Cultura e SocietàGiapponeNews

Il nuovo look della stazione metropolitana di Harajuku

Uno fra i luoghi più iconici di Tokyo saluta dopo 96 anni di attività

La metropolitana di Tokyo è una fitta rete di stazioni e linee ferroviarie, un dedalo di vie che possono spaventare gli incauti avventurieri. In questa miriade di nomi e colori, la stazione metropolitana di Harajuku ha da sempre avuto un posto speciale nel cuore dei viaggiatori. Situata in uno dei quartieri più alla moda della metropoli, tappa obbligata per qualsiasi viaggio a Tokyo, la stazione è stata recentemente chiusa per essere completamente rinnovata.

Dopo l’apertura nel 1924, la stazione di Harajuku è sopravvissuta sia al bombardamento di Tokyo durante la seconda guerra mondiale, sia alla ricostruzione che ha avuto luogo nella capitale durante il dopoguerra e nei successivi anni di boom economico. Un luogo piccolo e accogliente, ben lontano dalla frenesia della metropoli, unico nel suo genere diventando di fatto la più antica stazione in legno di Tokyo.

La nuova stazione di Harajuku

Dopo l’annuncio nel 2016, e diversi mesi di lavori, il 21 marzo l’ultimo treno della linea Yamanote si è fermato alla vecchia stazione di Shinjuku, accolto da una squadra di tecnici della Japan Railways. “Grazie mille per questi ultimi 96 anni“, le parole di commiato verso uno dei simboli cittadini.

La nuova stazione di Harajuku è stata costruita a pochi metri dalla precedente. Una struttura moderna, in linea con le nuove direttive di sicurezza e pronta ad accogliere migliaia di viaggiatori. Proprio nella zona di Harajuku sono infatti presenti diverse strutture sportive che saranno utilizzate per le Olimpiadi Tokyo 2020, ora posticipate al prossimo anno per via dell’emergenza Coronavirus.

Nel video sottostante potete ammirare la nuova stazione, scorgendo lateralmente anche la precedente. Nei piani originali la struttura non doveva essere demolita prima della conclusione delle Olimpiadi. Japan Railways afferma infatti di voler ricostruire una replica dell’edificio, realizzandolo in legno e rispettando le più recenti normative di sicurezza.

Mattia De Poi

Anche conosciuto come Il Nini, Mattia è il lato gioioso di Orgoglio Nerd. Biondo e curioso, è appassionato di ogni genere fumettistico, Gunpla e avventure. Portatelo in viaggio, all'organizzazione ci penserà lui.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button