Cultura e SocietàGiapponeNews

The Promised Neverland, la seconda stagione rimandata

Rimandata la seconda stagione di The Promised Neverland a causa del Covid-19

La seconda stagione di The Promised Neverland rimandata a causa del Coronavirus. La notizia è stata annunciata sull’account Twitter del manga realizzato da Kaiu Shirai e Posuka Demizu. L’epidemia di Covid-19 ha costretto la produzione della seconda stagione dell’anime a rallentare. Inizialmente l’uscita era prevista per ottobre.

The Promised Neverland, seconda stagione

La notizia riguardo il rallentamento dei lavori è arrivata giovedì, e non è l’unica: la rerun della prima stagione, prevista in Giappone per luglio 2020, è stata posticipata ad ottobre. Allo stesso modo, la seconda stagione di The Promised Neverland è spostata a gennaio 2021. Tutto a causa degli effetti che il Covid-19 ha avuto sulla produzione.

La prima stagione dell’anime è stata trasmessa a gennaio 2019, ma è presente su numerosi siti di streaming anime, come Crunchyroll, Hulu e Funimation. Il manga ha debuttato su Weekly Shonen Jump ad agosto 2016 e l’arco finale della storia è iniziato a settembre 2018. Kaiu Shirai, scrittore della serie, ha dichiarato ad agosto 2018 che, in accordo con l’editor, non desiderava estendere “troppo” la storia del manga, concludendolo fra i 20 e i 30 volumi. Un adattamento in live action del manga dovrebbe venire messo in scena in Giappone a dicembre 2020. Sempre che il Covid non rallenti anche questa produzione. Il manga è disegnato da Posuka Demizu.

The Promised Neverland narra le disavventure di Emma, Norma e Ray, tre orfani di 11 anni che vivono in un orfanotrofio in stile vittoriano. Scopriranno che la loro casa non è ciò che sembra e che tutti e tre corrono un mortale pericolo. Decidono perciò di scappare, ma gradualmente scopriranno la cruda e terribile realtà del mondo che li circonda. Qui potete leggere la nostra recensione.

La seconda stagione dell’anime di The Promised Neverland è stata rimandata a causa Coronavirus. L’uscita è prevista per gennaio 2021 in Giappone, sempre che non avvengano altri rallentamenti.

Francesco Briola

Videogiocatore di vecchia data, estimatore di serie d'animazione e film, divoratore di documentari. Parafrasando Sin City, "ha avuto la sfortuna di nascere nel secolo sbagliato": per lui le automobili sono carrozze senza cavalli e sostiene che una spada sia mille volte più affascinante di una qualunque arma da fuoco. Schivo e riservato, è ancora a disagio nel rileggere queste tre righe.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button