News

Sengoku Armors: armi nuove per antiche battaglie

Se qualcuno conosce anche solo un po' la storia del Giappone non può non aver mai sentito parlare dei tre grandi unificatori e del periodo Sengoku. Momento storico ricco di scontri e sanguinose battaglie, che ha dato vita e morte a grandi combattenti ed eroi rimasti nella mente fino ad oggi, svariate sono le opere dedicate a questa turbolenta parte del passato giapponese. 
I racconti di sfide tra samurai, intrighi e tradimenti, e il grande onore di morire per il proprio signore; eserciti numerosi e armi micidiali impugnate da uomini disposti a tutto.
Oda Nobunaga, Toyotomi Hideyoshi e Tokugawa Ieyasu i nomi di coloro che si sono succeduti alle redini del potere come leader indiscussi, riformatori e guerrieri rinomati, impegnati nell'unificazione di un Paese spaccato dalla guerra. Misericordiosi o spietati, come solo può essere chi ha tra le mani il destino e il futuro di un'intera nazione.
Ed è proprio dieci anni dopo l'assassinio del grande Oda che è ambientato Sengoku Armors, nuovo titolo J-Pop in fumetteria dal 27 Luglio. Due volumi e una conclusione a portata di mano, edizione con sovraccoperta, da circa 200 pagine ciascuno.
Akechi Mitsuhide, monaco dai pensieri impuri ma dall'animo nobile vuole a tutti i costi salvare la figlia del suo defunto signore, Oda Nobunaga, una ragazzina debole e capricciosa ma che al momento giusto sa mostrare grande determinazione, tenuta prigioniera da Toyotomi Hideyoshi per i suoi loschi piani. I due verranno affiancati dal famoso ladro Goemon, che ruba ai ricchi per aiutare il volgo, e dall'aiutante di Mitsuhide, Mukkun. Incontreranno e si scontreranno con tutti i più famosi guerrieri dell'epoca: dal drago con un occhio solo Masamune Date, a Takeda Shingen, tigre feroce, fino al raggiungimento della battaglia finale.
La storia è caratterizzata da un mix tra antico e moderno, poiché combattenti che siamo abituati a vedere con katana e lancia si sfidano ora con i sodom, particolari armi create con l'ausilio della biomeccanica. Questo nuovo potere è stato sviluppato sotto il dominio di Oda Nobunaga per portare finalmente la pace, ma non tutto va com'egli avrebbe voluto.
I sodom verranno davvero utilizzati per chetare le guerre? O le renderanno ancora più sanguinose? 
Shonen di gusto classico con scontri epici all'ultimo colpo, in cui determinazione e dedizione contano più dell'effettiva forza o della potenza senza un adeguato controllo di volontà. Sakaki Shōta illustra con un tratto dinamico e semplice una storia molto movimentata, senza tempi morti, che incalza i protagonisti senza lasciarli riposare. E neanche a noi è concesso riposare, sempre sull'attenti per essere sicuri che il valoroso Mitsuhide riesca nella sua impresa, col rischio anche che muoia per compierla, così concentrato nella sua intenzione di far sì che “il sorriso non venga cancellato dai volti della gente”. Un cast che avevamo imparato ad amare in Sengoku Basara, con un cameo di Kenshin, famosissimo ronin, e l'aggiunta di alcune new entry, per fare un tuffo nel passato senza però farci mancare la tecnologia più avanzata.
Se per voi il periodo degli Stati combattenti non è mai finito immergetevi nella lettura di questo shonen dei tempi antichi e scegliete il guerriero, e il sodom, che più vi affascina.

Da non perdere questa settimana su Orgoglionerd

👨‍🦯 Jon Bernthal ci mostra una reunion di Daredevil
 
🏄‍♀️ Fantastici 4: chi è la nuova Silver Surfer?
 
🦇  The Batman è stato accusato di plagio, ma l’accusa si è ritorta contro
 
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui 
  
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
  
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
  
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
  
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
  
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button