Cinema e Serie TVFeaturedSerie TV

Tutto quello che i fan Marvel devono sapere su Madripoor

L'ultima puntata di The Falcon and The Winter Soldier ci ha portato nell'isola fuorilegge

Il terzo episodio di The Falcon and The Winter Soldier ci ha portato nell’isola dei pirati e dei villain Marvel per eccellenza: Madripoor. Un luogo con una storia di oltre 35 anni nei fumetti ma comparso ora per la prima volta nel MCU. Ecco tutto quello che dovete sapere sull’isola del crimine. Più qualche speculazione di quali storie del MCU potrebbero trovare spazio nel paradiso dei pirati.

SPOILER ALERT per la terza puntata di The Falcon and The Winter Soldier. Inoltre parliamo di Madripoor nei fumetti, usando le storie che sono ambientate sull’isola per speculare sul futuro del MCU

The Falcon and The Winter Soldier volano a Madripoor

Se sentire Zemo proporre a Sam e Bucky un viaggetto verso Madripoor vi ha spiazzato, non preoccupatevi: non è una lacuna nella vostra istruzione geografica. Madripoor infatti è un’isola fittizia, di cui leggere in un fumetto e non in un libro di testo. E poi siamo sicuri che il fatto che Zemo sia uscito di prigione in trenta secondi e abbia rivelato di essere un barone come nei fumetti abbia contribuito al vostro spaesamento.

Chris Claremont e Steve Leialoha hanno creato l’isola del crimine nel numero #32 di New Mutants, nel 1985. Soprattutto gli X-Men ed Hawkeye ci ritornano spesso a cavallo fra gli anni ’80 e gli anni ’90. Ma per un lungo periodo Madripoor non ha riscosso troppo successo fra gli autori Marvel. Questo almeno fino a quando Cullen Bunn e Jorge Molina non la rendono la base principale delle storie di X-Men Blue nel 2017, il titolo che più ha contribuito negli ultimi anni all’infamia di questo covo di pirati e villain.

marvel-madripoor-singapore_rycn-min

Madripoor: Un racconto di due città

Dalle illustrazioni nei fumetti, Madripoor è un isola nello Stretto di Malacca, a metà strada fra Singapore e Sumatra. Lo Stretto è un tratto di mare che anche nell’universo Marvel è da sempre conteso e strategico, dal quale passano tantissime navi cariche di merci. Un posto perfetto per dei pirati, che nel 1800 fanno delle sponde tropicali di Madripoor il proprio paradiso.

Oltre a essere il nome dell’isola, Madripoor designa anche la capitale e unica città della piccola nazione. Una sola città ma divisa in due metà, talmente diverse fra loro da sembrare ai poli opposti del mondo. Da un lato c’è Hightown, distretto ricchissimo dove trovate il Palazzo Reale (che nei fumetti paragonano a Versailles), l’Imperial Hotel, la sede centrale della Polizia ma anche la X-Mansion creata dai mutanti.

Lowtown invece ospita tutti i tantissimi poveri della città. L’ordine della “città alta” qui non vige: il controllo di questo distretto spetta ai criminali. Qui c’è il Princess Bar e tutti luoghi in cui terroristi e villain progettano i propri nefasti piani.

Una storia travaglia (e criminale)

Il governo della nazione, composta dalla ricca e corrotta città capitale di Madripoor e dalla povera nazione che abita nel resto dell’isola, ha la corruzione nel suo DNA. Da subito infatti sono i criminali a controllare l’isola. Ma nei fumetti il controllo spetta dapprima all’HYDRA, che utilizza la nazione per finanziare il terrorismo e trafficare armi. Infatti la nazione ha una politica di non-espatrio: qualsiasi criminale al mondo può rifugiarsi qui. E iniziare a lavorare per questa associazione criminale.

In The Falcon and The Winter Soldier Madripoor sembra aver avuto un simile passato, sebbene la caduta dell’HYDRA abbiano lasciato la città senza un vero leader. I vari agenti hanno quindi iniziato a operare come ‘professionisti indipendenti’.

madripoor the falcon and the winter soldier

La situazione nei fumetti è (come sempre) più complicata. Quando viene a mancare il controllo dell’HYDRA, la nazione passa sotto il controllo di diverse persone, come Tyger Tiger e anche Daken, il figlio di Wolverine.

Le storie che Madripoor potrebbe raccontare (oltre The Falcon and The Winter Soldier)

La decisione di collocare un’intera puntata di The Falcon and The Winter Soldier a Madripoor non può essere casuale. Anche perché oltre a incontrare Sharon Carter i nostri due eroi hanno ottenuto davvero poco. Sembra quindi che il team di produttori dietro il MCU abbia voluto portarci sull’isola del crimine per un motivo. Potrebbe darsi che vogliano riportarci nello Stretto di Malacca per il finale di stagione ma noi crediamo sia più probabile che vogliano mostrarci l’ambientazione di alcuni dei prossimi film e serie TV.

Il più papabile degli Avengers che potrebbe finire a Madripoor è Hawkeye. Nei fumetti (in particolare nel ciclo di Matt Fraction e David Aja a cui si dovrebbe ispirare lo show) infatti un hotel della città tropicale organizza un’asta per vendere un filmato che mostra Occhio di Falco commettere un omicidio. E come abbiamo visto in Avengers: Endgame, il Clint Barton del MCU ha appena passato la sua fase “Ronin“, in cui ha commesso cose “di cui non vuole parlare“. Ci aspettiamo che quella fase violenta della sua vita riemerga nella serie in uscita quest’autunno. Anche perché nei fumetti è Kate Bishop a salvare Clint dai malavitosi di Madripoor e sappiamo sarà al centro della serie.

Le altre storie più note ambientate a Madripoor riguardano soprattutto gli X-Men. In particolare Magneto usa la città come base per le sue operazioni in X-Men Blue, mentre in un altro arco Mystica vuole trasformarla in utopia per mutanti. Ma è difficile prevedere se e quando i Mutanti entreranno nel MCU per ora.

Infine, c’è una possibilità piuttosto remota. A Madripoor c’è una base segreta dello S.H.I.E.L.D. della quale solo Nick Fury conosce la posizione precisa. Che possa rivelarsi un punto centrale della prossima operazione Avengers?

La verità è che per ora una risposta precisa non c’è: dovremo restare in attesa e scoprirlo con i prossimi film e serie TV dell’MCU. Nel frattempo, attendiamo con ansia la prossima puntata di The Falcon and The Winter Soldier su Disney+. Voi cosa ne pensata di questa avventura di Bucky e Sam a Madripoor? Ditecelo su Facebook.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button