News

Maze Runner: la fuga dalle fan urlanti

Abbiamo partecipato all'anteprima del secondo capitolo di questa saga e il sottotitolo di questo film è stato il nostro principale obiettivo appena arrivati al cinema: la fuga. Ci siamo trovati, infatti, immersi in un’orda di fan girl eccitate dall’uscita del sequel. urletti, risatine e soprattutto la foga di entrare e sedersi in sala ci hanno fatto pensare al metodo più efficace per scappare da quel cinema. Ma il target della pellicola lo sapevamo, ormai era fatta.
Se avete visto il primo capitolo e non avete letto i libri sarete ancora alla ricerca di un metodo efficace per levarvi da sopra la testa quel gigantesco punto di domanda apparso dopo il finale del primo capitolo. Il 15 ottobre 2015 finalmente riuscirete a levarvelo, per farne poi comparire uno nuovo. Il film diretto da Wes Ball e tratto dal romanzo James Dashner, riprende esattamente dalla fine del primo film nel quale (Spoiler Allert) i nostri protagonisti, o meglio solo una parte, riesce a scappare dal labirinto dove erano rinchiusi, scoprendo essere cavie di un esperimento per trovare una cura ad una malattia che, facendola molto breve, ha ridotto la maggior parte della popolazione mondiale in spaccati (leggasi zombie).
In questo film il protagonista Thomas (Dylan O'Brien) e i suoi compagni saranno alle prese con la potente organizzazione chiamata WCKD e, per far luce sui piani che essa ha in serbo per il loro futuro, dovranno affrontare le insidie della zona bruciata alla ricerca di nuovi alleati. Tutto questo fatto correndo. 
Il film è adrenalinico e frenetico, di sicuro gli attori hanno fatto un sacco di cardio durante le riprese in quanto non smettono un secondo di correre. È intervallato da troppi, a nostro avviso, stacchi a nero che spezzano malamente l’azione lasciandoti  troppe volte il tempo di fare il punto della situazione e accorgerti dei buchi di trama. Thomas Brodie-Sangster, che interpreta Newt, sembra sempre di più un quattordicenne nonostante i suoi 25 anni e ci chiediamo se abbia in qualche modo trovato la pietra filosofale o abbia un qualche fattore anti invecchiamento in stile Wolverine. In questo capitolo recita anche Aidan Gillen nel ruolo di Janson, abituati a vederlo nei panni di Petyr Baelish in Game of Thrones, lo abbiamo apprezzato anche come attore da grande schermo.
30wxh7r
Certe scene ci hanno regalato dei sonori e dolorosissimi facepalm tra le quali (Spoiler Allert) quella del suicidio di uno dei ragazzi che, infettato dal morbo, chiede per togliersi la vita l'unica pistola che il gruppo ha in possesso. Questi volponi (ogni riferimento alla casa produttrice FOX è puramente casuale), inseguiti da gente armata fino ai denti e immersi in un mondo post apocalittico pieno di Spaccati, gli lasciano l’arma e, ovviamente, non tornano a riprenderla.
Un'altra cosa che abbiamo notato è l'incapacità cronica, probabilmente dovuta allo stesso addestramento degli Stormtroopers di Star Wars, delle truppe antagoniste di centrare il bersaglio con le armi da fuoco nonostante questo si trovi fermo sulla linea di fuoco.
Purtroppo i dubbi che il primo film ha lasciato vengono in parte soddisfatti e quelli soddisfatti lasciano il posto a nuove domande in attesa di risposta. Essendo tratto dal secondo di quattro libri, presumiamo e speriamo che i dubbi e le lacune del film siano risolti e riempiti con i prossimi capitoli cinematografici. 
Non facciamo parola sulla fedeltà del film al libro perché, come oramai abbiamo imparato col tempo, la narrazione scritta e la narrazione cinematografica possono essere discordanti a patto che la trama non sia totalmente stravolta.
In conclusione se avete trovato il coraggio di vedere il primo capitolo della saga vi consigliamo caldamente di andare a vedere anche questo film. Se non avete letto i libri dovrete essere molto più pazienti per ottenere risposte ai dubbi che vi verranno, quindi iniziate a trovare un nome per quel gigantesco punto di domanda che vi accompagnerà dall’uscita dal cinema perché, a meno che non vogliate leggervi i libri, vi accompagnerà fino al prossimo capitolo.
Un film da guardare? Solo se siete fan.
Un ultimo consiglio: se volete andare al cinema i primi giorni in cui il film è nelle sale e non fate parte del fandom di questa saga l'unico modo per sopravvivere è la fuga.

Ti potrebbero interessare anche:

Un commento

  1. È un po ambigua come recensione xd sembra quasi che diciate un “consigliato ?? Forse che si forsenche no” comunque nel dubbio lo si guarda quando uscirà “legalmente” in una buona qualità su PC 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button