FeaturedGiochi da tavolo

Tsuro, il gioco del sentiero: nuova vita per un classico

Un gioco da riscoprire in una nuova edizione

Tsuro è un venerabile gioco da tavolo pubblicato per la prima volta quasi vent’anni fa. Tom McMurchie, l’autore, ha creato un grande classico in formato tascabile, perché Tsuro ha dalla sua una serie di grandi pregi che l’hanno portato fin da subito ad essere molto amato dai giocatori, tanto da essersi reincarnato in diverse versioni, tutte di grande successo: Tsuro è essenziale, si basa su un concept facile da comprendere ed immediatamente assimilabile; si spiega in cinque minuti scarsi, e ogni partita dura 15, 20 minuti; è adatto a tutti i giocatori, e può accomodare fino alla bellezza di otto giocatori, che, come chiunque abbia mai cercato di intavolare qualche gioco da tavolo dopo un cenone sa benissimo, è un numero assolutamente notevole.

Tsuro, finalmente in una nuova edizione

tsuro

Tsuro ha finalmente ricevuto una nuova messa a punto grazie a dV GIOCHI, che ne ha recentemente pubblicato una versione tutta in italiano (non che la lingua serva poi a molto, a parte per il regolamento!). Per quanto riguarda la componentistica, in ossequio alla natura estremamente semplice del gioco, troviamo pochi elementi, ma tutti ben curati: il tabellone, un regolamento, le tessere con cui costruire i sentieri, di cartoncino, e le otto pedine del drago, in plastica dura. L’estetica orientale di Tsuro è visibile in ogni dettaglio: dal drago della copertina, ai tratti calligrafici del retro delle tessere, alle incisioni sulle otto pedine. Tutto considerato, il gioco si presenta in una veste estremamente elegante, piacevole da guardare e, ovviamente, funzionale. Sul negozio online di dV GIOCHI Tsuro è in vendita a circa 30,00 euro.

L’arte di creare sentieri

Il sottotitolo di Tsuro è “il gioco dei sentieri“, perché questo è ciò che i giocatori saranno chiamati a fare. Ciascuno dei giocatori è rappresentato sul tabellone dalla propria pedina del drago, che si muoverà sul tabellone. L’obbiettivo di ciascuno è quello di rimanerci, sul tabellone, facendo in modo che gli avversari vengano condotti verso le estremità e vengano quindi eliminati.

Come abbiamo detto, le regole del gioco sono estremamente semplici: durante ognuno dei propri turni, il giocatore attivo deve piazzare una tessera sentiero sul tabellone, adiacente a dove si trova la propria pedina e in maniera tale che le varie linee, che rappresentano i sentieri, combacino in maniera coerente. Dopodiché, tutte le pedine del drago di ogni giocatore si muoveranno, automaticamente, lungo i nuovi sentieri creati dall’aggiunta della nuova tessera. In questa fase non c’è scelta: le pedine dovranno proseguire fino ad arrivare al termine del sentiero. A volte, ad esempio all’inizio della partita, questo significa semplicemente che il proprio drago si sposterà di una casella. Però, man mano che la partita prosegue e le tessere aumentano, aggiungere una tessera può significare spingere non solo la propria pedina, ma anche quella degli avversari da un capo all’altro del tabellone, potenzialmente stravolgendone i piani e, perché no, eliminandoli del tutto dal gioco.

Tutto qui: vi abbiamo già riassunto praticamente tutte le regole di Tsuro. Come vedete sono di grande immediatezza, ma questo non vuol dire che Tsuro sia un gioco facile, tutt’altro! Soprattutto con tanti giocatori al tavolo, ogni turno può cambiare le carte in tavola in modo così radicale da richiedere una rielaborazione tattica in tempo reale.

Tsuro, un fillerino di gran pregio

tsuro

Come avrete certamente compreso, Tsuro è quello che in gergo viene chiamato filler, ovvero un gioco da tavolo rapido, sia da spiegare che da giocare, perfetto da proporre quando non si ha il tempo di intavolare un gioco più lungo, oppure prima o dopo l’aver affrontato un cosiddetto ‘cinghialone‘. Insomma, come dice il nome, Tsuro è un ottimo riempitivo, ma non fate l’errore di considerare questa etichetta come un giudizio sul suo valore ludico. Certo, se il vostro è un gruppo di gioco consolidato, e avete a disposizione cinque o sei ore di tempo da dedicare a una singola partita, avete l’imbarazzo della scelta (e per togliervi dall’imbarazzo, questa è la nostra lista di consigli sui giochi lunghi), ma non sempre questo è possibile o nemmeno desiderabile. Per tutte le occasioni in cui il tempo è poco, ma la voglia di divertirsi senza compromessi è tanta, un gioco come Tsuro è assolutamente perfetto, e lui o un equivalente non dovrebbe mancare nello scaffale di qualunque appassionato.

E poi, una partita tira l’altra! Potreste passare tutta la serata a sfidarvi a Tsuro senza nemmeno rendervene conto!

dV Giochi Tsuro - Il Sentiero del Drago
  • Il classico gioco di tessere che dal 2004 costituisce una pietra miliare dei titoli per famiglie e giocatori occasionali. Un must-have semplice, divertente, adatto a tutti!
  • Piazza una tessera sul tabellone e percorri con la tua pedina colorata il sentiero che si crea davanti a te. Nel piazzare le tessere Sentiero, cerca di buttare fuori dall’area di gioco i tuoi avversari! Chi sopravviverà più a lungo?
  • Grazie alle regole semplici e alla profondità strategica, Tsuro ha ricevuto apprezzamenti da tanti appassionati, tra cui Wil Wheaton: attore e conduttore della web serie Table Top.
  • Il gioco comprende 35 tessere Sentiero uniche: ognuna crea sentieri diversi dalle altre!
  • Anche l’occhio vuole la sua parte: Tsuro è uno dei party game più eleganti di sempre. Le componenti di gioco, in perfetto stile giapponese, sono molto piacevoli alla vista e al tatto.

Gabriele Bianchi

Lettore, giocatore, conoscitore di cose. Storico di formazione, insegnante di professione, divulgatore per indole. Cercatelo in fiera: è quello con la cravatta.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button