Cinema e Serie TV

James Gunn: i consigli per superare la quarantena

James Gunn, portate a termine le riprese di The Suicide Squad, ha rilasciato su Twitter una lista di film da guardare durante la “quarantena”. Ecco l’elenco che suggerisce il regista:

Bob & Carol & Ted & Alice (1969), di Paul Mazursky, nominato a quattro Oscar. Mega dramedy degli anni settanta con alcuni dei migliori dialoghi di tutti i tempi. La recitazione naturalistica ha avuto un enorme impatto su di me, e la scena in camera da letto tra Elliot Gould/Dyan Cannon è una delle mie preferite di sempre.

L’assassina – The Villainess (2017), di Byung-gil Jung. Rivoluzionario, per i film d’azione, come lo sono stati The Matrix, Mad Max: Fury Road e The Raid, eppure questo film sudcoreano è stato visto da pochissime persone negli Stati Uniti.

Dolce veleno (1968), di Noel Blac. Commedia nera con Tuesday Weld nei panni di una sociopatica civettuola e Anthony Perkins nei panni di un tizio solitario che rimane impigliato nella sua rete. Scandalosamente divertente e attuale.

The Wanderers – I nuovi guerrieri (1979), di Philip Kaufman. Il più strano e bello film su una gang di strada di sempre (sì, di SEMPRE) – a tratti entusiasmante, toccante e surrealista – un film d’arte populista.

Madre (2009), di Bong Joon-ho. Molto prima di Parasite, e dopo The Host, Bong Joon-ho ha fatto questo film sull’amore infinito – alcuni direbbero psicotico – di una madre per suo figlio. Il suo film che preferisco.

Tra i suggerimenti di James Gunn anche un film di Sergio Leone

La lista di James Gunn continua con queste pellicole:

Zombie contro zombie (2017), di Shin’ichirô Ueda. Qualsiasi cosa dicessi su questo film ve lo rovinerei – ma se vi piacciono gli zombie, il cinema e la gioia, questo è il film per voi in questo periodo di quarantena.

Il cattivo tenenteUltima chiamata New Orleans (2009), di Werner Herzog. Ho raccomandato questo film ad alcuni amici e pensavano fossi pazzo. Ma a mio avviso è uno dei migliori film degli anni duemila. Werner Herzog utilizza al meglio un Nicolas Cage fuori controllo.

The Yellow Sea (2009), di Hong-jin Na. Un altro grande film Sudcoreano d’azione, cruento, esagerato e pratico dove The Villainess è stilizzato. Forse il miglior inseguimento non in automobile di sempre.

Evviva il nostro eroe (1944), di Preston Sturges, nominato a un Oscar. Potrei semplicemente raccomandare tutti i film di Preston Sturges – ma questa piccola perla è uno dei meno conosciuti e forse il mio preferito. È un vero pioniere di quei registi che oggi fanno quello che faccio io.

E chiude con Giù la testa (1971), di Sergio Leone. Leone è uno dei miei registi preferiti. Questo forse è il mio secondo film preferito tra i suoi dopo C’era una volta nel West, ed è quello più dimenticato.

Offerta
Suicide Squad (Blu-Ray)
  • Warner Bros
  • Warner Bros
  • Warner Bros
  • Smith,Fitz,Barinholtz,Robbie (Actor)
  • Audience Rating: X (Solo per adulti)

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button