News

Guardians of the Galaxy, who the hell is this people?!

Dire che i team di supereroi abbiano tenuto occupata Hollywood da un bel po’ di tempo è come accorgersi soltanto adesso che J.J. Abrams ha un problema nello scriversi i finali… lo si è capito almeno dal 2011. 
Però l’invasione non è ancora finita: il 14 gennaio 2014 negli USA uscirà Guardians of the Galaxy (in Italia a ottobre dello stesso anno), il film basato sull’omonimo team di supereroi Marvel.
Le prime storie dei Guardiani della Galassia sono uscite nel 1969 ma nel 2008 il team si è ricostituito con nuovi membri tornando alla ribalta dopo qualche decennio di assenza, e a quanto pare il film si baserà proprio sulla più recente versione della squadra, e quindi noi ci concentreremo su quest'ultima.
Il film dovrebbe raccontare la storia di un pilota americano che finisce per sbaglio nel mezzo di un conflitto intergalattico; saranno coinvolti anche vecchi membri della squadra dei Guardiani della Galassia, come Yondu (interpretato da Michael Rooke).
Per prepararci all’uscita del film cerchiamo di capire chi sono questi eroici Guardiani e come si muovono nella loro lotta contro i nemici cosmici.
A prima vista paiono proprio la versione spaziale degli Avengers, più spaccona, più decisamente portata a buttare ogni situazione in caciara e perfetta per un manifesto del melting pot intergalattico.
Ma scendiamo nel dettaglio per conoscere meglio i singoli membri:
GROOT (Sì, sembra proprio un Ent, ma è un albero spaziale senziente, l’ultimo della sua specie). Non è famoso per il suo eloquio, tutto quello che riuscirete a sentirgli dire è: “Io sono Groot”. Ma effettivamente fare conversazione è l’ultima cosa di cui avrete bisogno mentre vi lancerà da una parte all’altra e vi farà a pezzi grazie alla sua forza immane. Ha la capacità di rigenerarsi, ringiovanire e invecchiare a comando e le sue dimensioni possono variare a piacimento, dal piccolo virgulto alla gigantesca sequoia inarrestabile.
GAMORA ZEN WHOBERI BEN TITAN (Zoe Saldana nel film). Nota come la donna più pericolosa dell’universo (anche lei è l'ultima superstite della sua specie). È la figlia (adottiva) di Thanos, cresciuta come un’arma formato ragazza, maestra di arti marziali dai poteri superumani. Si è ribellata al padre e sopporta gli strascichi psicologici che questa scelta le ha provocato, insomma una super ragazzona verde con un po’ di baggage emotivo, probabilmente del tutto inevitabile se sei la figlia di un titano motivato a distruggere ogni forma di vita.
Ovviamente la prima cosa che fa Iron Man quando la vede è provarci… ma Stark non è famoso per la cautela e le scelte sagge.
DRAX IL DISTRUTTORE (Dave Bautista nel film). In una vita precedente era un umano e tutta la sua famiglia è stata distrutta proprio da Thanos (sempre lui). Un altro famoso titano, Kronos, ne ha fatto un essere indistruttibile mettendone lo spirito in un corpo sovrumano dotato di superforza. (Una curiosità: nella versione degli anni '60 sparava palle di energia dalle mani, poi si è optato per la sobrietà e ora è “soltanto” invulnerabile).
ROCKET RACCOON (con la voce di Bradley Cooper): il procione badass. Una vera canaglia dalla lingua pronta e dalle pistole ancora più rapide. La sinergia con l’albero Groot è formidabile e il duo regala ottimi momenti.
STAR LORD (che sarà interpretato da Chris Pratt): vero nome Peter Quill. Mezzo terrestre da parte di madre è il figlio del re di Spartax ed è quindi di diritto un principe. Di fatto spreca il suo tempo andando in giro per bar provandoci con le ragazze e di tanto in tanto salvando l’universo con la sua tuta da combattimento aliena. E' il capo del team. In realtà anche lui è afflitto da daddy issues, forse anche più di Gamora.
Special guest IRON MAN. Incontra i Guardiani volando fuori dell’atmosfera terrestre, scoprendo per caso un’astronave aliena che incombe sul suo pianeta di nascita, cosa di cui nessuno si era accorto, meno che mai gli Avengers. Tutto perché si è preso un po’ di tempo per esplorare quello che ha da offrire l’universo, solo perché gli stata un po’ stretta la Terra.
Inizia dunque una fruttuosa collaborazione con i Guardiani della Galassia, una grande possibilità di scoprire quello che ha da offrire l’universo all’Uomo di Ferro, che in effetti ruba tantissimo la scena a Star Lord.
La missione dei Guardiani della Galassia è di proteggere l’universo da minacce cosmiche potenzialmente devastanti.
Ce la possono fare?
Ora non resta che aspettare la versione cinematografica del film, magari mettendosi in pari con un fumetto che dalle nostre parti è passato un po’ in sordina. 

Francesca Giulia La Rosa

Trekker, whovian. Non amo le etichette (a parte queste?). Traduttrice, editor a caccia di errori come punti neri nel tessuto della realtà. Essere me è un’esperienza profondamente imbarazzante.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button