Cultura e SocietàNews

Il Giappone riapre ai turisti

Il primo ministro Fumio Kishida ha confermato le indiscrezioni emerse nei mesi scorsi

Il Giappone riaprirà le sue porte ai turisti stranieri, dopo oltre due anni di chiusura delle frontiere a causa della pandemia di Covid. I turisti potranno visitare il Paese senza visto e non avranno più bisogno di passare attraverso un’agenzia di viaggi, dall’11 ottobre. Revocato anche in tetto agli arrivi giornalieri. Restano requisiti obbligatori il certificato vaccinale con indicazione delle tre dosi effettuate o, in alternativa, un tampone COI negativo ad almeno 72 ore dall’ingresso nel Paese.

L’annuncio del Giappone arriva più o meno nello stesso periodo in cui Taiwan e Hong Kong hanno anche allentato le regole di ingresso per i visitatori. Taiwan abbandonerà i requisiti di quarantena per gli arrivi internazionali entro la metà di ottobre. Hong Kong venerdì ha dichiarato che passerà dalla quarantena in hotel ai requisiti di soggiorno a casa dal 26 settembre.

L’annuncio del primo ministro Fumio Kishida

Per il Giappone, il previsto afflusso di viaggiatori sarà un gradito impulso per il governo e le imprese locali, e arriva quando lo yen giapponese è scivolato al punto più basso rispetto al dollaro USA in sei mesi. “Il Giappone allenterà le misure di controllo delle frontiere per essere alla pari con gli Stati Uniti“, ha affermato il primo ministro Fumio Kishida.

Il signor Fumio Kishida ha anche annunciato un programma di incentivi per i viaggi nazionali che offrirà sconti sui viaggi, sui prezzi dei parchi a tema, sugli eventi sportivi e sui concerti. I residenti e i cittadini giapponesi avranno diritto a un sussidio di 11.000 yen (£ 69; $ 77). Programmi simili sono introdotti nelle riaperture di altri paesi per incoraggiare i locali a spendere e stimolare l’economia. Tuttavia, come altrove, l’aumento del costo della vita è stata una preoccupazione dominante per la gente del posto.

La terza economia più grande del mondo è stata una delle ultime potenze asiatiche a mantenere chiusi i suoi confini a causa dei problemi di salute del Covid. Il suo tasso di mortalità è il più basso tra le nazioni più ricche del mondo, mentre il tasso di vaccinazione del paese è tra i più alti. Anche il Giappone non ha mai imposto il blocco o l’uso di mascherine, ma molti locali hanno prontamente adottato protezioni. Il Giappone ha visto quasi 32 milioni di stranieri nel 2019, l’ultimo anno prima della pandemia.

Source
bbc

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button