Cinema e Serie TV

L’importanza di poter guardare un film a casa

Un viaggio nella cultura dell'immagine promosso da Univideo

Il mondo dell’intrattenimento sta affrontando una fase di trasformazione da lungo tempo. Si è discusso a lungo e si continua a discutere di quanto stia cambiando la fruizione dei film a casa, di come ci rapportiamo alla sala cinematografica e di come la pandemia abbia influito su un percorso già in atto. Erano questi alcuni degli argomenti dell’incontro di Viaggio nella cultura dell’immagine – Il punto sui valori del fisico e del digitale offerti dall’Home Entertainment, promosso da Univideo, l’Associazione che rappresenta gli editori audiovisivi.

Com’è cambiata la visione di un film a casa?

Ad aprire il dibattito è stato Pierluigi Bernasconi, Presidente di Univideo, che ha introdotto il concetto di circolarità della cultura, che l’home entertainment garantisce. La possibilità di vedere un film a casa rende più accessibile la settima arte, favorendo l’interconnessione per ispirare nuovi artisti. Ed è bene ricordare come non voglia essere una sovrapposizione alla sala, ma anzi spesso funga da accompagnamento per gli appassionati.

Queste idee si sono poi espanse nella chiacchierata a tre che ha coinvolto lo storyteller Roberto Recchioni, l’attrice Matilde Gioli e il critico cinematografico Steve Della Casa nel ruolo di moderatore. Proprio quest’ultimo ha evidenziato quanto l’home entertainment sia stato fondamentale anche a livello accademico. Una volta non era impossibile trovare libri di testo di storia del cinema con errori nel racconto delle pellicole. Doverne ricostruire la trama a memoria, senza poterli rivedere portava anche a questi risultati.

Acquista una TV Samsung Oled con il 10% di Sconto inserendo il codice PRINCESSTV23, offerta valida fino al 14 Maggio

L’incontro è proseguito ripercorrendo i film fondamentali per la formazione dei due ospiti. Matilde Gioli ha spiegato come nel suo lavoro spesso sfrutti pellicole del passato come ispirazione per i propri ruoli. Ciascuna delle sue interpretazioni ha posto a un qualche livello le sue radici in film rivisti a casa, da cui prendere spunto, a volte anche solo per l’atmosfera che restituivano. Un perfetto esempio di quella circolarità della cultura che ha ispirato l’incontro.

Da Hong Kong a Bombay, passando da casa tua

Roberto Recchioni ha invece affrontato il discorso in maniera cronologica, ripercorrendo come si sia evoluto il nostro rapporto con il cinema anche rispetto all’accesso in home video. Se una volta era la TV a dominare le regole, creando piccoli eventi per il passaggio sul piccolo schermo di alcune opere, a partire dalle videocassette c’è stata una sempre maggiore apertura verso nuovi terreni.

I film di Hong Kong, a partire da quelli di John Woo, gli italiani non li hanno visti al cinema (dove non arrivavano) ma solo a casa. Fu uno strumento di formazione fondamentale, che ancora oggi procede, magari in nuovi formati. L’accesso al gigantesco mondo di Bollywood passa per il divano, più che la poltroncina.

film a casa univideo 2023

È un discorso affascinante, che mostra effettivamente quanto la circolarità della cultura sia importante e quanto l’home entertainment la tenga in piedi. L’esperienza cinematografica è speciale e non c’è – come dicevamo – alcun interesse a sminuirne il valore. Anzi, rimane un passaggio centrale per il pubblico, ma che è importante sia affiancato dalla possibilità di vedere poi i film a casa.

Questo anche perché, come ha raccontato Luciana Migliavacca, Presidente di Mustang Entertainment, spesso permette di accedere a nuove prospettive sulle opere. Le edizioni estese sono un grande esempio di ciò, che è raro trovare al cinema o in televisione. Senza contare poi tutto il mondo dei contenuti bonus che nei primi 2000, con l’avvento dei DVD, ha mostrato a un’intera generazione tantissimi meccanismi del dietro le quinte della settima arte.

Vedere i film a casa è anche uno strumento inclusivo

L’intervento conclusivo di Martina Romano, consulente LIS, ha poi ribadito un concetto su cui spesso non si riflette a sufficienza, ovvero l’inclusività che offre l’home entertainment. Le visioni domestiche infatti garantiscono spesso strumenti che permettono l’accesso alle opere ad esempio alle persone sorde. Una possibilità che sarebbe importante diffondere sempre di più anche nelle sale cinematografiche (le proiezioni in lingua originale non sono un compromesso sufficiente) e proprio per questo è fondamentale preservare l’esperienza dei film a casa.

film a casa univideo 2023

Per chiudere, riportiamo le parole di Pierluigi Bernasconi, Presidente di Univideo, che ha riassunto così la giornata:

È indispensabile pensare al futuro guardando al presente e provando a immaginare gli asset culturali non più come silos singoli e verticali, ma come elementi in continuo movimento all’interno di un ecosistema circolare.

In questa nuova dimensione, il prodotto audiovisivo rimane centrale: esso rappresenta infatti la memoria storica della cultura italiano, ma anche il mezzo attraverso il quale lasciarsi ispirare e condividere un’esperienza visiva veramente unica, grazie alle prestazioni tecnologiche che oggi caratterizzano DVD, Blu-Ray e 4K Ultra HD e lo streaming delle piattaforme digitali.

Film e contenuti di intrattenimento sono agenti sociali molto importanti, attraverso i quali si ricercano e condividono esperienze ed emozioni, grazie a ciò che è disponibile, come catalogo o novità, dentro un dischetto o una piattaforma digitale“.

Lettore Blu-Ray dvd Per TV - 1080P HD Lettore DVD Compatto con Uscita AV & HDMI & Coassiale, Ingresso USB, Bluray DVD Region B/2 & DVDs Regione Libera 1~6
  • ★ Lettore DVD Blu Ray per home theatre, goditi i tuoi film preferiti su Bluray Disc in Full HD 1080p. Il LP 100 offre un'eccellente potenza video Full HD 1080p e un incredibile suono ad alta definizione. Supporta dischi Bluray solo nella regione B / 2, non Blu-Ray Discs da 1 a 6 regioni libere.
  • ★ Diversi formati di ingresso supportano DVD, CD, VCD, U Disk, HDD. Riproduce diversi formati: BD, BD R, BD RE, DVD R, DVD RW, DVD + R, DVD + RW, DVD Video, VCD, CD R, CD RW (solo l'ingresso HDMI supporta video blu ray, l'ingresso AV non supporta dischi Bluray)
  • ★ Molteplici porte di uscita con porte HDMI, AV e coassiali. L'uscita HDMI può aumentare il DVD Qualit fino a 1080p Qualit e offrire una migliore esperienza audio e visiva. Uscita audio coassiale per il collegamento al sistema audio domestico. (Nota: Solo l'ingresso HDMI supporta video Blu ray, l'ingresso AV non supporta dischi Bluray) Connettore USB nella parte anteriore per l'utilizzo con hard disk esterni e unità USB.
  • ★ Lettura silenziosa e veloce, tecnologia di scansione progressiva integrata e con un lettore avanzato per una lettura rapida, riduzione del rumore e funzione di correzione degli errori. Sistema TV: PAL / NTSC, schermo LCD di facile lettura, con il telecomando completo potrete regolare le impostazioni dell'esperienza visiva: Memory Play, sicurezza per bambini, lingue OSD ecc.
  • ★ Lettore DVD di alta qualità (11,61 x 11,34 x 3,35 pollici). I componenti di prima qualità e la struttura in metallo rendono questo lettore DVD stente agli urti e alla pressione, buona dissipazione del rumore e abbastanza forte da stere all'uso quotidiano. (Supporto 1 anno di e 45 giorni di , servizio tecnico)

Da non perdere questa settimana su Orgoglionerd

💍La trilogia de Il Signore degli Anelli torna al cinema in 4K: le date delle proiezioni
 🏴‍☠️
 Con La Gazzetta dello Sport arrivano i teli mare di One Piece
 
👿 Hellboy: The Crooked Man, il trailer svela il nuovo volto del demone rosso
 🎧
 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

  • Mattia Chiappani

    Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

    Visualizza tutti gli articoli

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button