News

World AIDS Day: parliamo di Mia Dearden

Oggi 1° Dicembre, come ogni primo Dicembre da 27 anni a questa parte, si celebra il World AIDS Day, la giornata mondiale contro l’AIDS.Oggi questa giornata ci ricorda di non abbassare la guardia alle oltre 2 milioni di infezioni da HIV che avvengono ogni anno che possono portare allo sviluppo della malattia. E sempre oggi, noi vogliamo parlarvi di questa giornata portando alla vostra memoria il personaggio di Mia Dearden.

Portata in auge dalla recente serie televisiva di Arrow, Mia Dearden in realtà bazzica nell'universo DC già dal 2001. Si tratta di poco più di una adolescente fuggita di casa per i continui abusi che subiva da parte del padre. Ben presto si ritrova sola e maltrattata da un uomo che in cambio di un tetto sopra la testa la inizia alla prostituzione, fino all'arrivo di Freccia Verde. L’identità del supereroe viene smascherata dalla perspicace Mia che diventa ben presto la sua nuova protetta. Oliver Queen addestra la giovane ragazza al combattimento corpo a corpo e, ovviamente, all'uso dell’arco. Le straordinarie abilità di Mia e il rapporto con freccia verde la fecero diventare Speedy, il nuovo braccio destro dell’arciere di Smeraldo che andrà a sostituire Roy Harper.

Mia Dearden subirà una crescita costante durante le sue avventure, diventando una Teen Titans ma soprattutto trovandosi faccia a faccia con il virus HIV, conseguenza del suo passato di prostituta. La prima causa di trasmissione del virus, infatti, è quella derivante da un rapporto sessuale non protetto. A causa del virus, la super eroina è costretta ad assumere giornalmente dei farmaci antivirali per arginare la malattia non esistendo, né nel mondo DC né nel nostro, una cura alla malattia.
Nonostante gli effetti collaterali di questi potenti medicinali, come orticaria, anemia, debolezza o persino epatite, Mia continua a combattere e a dimostrarsi un’ottima paladina della giustizia.

5n9p9v
Quello che più sorprende di questo personaggio è la sua umanità. Mia Dearden non viene da un pianeta lontano, non è stata creata in laboratorio e non ha nessun potere ma questo non le impedisce d combattere ogni giorno contro il male e contro la sua malattia. Anche se pochi oggi si ricorderanno di Mia, il mondo si ricorda dell’AIDS, si ricorda che la prima mossa per combattere questo virus lontanissimo dall'essere sconfitto è la prevenzione e il modo migliore per combatterlo è, come tutte le cose, la conoscenza.

In tutta Italia la LILA, Lega Italiana per la Lotta contro l'AIDS ha organizzato numerose campagne di sensibilizzazione sull'argomento, soprattutto trai giovani oltre alla possibilità di effettuare il test gratuitamente e anonimamente (il test è comunque SEMPRE gratuito in qualsiasi centro pubblico specializzato). Altre informazioni e iniziative sono disponibili al sito ufficiale del Wolrd AIDS Day.

Quello che il mondo dei fumetti ci ha insegnato è che per essere dei veri eroi bisogna proteggere gli altri e sopratutto se stessi, si potrà essere "super" senza il bisogno di poteri.

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button