News

Superpoteri animali: una squadra di eroi tutta naturale

Siamo ormai da tempo abituati alla presenza di una moltitudine di esseri umani con qualche abilità particolare. Possenti Dei nordici dai poteri leggendari, uomini con DNA mutante in grado di distruggere la Terra ed epici super-cattivi con abilità inimmaginabili, affollano ogni genere di fumetto. Storie di uomini eccezionali, con poteri straordinari, pronti a deliziarci con la loro epicità. Individui in grado di farci esclamare: ”Dannazione! Lo vorrei anche io un potere così!”
Ma vi siete mai domandati se esistono esseri con abilità altrettanto grandiose nel mondo animale? Conosciamo tutti il camaleonte, uno dei più grandi maestri del mimetismo, o l’anguilla elettrica, quel simpatico pescetto che si difende colpendo il malcapitato con scariche fino a 600 volt. Ma, forse, gli animali più incredibili di tutti, sono sconosciuti alla maggioranza: celati nell'ombra come solo i più grandi eroi sanno fare.
Prima tra tutti troviamo la Planaria, un esserino vermiforme che abita nei bassi fondali sabbiosi con la migliore abilità di rigenerazione presente sul pianeta. Siamo abituati a super-fusti tutti muscoli che se subiscono una ferita, o addirittura un’amputazione grave, ne escono indenni e con l’eventuale arto mancante ricresciuto. Bene, la Planaria è in grado di farsi ricrescere il corpo indipendentemente dall’altezza a cui viene effettuato il taglio, e, non contenta, se le viene amputata la testa, una nuova ricresce automaticamente mantenendo parziali ricordi di quella precedente. Sarebbe l’animale da compagnia perfetto per Deadpool, se non fosse che questo vermetto di pochi centimetri possiede un’abilità  rigenerativa che calpesta brutalmente quella del nostro caro mercenario. La Planaria infatti, se viene tagliata verticalmente in due parti (parte sinistra e parte destra), si rigenererà dando origine a due individui distinti, con lo stesso patrimonio genico dell’organismo di partenza. In pratica due cloni. E tanti cari saluti a tutti i quei gradassi che si credono il meglio in circolazione solo perché riescono a farsi ricrescere un braccio (Si Piccolo, stiamo parlando con te!).
Un altro acquisto che non potrebbe mancare alla Justice League del mondo animale, è la Crysomallon Squamiferum,  o, per gli amici, il ”gasteropodo dal piede squamoso”.  Una lumaca di mare che vive nell’Oceano Indiano ad una profondità di 2.400 m, in grado di rivestire il proprio guscio, e parte della sua carne, di ferro. Si, esatto, ferro! Solfuro di ferro per la precisione. Grazie al quale riesce a non risentire dell’elevata acidità dell’acqua, né delle ingenti variazioni di temperatura o dei getti d’acqua bollente che fuoriescono da sorgenti idrotermali sotterranee. Le particolarità esoscheletriche di questa piccola lumachina sono persino usate per le ricerche in ambito militare: principalmente nella creazione di giubbotti antiproiettile ultra-leggeri e in corazze per carri armati. Insomma, abbiamo a che fare con la versione acquatica e tascabile di Colosso. Non avrà la stessa prestanza fisica, certo, e poi c’è il problema dell’assenza di braccia e gambe che in combattimento si potrebbe far sentire… Ma suvvia, non dobbiamo essere pignoli! Un Team-up con una lumaca acquatica di ferro, lo vorrebbe fare chiunque!
Ultima, ma non per importanza, entra nel nostro team l’eccentrica Trichobatrachus robustus o Rana Pelosa. Un anfibio dell’ Africa centroccidentale, caratterizzato  da una testa sproporzionata rispetto al resto del corpo e, negli individui maschili, da lunghe zampe posteriori ricoperte di peluria vascolarizza. Questi peli sono escrescenze cutanee con funzione respiratoria, che, aumentando la superficie di assorbimento del tessuto epiteliale, intensificano la respirazione cutanea in sostituzione a quella polmonare. In sostanza, questa rana usa i peli delle gambe per respirare,  sopperendo allo scarso sviluppo dei polmoni, tipico della specie. 
Ma per quanto sia peculiare (e un poco inquietante), questa non è la caratteristica che ha portato la Rana Pelosa nel nostro gruppo di individui eccezionali.  La Trichobatrachus entra impetuosamente in lista (e vedrete anche nei vostri cuori) grazie alle sue abilità difensive. In caso di pericolo, infatti,  questa rana si rompe intenzionalmente le ossa del piede e ne proietta i frammenti appuntiti all’esterno,  squarciando la pelle della caviglia. Artigli ossei retrattili. Chissà come la prenderebbe Wolverine sapendo che l’abilità di cui va tanto fiero la possiede anche un’intera specie di rane con corpi grottescamente deformi e pieni di peli? Senza contare che lui non può usare la peluria delle cosce per aumentare la propria capacità respiratoria… Povero il nostro caro “Ghiottone”, surclassato così da una rana. Non la prenderà bene!
Questi sono solo alcuni esempi presi dalla straordinaria variabilità del mondo animale. Tra meduse immortali in grado di ringiovanire, polpi mutaforma e crostacei parassitanti in pieno stile Venom, ci si potrebbe tirare fuori un’intera legione di individui fuori dal comune, che non avrebbero nulla da invidiare ai migliori eroi delle maggiori testate fumettistiche. E chi lo sa? Magari un giorno potrebbe venir fuori un bel racconto: “Rana pelosa contro La lumaca dal Piede squamoso, la vendetta”. Potrebbe essere un fumetto avvincente, sicuramente spassoso. Basta solo trovare un fumettista balordo abbastanza, da buttarsi nell’impresa.
Testi di Eleonora Beccari

redazioneon

La Redazione di Orgoglio Nerd, sempre pronta a raccontarvi le ultime novità dal mondo della cultura Nerd, tra cinema, fumetti, serie TV, attualità e molto altro ancora!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button