News

Football Manager 2015, ecco le novità

Era il lontano 1994 quando in Inghilterra due fratelli, Paul e Olivier Collyer, fondarono la Sports Interactive casa sviluppatrice della serie “Championship Manager”, meglio conosciuta in Italia come Scudetto. Nel 2004, dopo la rottura con la Eidos Interactive, la software house britannica siglò un accordo con SEGA per i diritti di pubblicazione dei suoi videogame, così anche la fortunata serie di calcio manageriale cambiò nome e venne rinominata come oggi la conosciamo, vale a dire Football Manager. Lo scorso 7 Novembre è stato rilasciato per Linux, Microsoft Windows, Mac OS X e per gli smartphone con sistema operativo Android e iOS un nuovo capitolo: Football Manager 2015. Noi abbiamo avuto l’opportunità di provarlo su PC quindi siamo in grado di elencarvi le novità inserite dagli sviluppatori, i pro e i contro di questo nuovo titolo.

Iniziamo questa nostra recensione andando ad analizzare la grafica di Football Manager 2015 che, durante gli anni, come ci conferma anche Miles Jacobson ( il capo del team di FM 2015), è stata criticata pesantemente dai fan. Per questa nuova versione i designer del team hanno pensato, giustamente, di migliorare innanzitutto l'interfaccia di gioco che nei precedenti capitoli si è presentata ai videogiocatori sempre disordinata e difficilmente utilizzabile. Per risolvere questo problema è stata inserita nella schermata principale una barra laterale che vi permetterà di muovervi più velocemente, e in maniera semplice, tra un'opzione di gioco e un'altra. Saranno di grande aiuto, per i meno esperti e per i neo giocatori, i diversi mini-tutorial che vi aiuteranno a capire il funzionamento di questi nuovi elementi aggiuntivi.
Tra le più importanti novità presenti in Football Manager 2015 troviamo la possibilità di scegliere, nel momento in cui creiamo il profilo del nostro allenatore, lo stile manageriale dello stesso, che sarà fondamentale durante tutta la stagione. Andrà infatti a condizionare alcuni comportamenti di gioco, sia nel bene che nel male. Ssarà come creare una vera e propria personalità del nostro manager.
Restando sempre in ambito di allenatori, i miglioramenti sono stati compiuti anche nella sezione “tattiche”, dove il team capitanato da Jacobson ha ottimizzato il sistema utilizzato per scegliere la formazione da mandare in campo. Infatti, in Football Manager 2015 avrete la possibilità di assegnare più ruoli ai vostri giocatori, cosa che non era possibile fare nelle passate stagioni.
Una volta inseriti i dati, creato il nostro allenatore e scelto la formazione finalmente possiamo scendere in campo e parlare un po' di come è cambiato il modo di assistere alle partite. Da un paio d'anni, Football Manager offre la possibilità di simulare le partite in 3D tramite un motore grafico che egregiamente svolge il suo lavoro. Per questa edizione 2015 il team ha utilizzato il famoso “motion capture”, usato già da diversi anni anche in altri titoli calcistici come Fifa e Pes. Quest’ultimo ha permesso di riprodurre in modo più fedele i movimenti dei giocatori.
Purtroppo, però Football Manager 2015 presenta ancora grossi problemi, come per esempio la scarsa IA (Intelligenza Artificiale) di alcuni calciatori che in certi momenti sembrano fermi e in uno stato confusionale. Durante la nostra prova abbiamo notato alcuni episodi molto divertenti, per esempio su alcune respinte del nostro portiere, i difensori non si sono mossi per andare a prendere la palla e spazzarla anzi sono stati fermi e hanno aspettato con calma che l'attaccante della squadra avversaria facesse gol.  
Punto a favore, e forse la migliore modifica inserita dagli sviluppatori in Football Manager 2015, è la possibilità di interagire e parlare con i vostri giocatori durante la partita e non dover aspettare più la fine del primo tempo di gioco. Se per esempio notate che un vostro giocatore è giù di morale basterà cliccare sul nome dello stesso e dirgli una frase che lo motiverà e gli permetterà di riprendersi.
Nonostante il team ci abbia messo tutto l'impegno possibile per realizzare una buona versione, Football Manager 2015 presenta ancora molti bug  e molti elementi troppo monotoni. Da segnalare infatti la ripetizione delle stesse domande durante le conferenze stampa, che a lungo annoiano.
Sicuramente possiamo affermare che Football Manager 2015 è stato migliorato rispetto alla scorsa edizione, ma purtroppo non è ancora un titolo “eccellente”. Se avete voglia di mettervi in gioco, vestire i panni di un allenatore e portare la vostra squadra sul tetto del mondo allora Football Manager 2015 è comunque il gioco che fa per voi. 

Da non perdere questa settimana su Orgoglionerd

 

🐲House of the Dragon: la Westeros che (ri)conosciamo
 
🎰 Gainax, lo studio che creò Evangelion, dichiara bancarotta
 
🏴‍☠️Lorenzo Simonelli vince ancora in nome di One Piece
 
✒️ La nostra imperdibile newsletter Caffellattech! Iscriviti qui
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

 

Autore

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button