Intrattenimento

Woodstock: confermato il ritorno dello storico evento musicale

Dopo 50 anni torna il famoso festival musicale negli stessi storici luoghi

È stata, recentemente, confermata l’edizione celebrativa per il cinquantennale di Woodstock, lo storico festival musicale dal vivo che tra il 15 e il 18 agosto del 1969 ha fatto la storia della musica mondiale. Dopo il susseguirsi di rumor che davano per certa la replica dello storico evento, il Bethel Woods Center For The Arts – organizzazione no profit che gestisce il sito originale che cinquant’anni fa ospitò l’evento – ha dato conferma della manifestazione che avrà luogo a Bethel dal 16 al 18 agosto 2019.

Grandi nomi tra gli organizzatori

Il nome del festival sarà Bethel Woods Music And Culture Festival e sarà organizzato, ovviamente, dal Bethel Woods Center For The Arts in collaborazione con l’icona simbolo del live promoting Live Nation e la società multinazionale di comunicazione INVNT. Non sarà presente tra gli organizzatori Michael Lang, uno dei più famosi promoter dello storico Woodstock che, dopo aver cercato di assicurarsi la location storica, è stato costretto a ripiegare su un altro evento di cui non si conoscono i dettagli.

La nota ufficiale del Bethel Woods Center For The Arts recita:

Cinquant’anni fa la gente si radunò pacificamente in questo posto per cambiare il mondo attraverso la musica. Come custodi di questo sito storico, restiamo impegnati nel preservare questo importante retaggio e il suo spirito, educando e ispirando le nuove generazioni nel contribuire positivamente al mondo in cui viviamo attraverso la musica e la cultura.

Un rumor avrebbe rivelato alcune band

Tutti i dettagli relativi alle band e all’organizzazione generale non sono ancora stati resi noti. Probabilmente, grazie ai promoter presenti, saranno presenti nomi di primissimo ordine del panorama rock, pop, rap e dance mondiale. Un leak pubblicato lo scorso ottobre dal blog Festive Owl rivelò la probabile presenta di Pearl Jam, Foo Fighters, Santana e The Who. Questo, però, potrebbe essere frutto di una simulazione di un eventuale piano promozionale.

[amazon_link asins=’B00274SHKM,B00LDCZQ6W,8891818488,1909526118,8862318251,B00DSS7B0S,B001WPOJMC,B01AASS6WK,B016J6L3PY’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’36316f46-0ad2-11e9-8596-872a395784e2′]
Source
Bostonglobe

Giovanni Arestia

Ingegnere informatico con la passione per il cinema, i libri, i videogiochi, i fumetti e i prodotti tech. Nel tempo libero coltivo qualcuna di queste passioni, ne perseguo delle altre e fingo di essere un DJ di fama internazionale producendo canzoni che non ascolta nemmeno mia madre.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button