FumettiGiocattoliGiochiLetteratura e fumetti

La Casa di Paperino arriva in edicola con Topolino

I primi pezzi, in edicola, a partire dal 16 marzo

Siete pronti a entrare in una delle case più iconiche al mondo? Dopo il grande successo riscosso lo scorso anno dal Deposito di Zio Paperone, Topolino propone un nuovo gadget da collezione: la Casa di Paperino! Scopriamo insieme tutti i dettagli.

La Casa di Paperino con Topolino

Avete sempre desiderato di avere nella vostra collezione una riproduzione della Casa di Paperino? Questa è l’occasione giusta per voi! Infatti, a partire da mercoledì 16 marzo (con il numero 3460, per quattro settimane), con Topolino ci saranno i pezzi per costruire il playset della villetta di Via dei Platani!

Il set comprende il giardino, i complementi d’arredo, le statuette di Paperino, Paperinik e Qui, Quo e Qua. Infine, non mancheranno nemmeno la mitica 313 e la scocca che la trasformerà nella potente 313X di Paperinik. La casa è composta da ben tre piani tutti da giocare, compreso uno interrato con i segreti del Papero mascherato (raggiungibile attraverso un armadio segreto con ascensore manuale), il garage e il tetto apribile.

Topolino - La Casa di Paperino

La produzione

La Casa di Paperino è stata progettata da Alessandro Sisti, che si è occupato degli studi tecnici, e Libero Ermetti, che ha curato gli artwork realizzati per vestire il progetto. Insieme hanno seguito le varie fasi di ideazione e di realizzazione della Casa di Paperino, che hanno portato ad un risultato splendido. 

“Quella di Paperino non è una villetta qualunque”, afferma Alessandro Sisti, “è un racconto e per farne un oggetto concreto non basta la tecnica. Occorre metterci tutte le storie che abbiamo letto, i ricordi, i momenti belli… e quelli in cui Zio Paperone arriva furibondo! È dove Paperino vive, ma è un po’anche casa nostra».

Libero Emetti, invece, dice che il suo lavoro è stato simile a quello di un traduttore: “Dovevo tradurre in linguaggio disneyano, con le sue forme e i suoi colori, un progetto sicuramente più tecnico e rigoroso! In questo tipo di lavoro è importante trovare un equilibrio tra la voglia di inserire dettagli, particolari e la necessità di consegnare un prodotto finale facilmente realizzabile dai modellisti e fruibile da ogni tipo di appassionato: dal più giovane, che ci vuole giocare, al più grandicello, che lo vuole collezionare ed esporre!”.

Come sempre diteci la vostra opinione sulla nostra pagina Facebook e restate sintonizzati sulle pagine di Orgoglionerd per nuove interessanti novità e approfondimenti. 

Topolino - La Casa di Paperino

Autore

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button