinea che la Jedi ha fatto le giuste scelte, seppur a volta con fatica.

E ora che ha lasciato il senso di colpa per non aver salvato il suo Maestro e la paua di diventare come lui, può continuare a lottare per il Lato Chiaro. Con spade laser e vestiti bianchi, e una nuova determinazione.

Funko Pop! Star Wars: Ahsoka Tano - (Power Of The Galaxy)- Esclusiva Amazon - Figura in Vinile da Collezione - Idea Regalo - Merchandising Ufficiale - Giocattoli per Bambini e Adulti
  • OGGETTO DA COLLEZIONARE CON DIMENSIONE IDEALE - Con un'altezza di circa 9,5 cm, questa mini statuetta in vinile si integra con altri oggetti da collezione e si adatta perfettamente alla vetrina o alla scrivania.
  • MATERIALE VINILE PREMIUM - Realizzato in vinile resistente e di alta qualità, questo oggetto da collezione è costruito per durare e resistere all'usura quotidiana, garantendo un divertimento duraturo per i fan e i collezionisti.
  • REGALO PERFETTO PER GLI FANS DI STAR WARS - Ideale per le vacanze, i compleanni o le occasioni speciali e come regalo, questa statuetta esclusiva è un'aggiunta imperdibile a qualsiasi collezione di articoli di Star Wars
  • ESPANDETE LA VOSTRA COLLEZIONE - Aggiungete questo esclusivo pezzo da esposizione in vinile di Ahsoka Tano al vostro crescente assortimento di figure Funko Pop! e cercate altri oggetti da collezione rari ed esclusivi per un set completo.
  • MARCHIO DI PUNTA DELLA CULTURA POP - Affidatevi all'esperienza di Funko, il principale creatore di merchandising della cultura pop che comprende figure in vinile, action toys, peluche, abbigliamento, giochi da tavolo e altro ancora.

Da non perdere questa settimana su Orgoglionerd

 

🐲House of the Dragon: la Westeros che (ri)conosciamo
 
🎰 Gainax, lo studio che creò Evangelion, dichiara bancarotta
 
🏴‍☠️Lorenzo Simonelli vince ancora in nome di One Piece
 
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

 

Source
Collider

Autore

  • Stefano Regazzi

    Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, Nerd da prima che andasse di moda.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button