Intrattenimento

Festival di Angouleme: dolci, calcare e fumetti

Le avventure della ciurma di Orgoglio Nerd non si fermano: dopo aver girato l’Italia coi nostri tour ON the Road già in due occasioni (l’estate scorsa per il nostro fantastico gioco di carte Area Stampa e poche settimane fa in occasione della prima prerelease dell’anno dedicata a Magic), stavolta ci siamo spinti fino all’Oceano Atlantico, più precisamente ad Angouleme, in Francia, per il 44° Festival International de la Bande Dessinée, che qui si è tenuto dal 26 al 29 gennaio.
Il festival di Angouleme è uno dei festival dedicati al fumetto più prestigiosi di tutto il mondo. Rispetto alle classiche fiere a cui siamo abituati in Italia, infatti, qui le “Bande Dessinée” la fanno da padrone, quindi niente videogiochi, giochi da tavolo e di ruolo, cosplay, film o serie TV; ad Angouleme i fumetti sono gli unici protagonisti. La fiera ha parecchi punti in comune con la nostra Lucca, a cominciare dalla location, ossia una città in cui si respira un’aria medievaleggiante e che fa da cornice all’evento; i padiglioni erano infatti sparsi per la cittadina (anche qui erano presenti i leggendari braccialetti!) e non mancava neppure un padiglione editori di grande impatto proprio come a Lucca. L’atmosfera però si distingue molto da quella della fiera toscana, poiché la presenza di soli fumetti rende la controparte francese più di nicchia e ricercata, sicuramente imperdibile per ogni amante del genere, ma non tale da offrire quell’atmosfera di festa che si respira a Lucca e che coinvolge tutto il mondo Nerd.
Parlando del protagonista della fiera, sappiamo già che la cultura del fumetto in Francia è al primo posto in tutta Europa, vedere però dal vivo la quantità di materiale presente fa comunque un certo effetto. Decine di generi e sottogeneri di ogni tipo: fumetti storici e mitologici creati in collaborazione con esperti del settore, fumetti dedicati a ogni tipo di sport, dalle gare automobilistiche al rugby, fino al Judo (in questo caso con protagonista un atleta francese realmente esistente) e ancora fantascienza e fantasy in tutte le loro possibili declinazioni, fumetti nativi francesi ma di chiara ispirazione manga, per non parlare del fumetto indipendente, che aveva un enorme padiglione tutto per sé. Insomma, il fumetto francese ci ha colpiti con tutta la sua potenza e varietà.

Altro grande spazio era poi riservato alle mostre, almeno una quindicina sparse in tutta la città. Quest’anno la più importante era riservata alla leggenda del fumetto americano Will Eisner, di cui quest’anno è il centenario della nascita, occasione festeggiata con una mostra di grande impatto scenico, dedicata alle sue opere più importanti, una su tutte The Spirit. Presente all'inaugurazione della fiera anche il grande Denis Kitchen, editore ed amico di Eisner  (qui in foto insieme ad Andrea Plazzi). Ricordiamo, per chi è interessato, che l’esposizione sarà visitabile fino ad ottobre. Grande mostra anche per un'altra leggenda del fumetto, l’autore belga Hermann, con una particolare attenzione alle sue opere di stampo western. Fra le altre rassegne ricordiamo anche quelle dedicate al famoso personaggio del fumetto francese Gaston Lagaffe, a Kazuo Kamimura, famoso per aver creato Lady Snowblood, e agli autori francesi che lavorano in casa Marvel.

Ra3ub7

C’era anche un po’ d’Italia in quel di Angouleme, infatti abbiamo incontrato e intervistato diversi autori nostrani lì presenti, che ci hanno raccontato le loro esperienze alla fiera e parlato del ruolo del fumetto in Francia (per vedere le interviste su facebook cliccate sul link). I primi sono stati Stefano Turconi e Teresa Radice, autori del Porto Proibito, bellissimo fumetto che al Lucca Comics del 2015 vinse il premio Gran Guinigi come miglior Graphic Novel, poi è toccato a Lorenzo de Felici, autore di vari progetti soprattutto per il mercato francese e che ricordiamo per le strisce del Professor Caspita, e infine Zerocalcare, che non ha bisogno di presentazioni e che ci ha divertiti con alcune traduzioni dal romano al francese.
Infine, come di consueto per i nostri viaggi ON The Road, un po’ di ringraziamenti e di dati sul viaggio. Ringraziamo innanzitutto il trio di redazione che ha intrapreso questo coraggioso viaggio, ovvero Jacopo Peretti Cucchi con la sua fida AuDacia, macchina con cui abbiamo affrontato mille avventure, Giada Rossi e il sottoscritto Silvio “Shiruz” Mazzitelli (fa un po’ strano ringraziarsi da solo); Andrea Plazzi, nostro cicerone e compagno in quest’avventura francese, una persona da cui c’è sempre da qualcosa imparare, sia per quanto riguarda il cibo che per tutto il resto; gli autori citati in precedenza per la loro disponibilità e simpatia; le varie boulangerie che ci hanno sostenuto durante tutta la nostra permanenza con colazioni e merende fatte a suon di dolci di ogni tipo; l’area stampa di lusso, per averci fatto provare l’ebbrezza di bere spremute d’arancia in bicchieri di cristallo; infine, il francese, perché fra un enjambement da una parte e un po’ di baguette dall’altra abbiamo imparato ad apprezzarlo.
Ed ora momento dati: in 6 giorni abbiamo passato all’incirca 25 ore in macchina, coprendo oltre 2000 km e arrivando anche fino all’oceano; quasi 2 ore di dirette divise in 8 video, una ventina di caffè bevuti sognando quello italiano, 8 cioccolate calde, 7 éclairs mangiati (oltre a innumerevoli altri dolci), un’ampia fetta di fauna marina finita nei nostri stomaci, comprese delle cozze al Roquefort, tanto freddo preso, 1 Cognac assaggiato nella regione di Cognac, il tutto per un altro grande viaggio.
Chiudiamo ricordandovi che potete seguire le nostre avventure ON the Road sia nella rubrica che trovate su queste pagine, che su Instagram, sulla pagina ufficiale di ON The Road (dove troverete anche molte foto di questo viaggio ad Angouleme); ricordatevi inoltre che anche voi potete partecipare ai nostri viaggi. Non solo potrete volare in Giappone in compagnia di Monica di Onigiri Calibro 38, ma, novità di quest’anno, potrete anche venire con noi in Giordania, accompagnati dalla nostra Giada Rossi, che vi guiderà attraverso le meraviglie di un paese pieno di fascino. Potrete trovare informazioni sia nel banner sulla nostra pagina sia a questo link, per i più pigri. Dunque non ci resta che salutarvi e rimandarvi alla nostra prossima avventura ON The Road… les jeux sont faits!

6nuqsh

Silvio Mazzitelli

Di stirpe vichinga, sono conosciuto soprattutto con il soprannome “Shiruz”, tanto che quasi dimentico il mio vero nome. Videogiocatore incallito sin dall’alba dei tempi, adoro il mondo videoludico perché dopo tanto tempo riesce sempre a sorprendermi come la prima volta. Scrivo ormai da diversi anni di questa mia passione per poterla condividere con tutti. Sono uno dei fondatori di Orgoglio Nerd e sono anche appassionato di tutto ciò che riguarda la cultura giapponese e la mitologia (in particolare quella nordica).

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button