Cinema e Serie TV

Vincent Cassel critica i cinecomics: “Sono per bambini!”

Dopo Martin Scorsese, anche il noto attore francese si scaglia contro i cinecomics

Noto per i suoi ruoli nei film Underwater e il Cigno Nero, Vincent Cassel si è unito al cast stellare di Westworld della HBO per la terza stagione. Sebbene il suo personaggio Engerraund Serac fosse simile a un supercattivo tecnologico, sembra che Vincent Cassel non sia un fan dei cinecomics. “Ero un grande fan dei fumetti ai tempi in cui ero un bambino. Oggi penso che questi siano film per bambini, davvero”, ha detto Cassel a Inverse. “E anche se ho ancora una parte di me che è un bambino, direi di no. Non li guarderei”.

Sulla possibilità di apparire in uno di questi film, Vincent Cassel ha inoltre dichiarato: “Forse se mi offrissero un grande cattivo in un film nelle mani di un regista abbastanza intelligente e talentuoso da dargli una svolta in modo che non sembri un film per bambini, allora forse lo farei”. In altro caso: “no. Per i pochi approcci che ho avuto, ho pensato che sarebbe stato un impegno molto lungo per un qualcosa che io stesso non avrei neppure guardato fino alla fine”.

Una polemica iniziata con le parole di Martin Scorsese

Cassel, pur essendo stato stato un fan dei film di fumetti ed elogiandone l’uso della tecnologia innovativa, ha ammesso di aver perso di interesse per il genere. D’altronde nei primi anni 2000 c’è stato un boom di film di supereroi. X-Men e Spider-Man hanno trasformato il genere in una serie di film di successo. Per non parlare dell’arrivo di Iron Man, che nel 2008 ha lanciato il Marvel Cinematic Universe. Cassel si unisce a un’ondata di attori e registi che hanno denunciato l’attuale dominio al botteghino di Disney e Warner Bros. grazie ai film di supereroi. La querelle sui cinecomics Marvel e DC è infatti cominciata con l’intervista di Martin Scorsese ad Empire, che ha paragonato l’esperienza dei questi film a quella di un grande parco a tema e non al “vero cinema”.

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button