News

Top Ten: Anime per Otaku di nuova generazione.

Nuova Top Ten, dopo Cartoon e Serial, per l'inaugurazione di questa nuova rubrica. Parliamo anche noi dei dieci anime after 2000 che formeranno Nerd, ma in questo caso è meglio dire Otaku, di nuova generazione. Fare quest'ultima classifica è stato dolorosissimo, è stato come scegliere quale nostro organo sacrificare, abbiamo dovuto omettere molte serie interessanti, ma purtroppo esistono solo 10 posti.
Quindi vi invitiamo, tramite i commenti, a dirci quali sarebbero invece le vostre classifiche dato che troviamo interessante confrontarci. Una piccola precisazione sulle nostre scelte: non abbiamo preso in considerazione serie il cui anime risulta inferiore al manga, un esempio può essere Naruto o Bleach rovinati dai molti e inutili filler che ne minano la qualità finale. Inoltre non abbiamo preso in considerazione remake di serie esistite prima del 2000 per dare spazio alle idee nuove di questi dodici anni e anche OAV e film d'animazione varii per la diversità del formato.

{Posizione 10 – Code Geass} Alla decima posizione un anime con i robottoni dove i robottoni sono semplicemente di contorno, nonostante il ragguardevole mecha design. Con il Character Design delle Clamp, vedremo la storia di Lelouch Lamperouge erede della bellicosa nazione di Britannia che ha conquistato quasi tutto il mondo, fra cui il Giappone dove attualmente il nostro protagonista vive esiliato. Grazie al potere del Geass con cui è in grado di far eseguire un solo ordine obbligatorio per persona, il giovane Lelouch inizierà una ribellione per sconfiggere la sua ex nazione di appartenenza. La storia nelle due serie che la compongono ha alti e bassi evidenti, con picchi di genialità specialmente in alcuni colpi di scena, ma anche con molte cadute di stile di fronte alle quali viene da pensare cos'avessero in mente gli sceneggiatori. Il bellissimo finale riesce però a risollevare tutto, una scelta azzeccatissima che la rende davvero una delle migliori conclusioni degli ultimi anni. 

{Posizione 9 – Toradora} Se si pensa ad un anime ambientato a scuola e con una love-story nel mezzo, in genere la maggior parte immagina un ragazzo né carne né pesce che senza nessun motivo valido si ritrova circondato da ragazze belle come delle idol. Banale. Toradora non è assolutamente così. E' una storia divertente e romantica che ci mostra come un ragazzo e una ragazza, uniti per caso dall'obiettivo di conquistare il miglior amico dell'altra persona, si ritrovino ad aiutarsi a vicenda ogni giorno, fra problemi quotidiani di scuola e in famiglia. La forza di questa serie sta anche nella caratterizzazione dei personaggi, ben sfaccettati, Taiga Aisaka, che nonostante mostri un carattere sempre aggressivo nasconde dei seri problemi familiari, e Ryūji Takasu che nonostante l'aspetto da teppista è un bravo ragazzo. Per gli Otaku più romantici!

{Posizione 8 – Puella Magi Madoka Magica} Anime uscito in Giappone nel 2011 e disponibile anche in Italia. Questa serie ha sconvolto milioni di appassionati prendendo come base il classico stile delle Majokko, in genere tutto allegro e spensierato, e trasformandolo in una storia drammatica e molto seria. L'originale scelta ha premiato i suoi autori fra cui ricordiamo alla regia il famoso Akiyuki Shinbō, generando un enorme fandom legato a questa serie in tutto il mondo, inoltre l'anime ha vinto numerosi premi fra cui miglior serie televisiva, miglior regista e miglior sceneggiatura al Tokyo International Anime Fair. Attualmente sono in realizzazione tre film animati di cui i primi due saranno una nuova narrazione della serie televisiva, mentre l'ultimo sarà una storia inedita. Molti avrebbero preferito questa serie in una posizione più alta, ma ricordiamo che per capirla pienamente un Nerd di nuova generazione dovrebbe avere un solido background del genere Majokko alle spalle, quindi nonostante sia una serie imperdibile non è di certo il punto di partenza per un neofita dell'animazione giapponese. Di sicuro possiamo dire che insegnerà a odiare le mascotte pucciose che in genere fanno parte di tutti gli anime sulle maghette.

{Posizione 7 – Samurai Champloo} Dal direttore di Cowboy Bebop (che è del '98 altrimenti lo avreste trovato sicuramente in questa classifica) Shinichiro Watanabe, arriva un anime che mixa una storia di samurai ambientata in un Giappone ancora feudale ma che si è appena aperto (forzatamente) all'Occidente e una colonna sonora moderna con tracce hip hop e rap e uno stile molto funky. La narrazione di Samurai Champloo è molto in stile Cowboy Bebop, con una storia di fondo ripresa in alcuni episodi ma che per la maggior parte si focalizzano su determinati temi, come alcuni eventi storici reinterpretati oppure su alcuni elementi culturali giapponesi come gli Ukiyo-e ovviamente mantenendo sempre lo stile personale dell'anime. Protagonisti di questa storia sono due samurai molto diversi fra loro: Jin, classico samurai serio e dai modi pacati; e Mugen, un selvaggio vagabondo con uno stile di combattimento a metà fra la capoeira e le tecniche di spada. Non perdetevi la colonna sonora di quest'anime che come sempre nelle produzioni di Watanabe è di prim'ordine.

{Posizione 6 – La Malinconia di Haruhi Suzumiya} Quest'anime si è distinto per vari fattori, cominciando dall'interessante scelta di trasmettere gli episodi in ordine sparso. Il primissimo episodio trasmesso corrisponde in realtà al numero 11, e tutti ciò confonde e allo stesso tempo incuriosisce lo spettatore. I personaggi sono subito entrati nel cuore dei fan, anche grazie alla splendida recitazione dei doppiatori, una su tutti Aya Hirano voce di Haruhi. Alla prima serie ne è seguita una seconda "nascosta" dentro la replica della prima, peccato che dei 14 episodi inediti, otto sono sempre lo stesso episodio, il famoso Endless Eight, con alcune minime differenze, scelta narrativa interessante che però ha fatto storcere il naso e annoiato molti fan, fra cui noi.

{Posizione 5 – K-on!} L'anime più tenero esistente in circolazione. Una storia spensierata e gioiosa. Yui, Ritsu, Mio e Tsumugi sono quattro studentesse che decidono di fondare un club di musica leggera. Fra le prove musicali e le tante pause per prendere il the con dolciumi vari, vivremo insieme alle quattro fanciulle la  storia della loro band scolastica, battezzata Houkago Tea Time. Uno Slice of Life che si guarda con piacere e che dopo alcune puntate diventa quasi una droga, nonostante non ci siano né colpi di scena né grossi sviluppi nella storia. Seguire le vicende delle quattro ragazze nella loro semplicità quotidiana mette allegria e dà un senso di pace col mondo. L'ideale da vedere per quando si è stressati o tristi. Attualmente sono state realizzate due serie televisive e un film cinematografico. Anche molti di noi della redazione sono fan di questo anime.

{Posizione 4 – Gintama} Uno degli anime più divertenti mai realizzati. Nonostante la lunghezza delle due serie Gintama non stanca mai. Le battute spesso prendono in giro altri manga e anime, oppure personaggi famosi, film e chi più ne ha più ne metta, il cast dei personaggi è ben caratterizzato e i rapporti fra essi sono ben strutturati riuscendo a creare un concentrato di demenzialità esplosiva. La storia parla di Gintoki Sakata, un samurai che lavora come tuttofare insieme a Shimura Shinpachi, giovane apprendista samurai, e Kagura, una ragazza appartenente al clan Yato una razza aliena dalla forza erculea. In questo anime perfino i "filler" spesso risultano geniali, come l'episodio in cui i personaggi immaginano l'ipotetico finale della serie, parodizzando i clichè classici dei manga. Anche la quarta parete non è tabù: si parla quindi spesso di questioni di budget e dello staff  nel dietro le quinte. Non fidatevi delle "anticipazioni alla prossima puntata" potrebbero rivelarsi false!

{Posizione 3 – Tengen Toppa Gurren Lagann} TTGL è terzo, ma non smetterà di lottare con tutta la sua forza di volontà per diventare primo, ne siamo sicuri. Questo mirabile Anime di casa Gainax non ha rivoluzionato il genere, ma di certo ha il potere di rivoluzionare chi lo guarda. Per questo TTGL è in questa classifica e crediamo che ogni Otaku, tutti, debbano guardarlo. Questo Anime ha un potere enorme, è capace di dare speranza a chi apre il suo cuore mentre lo guarda.
Kamina, l'eroe, ci insegna a non mollare mai, ad essere uomini, a stringere i denti, a piegare la realtà avversa a proprio favore. Le regole dicono che non puoi? Sfondale. La realtà dice che è impossibile. Fai l'impossibile. Supera il limite, infrangi ciò che non può essere infranto, vedi l'invisibile, ma soprattutto: Fight the Powa!

{Posizione 2 – Anohana} In soli 11 episodi abbiamo un capolavoro. Una storia che parla di un gruppo di amici e del loro legame con la loro defunta amica, Menma. La ragazza compare un giorno sottoforma di fantasma a Jinta Yadomi, protagonista della storia, che tenterà di riunire il suo vecchio gruppo di amici d'infanzia separato appunto dopo il terribile incidente avvenuto a Menma. Jinta cercherà in tutti i modi di dare la pace nell'aldilà all'amica, ma il ragazzo vuole veramente che scompaia per sempre? Una storia narrata in modo ineccepibile, ogni puntata passerà in un istante e ne vorrete ancora, vi affezionerete ai personaggi e piangerete insieme a loro, molte volte, fino al finale che definire strappalacrime non basta. Sappiate che se non vi commuoverete durante il finale siete delle brutte persone. Per gli Otaku Malinconici.

{Posizione 1 – Full Metal Alchemist + Brotherhood} L'alchimista d'acciaio conquista la prima posizione. Entrambe le serie sono capolavori indiscussi, con personaggi splendidi e commoventi, tematiche serie e atipiche per uno shonen come una guerra di discriminazione, la vita e la filosofia: sì perchè c'è una profonda filosofia di vita dietro FMA che ci fa conoscere meglio il mondo durante il viaggio di crescita dei fratelli Elric. I personaggi sono fantastici e funzionano bene nei propri ruoli, a cominciare dai due protagonisti ben delineati nelle loro varie sfaccettature più tutti i comprimari (ricordiamo il grande colonnello Roy Mustang). Le due serie sono entrambe magnifiche ma il motivo che ci fa preferire, seppur leggermente, il Brotherhood è il fatto che il cast è gestito meglio e sfruttato di più, soprattutto nella parte finale dove tutti i nodi vengono al pettine in una gloriosa ending che invece nella prima serie ha un po' deluso. In definitiva un anime consigliato a tutti e ottimo punto di partenza per qualsiasi neofita che crescerà un po' insieme ai fratelli Elric. Imperdibile.

Silvio Mazzitelli

Di stirpe vichinga, sono conosciuto soprattutto con il soprannome “Shiruz”, tanto che quasi dimentico il mio vero nome. Videogiocatore incallito sin dall’alba dei tempi, adoro il mondo videoludico perché dopo tanto tempo riesce sempre a sorprendermi come la prima volta. Scrivo ormai da diversi anni di questa mia passione per poterla condividere con tutti. Sono uno dei fondatori di Orgoglio Nerd e sono anche appassionato di tutto ciò che riguarda la cultura giapponese e la mitologia (in particolare quella nordica).

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

  1. questa classifica è proprio adatta ad un neofita nel mondo degli anime… e nonostante siano proprio per iniziare non c’è bisogno di dire che devono essere rivisti almeno una volta ciascuno specialmente toradora, FMA, anohana (traduzione fiore bianco xD) e la malinconia di haruhi suzumya

  2. farò l’otaku rompiballe
    10- Code Guess non mi è mai andato giù , ma è una cosa personale; 9-Toradora adorabile, si vede che non è tratto da un manga, una light novel si confà di + alla trasposizione, tenerezza e divertimento, nonchè un poco di immedesimazione; 8- PMMM che ci fai tu qua dovresti essere più su, storia benfatta, non conosco nessun anime che mi abbia reso così dipendente dopo le prime 3 puntate nelle quali mi stavo demoralizzando; 7- non ho avuto il piacer provvederò; 6- che ci fai te qua dovresti essere più giù, bello il character design, non altrettanto la storia, sicurametne nella top, ma ho visto robba miglior qui in basso;5-K-on assolutamente d’accordo su posizione etc…;4-Gintama, quando l’ho visto qua mi sono incuriosito sul podio;3-TTGL SFONDA IL CIELO SPACCA TUTTO !!!! Ci stà decisamente bene sul podio;2- AnoHana, si ho pianto anchio, ma il finale è eccessivo e decisamente esagerato, se si faceva qualcosa di più diemnsionato secondo me era meglio, forse questo 2 posto anche è eccessivo; 1- FMA che dire il Brotherhood è decisamnte ficherrimo, la prima serie cmq mi ha appassionato, e devo dire che avendo tutto il manga(capolavoro) ho difficoltà a storcere il naso devo dire proprio una bella prove.

    DETTO QUESTO::::::::::::::::DOV’E’ BINBOUGAMI GA! :::::::::::::::::::::::::::::::: MA che scherziamo!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Per quei pochi che ho visto (Toradora!, TTGL, prima serie Haruhi, Anohana e FMA Brotherhood), devo dire che ci stanno. Tuttavia molte altre serie meritano di stare in classifica… Una bella Classifica pre 2000 e una post 2005, magari 😀

  4. Top ten apprezzatissima!
    Spero solo nella salita di TTGL – che dovrebbe sfondare i cieli – e poi una classifica 2000, ovvero:
    sappiamo che quella fra manga come Bleach, One Piece, Fairy Tail e Naruto è una lotta alla pari, ma vorremmo sapere il vostro parere.

  5. Non avrei mai detto che avreste messo un anime come FMA in prima posizione XD Ma One Piece non l’avete inserito perchè non è di nuova generazione?

  6. Penso che esattamente come Naruto e Bleach sia stato rovinato dai numerosi Filler rendendolo una commercialata

  7. Ok non te lo volevo dire ma è ora che tu lo sappia…….One piece Fa schifo! AHAHHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHHAAH

  8. Si scherza !!!! XD
    Cmq One piece personalmente nn penso che sia dello stesso calibro dei citati, perché parlando di anime, non mi sembra un gran lavoro (per dire come Death note come anime ho apprezzato giusto le musiche conoscendo il manga), mentre in questi c’è un lavoro dietro innegabile. Conta che pur odiando Code Geass riconosco un grande impegno nel progetto, cosa che nn mi sembra di notare nell’anime di Onepiece che diciamolo ha una natura nettamente più commerciale(Il fumetto di OP lo apprezzo però). Ribadisco che mi meraviglio di grandi assenti come Binbougami Ga! The tatami Galaxy oppure del Bellissimo Mine Fujiko to Iu Onna.

  9. Ho somministrato la presente top ten ad amici molto, molto (molto) otaku, e mi son visto rispondere che è una lista “per fighetti mainstream” o.O
    (io non mi esprimo, conosco bene solo le prime 2 posizioni e del resto non ho mai visto nemmeno un episodio)

  10. Salve a tutti!
    Mattia: grazie per il tuo commento ho apprezzato il tuo commento costruttivo sulla classifica! Binbougami Ga confesso di non aver ancora guardato l’anime dato che è molto recente, ma ho letto i primi due numeri del manga e si mi sta piacendo, però è molto simile a Gintama come stile di comicità e secondo me quest’ultimo gli è superiore per personaggi e gag, (se non lo hai visto ti consiglio di guardarlo non te ne pentirai!) poi appunto binbougami è ancora giovane vedremo come si evolverà in futuro. L’anime su Fujiko come hai detto anche tu è molto bello, soltanto che a un nerd di nuova generazione consiglierei prima di vedersi le serie precedenti, almeno la prima con la giacca verde, prima di vedersi quello su Fujiko, così da poterselo godere al meglio. Per le future top ten vedremo! Di idee ne abbiamo e non è detto che in futuro ne faremo una con le classifiche dei lettori!

    Nicolò: One Piece non c’è sia perchè è iniziato nel 1999 sia per gli stessi motivi di naruto e bleach, troppi filler molto meglio il manga che è meraviglioso.

    Alessio: Highschool of the dead ha una storia carina ma troppo fanservice aggratis per i miei gusti

    Crash: Bhe il commento dei tuoi due amici non mi sembra molto costruttivo… L’idea non è certo quella di una classifica definitiva ma più un nostro parere e consiglio a chi vuole iniziare a guardare anime, poi è ovvio che i gusti son gusti e ognuno avrà una classifica diversa ed il bello è anche confrontarsi fra noi nerd anche per stimolare a guardare una serie che magari l’amico non ha visto. bollare queste dieci serie come brutte (perchè dal commento mi pare che questo dicono) senza una spiegazione mi fa dubitare su quanto davvero siano otaku questi tuoi amici…

  11. Silvio d’accordo sul fatto che sia del ’99, e non vorrei ripetermi ma… Seguo One Piece da quando è cominciato, e ti posso dire con ASSOLUTA PRECISIONE (dal momento che posseggo l’intera collezione di episodi) che in 566 puntate ci sono state 44 puntate filler. Come possono 44/566 rovinare un anime, questo non lo so XD Tra l’altro leggo anche il manga, ma preferisco l’anime per la colonna sonora mozzafiato e i disegni durante i combattimenti.

  12. Silvio: gli amici di cui parlo sono ben più di due, in pratica ho riportato l’opinione di tutto un forum (seppur piccolo) che ha guardato la classifica con una “smorfia”, diciamo. La colpa di essere stato troppo riassuntivo è senza dubbio mia, e di questo chiedo scusa, e aggiungo inoltre che nessuno a definito queste serie “brutte”; tuttavia, è stato molto rimarcato il punto che c’è molto di meglio in circolazione: in pratica, sono tutte serie troppo sopravvalutate.
    Mi fido della loro opinione in quanto le discussioni in ambito anime tra loro macinano decine di post al giorno, tanta è la quantità di materiale che visionano quotidianamente. Poi, ribadisco, io nell’ambito sono totalmente ignorante ^^”

  13. Nicolò – Guarda One Piece è sicuramente uno dei miei manga preferiti in assoluto quindi figurati se non lo consiglierei io di persona e anche io lo seguo fin da quando è iniziato. Secondo me va a preferenze personali, io in genere preferisco il manga perchè lo ritengo fatto meglio dell’anime, sia per l’assenza dei filler per quanto pochi sia perchè secondo me il manga da più emozioni, ma ripeto questo è un mio parere. Ovviamente l’anime non è affatto brutto, anzi e se dovessi consigliare a un neofita uno shonen senza dubbio la prima scelta sarebbe One Piece, anche se magari consiglierei prima il manga che l’anime, se poi si possono vedere tutti e due tanto meglio 🙂

    Crash: Come ti spiegavo nel commento prima fare una classifica oggettiva è impossibile perchè ognuno ha i suoi gusti personali, anche il fatto che secondo loro siano sopravvalutate è un loro parere ma scommetto che se avessero fatto una classifica con le loro 10 serie assolutamente da vedere per un nerd di nuova generazione si sarebbero trovati sicuramente con qualcuno che gli avrebbe detto le stesse cose che stanno dicendo ora. 😀 Fare una classifica simile è molto dura e non c’è dubbio che esistano molte altre serie belle, io stesso a malincuore ho dovuto sacrificare molte serie stupende, ma i posti son solo 10 purtroppo. In questa classifica ho cercato di riassumere le serie che secondo me e secondo la linea di pensiero della redazione vanno viste assolutamente per una persona nuova al mondo degli anime, non vuole essere assolutamente una classifica imposta ma più un nostro affettuoso consiglio, poi liberi di concordare o dissentire, ma come detto all’inizio dell’articolo la cosa che ci piace è proprio discutere con voi (in modo costruttivo ovviamente) quali siano invece le vostre scelte e perchè. 🙂

  14. Code geass come anime non è male, ma come manga fa orrore.
    Farete la classifica anche dei manga ?

  15. “Gintama, quando l’ho visto qua mi sono incuriosito sul podio” Mi autocito, si l ho visto e mi è piaciuto molto ma devo dire che apprezzo di più il profondo nonsense di binbougami ga! senza disdegnare affatto Gintama. Lo paragono quasi……ma un quasi cmq lontano a Exel Saga (che risate.eh sto invecchiando)

  16. Bé dopo di questa mi aspetto anche la classifica dei 10 manga imperdibili della nuova generazione (e visto che non siete solo otaku anche quella degli albi a fumetti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button