Cinema e Serie TVFeatured

Oscar 2021: il rischio rinvio è alto

La cerimonia è in programma il 28 febbraio 2021, ma varie valutazioni sono in corso

Gli Oscar 2021, quelli dell’Edizione 93, sono in programma a febbraio, ma l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences sta seriamente pensando ad un rinvio. Secondo le fonti del portale Variety, il destino dell’organizzazione è ancora in bilico a causa dell’incertezza rispetto alla riapertura delle sale americane. La cerimonia televisiva è al momento fissata per il 28 febbraio 2021, come sempre su ABC. Il presidente dell’Accademy David Rubin ha in precedenza ammesso fosse ancora troppo presto per sapere come la diretta televisiva degli Oscar del 2021 potesse essere ricollocata: “Sappiamo che vogliamo celebrare il film, ma non sappiamo esattamente quale forma prenderà”, le sue parole.

Il calendario cinematografico del 2020 è stato notevolmente scosso dalla crisi sanitaria. Molti infatti i film che sono stati posticipati alla fine dell’anno o nel 2021. Alcuni hanno addirittura deciso di rinunciare ad un’uscita al cinema a favore dell’uscita su VOD o streaming. Allo stato attuale, vari cinema in tutto il paese stanno iniziando a riaprire le loro porte. Unhinged di Russell Crowe, ad esempio, punta a essere la prima nuova uscita sul grande schermo nei prossimi mesi. Film come Tenet, Mulan e Wonder Woman 1984 dovrebbero poi seguirlo nelle settimane successive. Tuttavia, non esiste ancora alcuna garanzia che il settore cinematografico tornerà alla normalità entro l’estate.

Ad oggi possono concorrere anche i lungometraggi trasmessi in streaming 

Per quanto riguarda questa stagione e fino a ulteriori indicazioni, i lungometraggi trasmessi in streaming avranno il diritto di partecipare alla corsa per gli Oscar. “I film che erano programmati per il lancio nei cinema, che corrispondono agli altri criteri di eleggibilità e che sono resi disponibili per la visione sul canale di servizio streaming per i membri dell’organizzazione, l’Academy Screening Room, resi disponibili per almeno 60 giorni su un servizio pubblico di streaming o servizio VOD, potranno concorrere. – si legge nel comunicato – (Questo include tutti i film che hanno dovuto rinunciare alla distribuzione nei cinema a causa della crisi Coronavirus in favore di altri metodi per raggiungere il pubblico, come ad esempio Trolls World Tour.)“ Ora non ci resta che attendere aggiornamenti in merito al possibile rinvio della prossima cerimonia.

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button