GiochiGiochi da tavolo

Abbiamo affrontato Ursula a carte (ed è stata una vera sfida) | Recensione

Una battaglia contro un boss degna delle sfide più memorabili

Continua la cavalcata di Disney Lorcana, il gioco di carte collezionabili sviluppato da Ravensburger incentrato su Topolino e compagni. Un titolo che sta riscuotendo sempre più successo, con nuove espansioni e nuovi prodotti che arrivano sugli scaffali. Uno degli ultimi è l’Avventura degli Illuminatori Problemi negli Abissi che introduce un modo nuovo di giocare a Disney Lorcana intavolando una sfida con Ursula, la storica villain de La Sirenetta. Un’idea davvero brillante, che ci ha conquistato. Vediamo insieme il perché…

Problemi negli Abissi di Disney Lorcana, la sfida con Ursula spiegata nei dettagli

Partiamo dalle basi. Nella confezione di questa nuova Avventura degli Illuminatori troveremo ben due deck precostruiti di Disney Lorcana, incentrati su Mulan e Yen Sid, un mazzo scenario (che sarà quello che “userà” Ursula nella sfida), due carte giganti campo di battaglia più un’altra dedicata alla villain e una bustina con il nostro premio segreto per la vittoria. Più tutta una serie di segnalini, contatori, riassunti delle regole e altri materiali per gestire la partita.

La storia è piuttosto semplice: un glimmer di Ursula è riemerso dalle profondità del mare e sta portando scompiglio nel mondo di Disney Lorcana. Toccherà a noi affrontarla e riportarla all’ordine, come sempre sfruttando al meglio i nostri inchiostri.

Nella pratica questo diventa una vera e propria boss battle. Una sfida a Disney Lorcana tra Ursula (che attraverso una serie di meccaniche agisce come fosse un NPC, per restare nel campo dei videogiochi) e i giocatori umani. Come detto, nella confezione troviamo due mazzi precostruiti, ma possiamo sostituirli con i nostri – un passaggio quasi obbligato a un certo punto – o aggiungerne, portando fino a quattro combattenti ad affrontare la villain.

Per farvi un’idea, Ursula è come se fosse una giocatrice di Disney Lorcana molto aggressiva e con una riserva di inchiostro enorme. A ogni turno giocherà tutte le carte che ha pescato (o le aggiungerà al calamaio) e poi le attiverà in sequenza. Questo creerà rapidamente un effetto valanga che la farà diventare esponenzialmente più forte a ogni turno. Starà a noi arrivare a 20 leggenda prima che lei arrivi a 40 e non sarà un compito facile…

Affrontare Ursula a Disney Lorcana è la sfida che cercavamo

ursula avventura illuminatori problemi negli abissi disney lorcana recensione

In un gioco di carte collezionabili, uno dei problemi più complessi da gestire è sicuramente il bilanciamento. I pezzi che si muovono sono tantissimi e riuscire a mantenere l’equilibrio è molto complesso. Ancora di più poi se il prodotto ha un target che guarda alle fasce d’età più giovani, con il rischio che diventi qualcosa di troppo semplice per un pubblico adulto. Fortunatamente non è questo il caso.

Le meccaniche alla base di questa Avventura degli Illuminatori sono come detto piuttosto semplici, servono sostanzialmente a guidare le scelte della nostra avversaria non giocabile. Per il resto è una partita a Lorcana tradizionale, per cui basta conoscere le regole del gioco per godersela.

Acquista con Amazon Prime da questo link. Qui i vantaggi!

Però è da subito estremamente impegnativa. Ursula “giocherà” a ogni turno tante carte e rapidamente ci troveremo davanti un esercito potentissimo, che dovremo ingegnarci per contenere prima che vada fuori controllo. Una corsa continua per riuscire a vincere la sfida e conquistare la carta premio (che non vi sveleremo qui). E questo anche solo a livello facile.

Già, perché tramite i campi di battaglia possiamo gestire anche la difficoltà dello scontro, variando quante carte pescherà – e quindi giocherà – Ursula a ogni turno. Ai livelli più bassi vinceremo quasi sempre, ma dovremo impegnarci per farlo. In modalità estrema sarà uno scontro difficilissimo, come le più difficili boss fight videoludiche (fra cui il sottoscritto annovera una in Kingdom Hearts, proprio contro Ursula).

Passo passo quindi saremo portati a cambiare e aggiornare il nostro mazzo per riuscire a trionfare. La sfida con Ursula quindi non solo diventa un buon modo per impratichirsi con Disney Lorcana anche oltre i semplici starter deck, ma anche uno strumento utilissimo per testare i nostri mazzi. Uno sparring partner sempre disponibile e all’altezza dello scontro.

Cosa non ci ha convinto? Soprattutto fattori esterni

ursula avventura illuminatori problemi negli abissi disney lorcana recensione

Possiamo dire che da un punto di vista di contenuto, questa Avventura degli Illuminatori ci è piaciuta molto. Tuttavia, sotto alcuni aspetti “esterni” ci sono alcune critiche che ci sentiamo di avanzare, sperando che possano essere un buono spunto anche per le release di futuri prodotti.

Innanzitutto, andrebbe rivisto il packaging. Abbiamo molto apprezzato l’assenza di plastica, con tutto in carta e cartoncino, oltre ovviamente alle grafiche (che sono sempre un punto di forza di questo gioco). Tuttavia avremmo voluto una soluzione che permettesse di conservare il tutto all’interno della scatola, invece così bisogna quasi obbligatoriamente ricorrere a portadeck esterni o simili.

Meno grave è invece una questione legata al regolamento, che abbiamo trovato disorganizzato nella spiegazione. Non solo, ma c’è almeno un aspetto che non chiarisce, cioè se Ursula peschi una mano iniziale come gli altri giocatori o meno. Noi abbiamo optato per non farlo, perché a logica questo le darebbe un vantaggio troppo ampio, ma sarebbe utile che ci fosse chiarezza da subito.

Infine, c’è la questione del prezzo, che troviamo leggermente elevato, in particolare se paragonato agli Starter Deck singoli. Forse si potrebbe trovare un equilibrio aggiungendo una o più bustine in futuro nella confezione, che potrebbero anche rendere più completa l’esperienza, portando a impratichirsi con i primi passi di deckbuilding.

La sfida con Ursula di Disney Lorcana resta comunque un ottimo prodotto

ursula avventura illuminatori problemi negli abissi disney lorcana recensione

Al di là di queste questioni, l’Avventura degli Illuminatori Problemi negli Abissi è e resta un gioco che ci ha davvero convinti. Il concept alla base di creare una boss battle all’interno di un gioco di carte collezionabili è vincente ed è ancora più efficace l’effettiva realizzazione.

Ci siamo divertiti a giocarlo sia da soli, sia con un compagno di battaglia ed è stimolante poter alzare l’asticella della difficoltà ogni volta. Senza contare che l’idea di inserire un premio segreto è un tocco di classe che rende ancora più divertente giocare.

Con qualche accortezza ulteriore nel confezionare il tutto (sia metaforicamente che letteralmente) questo tipo di prodotti può diventare tranquillamente un nuovo standard, da distribuire tra le diverse release delle espansioni. Può essere utilissimo come primo approccio al gioco per i novizi, ma anche come strumento di testing e allenamento per chi è già esperto di Disney Lorcana.

Generico Lorcana - Ursula’s Return - Illumineer’s Quest:Deep Trouble ENG più Toploader BaruZcard
  • Box in prima edizione a stampa Limitata ! Da Collezionare !
  • Gioca in modalità cooperativa e affronta la terribile Ursula
  • 1 Speciale Toploader By BaruZcard per proteggere la carta più preziosa
  • Contiene 2 mazzi precostruiti, 1 mazzo scenario e 1 carta vittoria segreta
  • Include 2 carte campo di battaglia, 1 tappetino, contatori, segnalini e 1 carta oversize di Ursula

Da non perdere questa settimana su Orgoglionerd

🐈 Il primo trailer di Catnado (sì, è esattamente quello che stai pensando)
 
🤘 Tenacious D: Jack Black cancella il tour dopo la battuta di Kyle Gass su Donald Trump
 
📽 I Fratelli Russo dirigeranno i prossimi film degli Avengers, è quasi certo
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

  • Mattia Chiappani

    Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button