Cinema e Serie TVFeatured

Tilda Swinton fa coming out come queer

Durante un'intervista l'attrice ha chiarito una volta per tutte il suo pensiero a riguardo

L’attrice premio Oscar Tilda Swinton era alla ricerca del suo “circo queer”. In una nuova intervista con British Vogue, Swinton, 60 anni, ha affermato che la sua definizione di queer non era limitata al genere o alla sessualità, ma per lei “ha a che fare con la sensibilità”. “Ho sempre sentito di essere queer – stavo solo cercando il mio circo queer, e l’ho trovato”, ha detto alla rivista, aggiungendo: “E dopo averlo trovato, è il mio mondo”. Citando i registi con cui ha lavorato, Swinton ha continuato: “Ora ho una famiglia con Wes Anderson, ho una famiglia con Bong Joon-ho, ho una famiglia con Jim Jarmusch, ho una famiglia con Luca Guadagnino, con Lynne Ramsay, con Joanna Hogg”.

L’attrice è madre di due gemelli

L’attrice ha ottenuto il plauso per il ruolo da protagonista nel 1992 in “Orlando”, basato su un romanzo di Virginia Woolf, che le ha permesso di esplorare l’androginia e la presentazione di genere. Ha anche lavorato con il regista e attivista per i diritti dei gay Derek Jarman nel film del 1986 “Caravaggio”, che raffigurava scene d’amore gay. Swinton condivide due gemelli di 23 anni con l’ex John Byrne ed è legata all’artista tedesco Sandro Kopp dal 2004.

Durante l’intervista Tilda Swinton ha anche ammesso di non aver mai avuto “alcuna ambizione come artista”. “Può sembrare folle e trasgressivo, ma è un dato di fatto”, ha detto. “Se me lo avessi chiesto quando avevo 10 o 20 anni, avrei detto che le mie uniche ambizioni erano vivere in una famiglia, avere amici che mi facessero ridere e ridere delle mie battute e vivere nelle Highlands scozzesi, in riva al mare con molti cani e un orto”. Per poi concludere: “Tutto il resto è un bonus. Tutto il resto è solo glassa e candele e fiori accanto”.

Orlando
  • Zane/Bluteau (Actor)
  • Audience Rating: Non valutato

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button