Giochi

Top 5: Giochi da tavolo American

Giochi da tavolo American fanno da contraltare ai giochi German. Questo genere di giochi da tavolo ha caratteristiche tali da accontentare molti giocatori!

Ieri abbiamo visto insieme cosa si intende quando si parla di giochi “German“, dunque oggi parleremo del loro contraltare: i giochi “American“. Gli elementi principali di questo genere sono sostanzialmente tre: 

  • Dadi. Tanti dadi. Tazze di dadi. Secchi di dadi. Camion di dadi. Le vostre mani traborderanno di dadi e il tavolo vibrerà ad ogni lancio.
  • Ambientazione. Precisi riferimenti e richiami all’ambientazione all’interno della quale è immerso il gioco, con nomi di luoghi e personaggi che sono immediatamente riconoscibili.
  • Componentistica. Miniature a go go. Dimenticate i meeple di Carcassonne o i cubetti delle risorse di Puerto Rico. Le miniature sottolineano l’impatto dell’ambientazione e spesso sono numericamente il grosso del gioco.

Bonus track: Durata. Non sempre, ma spesso, i giochi American hanno una durata importante, intorno alle due ore a partita, cui vanno aggiunti setting e spiegazione. Visti questi elementi lanciamoci in una carrellata di alcuni giochi che possiamo far rientrare in questo gruppo!

Star Wars: Rebellion 

Miniature invidiabili, dadi e un’ambientazione famosa come quella di Guerre Stellari si uniscono in questo titolo per 2 o 4 giocatori. Un dei giochi da tavolo American ideato da Corey Konieczka e pubblicato dalla Fantasy Flight Games, nel quale si ripropone l’epico conflitto tra l’Impero ed i Ribelli. Quale fazione vincerà?

Axis & Allies – pietra miliare dei giochi da tavolo American

Uno dei titoli storici del mondo dei boardgame, edito per la prima volta nel 1981. In questo gioco da tavolo American si scontreranno fino a cinque giocatori divisi in due fazioni. Ambientato nella seconda guerra mondiale, i giocatori interpreteranno Asse e Alleati. Le fazioni disponibili sono la Germania ed il Giappone per L’Asse, gli Stati Uniti, il Regno Unito e l’URSS per gli Alleati.

Blood Rage – gioco da tavolo American nato da Kickstarter

Molti giochi usciti trionfanti dalle campagne Kickstarter calcano la mano sulla componentistica, infarcendo i propri prodotti di miniature. Uno degli esempi è senz’altro Blood Rage, nel quale i giocatori si sfidano tra loro cercando di far sopravvivere la propria tribù vichinga durante il Ragnarock. Ideato da Eric M. Lang e pubblicato originariamente dalla Cool Mini Or Not, attualmente in vendita nella versione italiana da Asmodee.

Eldritch Horror

Ambientazione immersiva, dove gli amanti del mondo di Lovercraft riconosceranno un sacco di richiami e riferimenti senza per questo rovinare il gioco ai neofiti. Parliamo di Eldritch Horror, gioco di Corey Konieczka, e di  Nikki Valens da 1 a 8 giocatori L’angoscia dell’imminente risveglio degli Antichi si percepisce ad ogni mossa. Mentre i giocatori si muoveranno in tutto il mondo per chiudere i portali emersi, ad ogni turno rischia di risvegliarsi un Antico. Se non riusciranno ad impedire il risveglio o se non riusciranno a battere l’oscuro esssere, i giocatori avranno perso.

Caos nel Vecchio Mondo

Un gioco da 3-4 giocatori, ideato da Eric M. Lang e pubblicato dalla Fantasy Flight Games. I giocatori si trasformeranno ciascuno in una divinità del mondo di Warhammer Fantasy. Qual’è l’obiettivo? Guidare le proprie legioni attraverso il Vecchio Mondo per corromperlo e schiavizzarlo!

Alessio Riccardi

Amante di giochi da tavolo, giocatore di Magic della prima ora, divoratore compulsivo di mostre. Se c'è un gioco da tavolo nelle sue vicinanze, probabilmente vi inviterà a fare una partita insieme!

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

  1. Bhè, nonostante sia un commercialata disgustosa basata sullo scambiarsi le bare CoD non è affatto male in quanto a grafica, comparto sonoro e programmazione, essendo un gioco dalla grafica leggera che non presenta bug di sorta con una colonna sonora tutto sommato niente male. Poi boh io lo odio con tutte le mie forze, ma questo è un altro discorso.Bhè, nonostante è un commercialata disgustosa basata sullo scambiarsi le bare CoD non è affatto male in quanto a grafica, comparto sonoro e programmazione, essendo un gioco dalla grafica leggera che non presenta bug di sorta con una colonna sonora tutto sommato niente male. Poi boh io lo odio con tutte le mie forze, ma questo è un altro discorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button