Cinema e Serie TVFeaturedSerie TV

Tutti i nuovi personaggi di The Falcon and The Winter Soldier, spiegati

US Agent, Battlestar, Spezzabandiere, Isaiah Bradley e suo nipote Eli: tanti nuovi volti nel MCU

Nella seconda puntata di The Falcon and The Winter Soldier, Disney+ ha scavato nel repertorio Marvel per mettere sullo schermo una serie di nuovi personaggi davvero interessanti. Una carrellata di eroi e villain della lore di Captain America. Tanto che se prima dell’inizio della serie TV la sfida per lo scudo di Cap era solo tra Bucky e Sam, ora le possibilità si sono molto allargate. Andiamo quindi a conoscere: U.S. Agent, Battlestar, Spezzabandiera, Isaiah Bradley e suo nipote Elijah.

SPOILER ALERT: in questo articolo trovate spoiler dal secondo episodio di The Falcon and the Winter Soldier. Inoltre, poiché parleremo della storia fumettistica dei personaggi, non è da escludere che ci siano piccole anticipazioni sul futuro di ciascuno di loro nel MCU. Il consiglio, se siete sensibili agli spoiler, è quello di procedere con grande cautela nella lettura.

Tutti i nuovi personaggi di The Falcon and The Winter Soldier

Dopo una prima puntata molto introspettiva, sembra che in questo episodio numero due Marvel Studios abbia deciso di premere il piede sull’acceleratore. Non solo perché ha introdotto la versione filmica di un classico villain ma anche perché ci sono dei interessanti personaggi che potrebbero giocare un ruolo importante nel futuro del MCU. E hanno un passato intrecciato con quello di Cap, avendone anche portato lo scudo.

John F. Walker

Falcon-and-the-Winter-Soldie-John-Walker us agent
(Grafica Comic Universe, immagini Marvel)
  • Alias conosciuti: U.S. Agent, Capitan America e Super-Patriota
  • Prima apparizione: Captain America #323 (novembre 1986) come Super-Patriota e #354 come U.S. Agent
  • Creato da: Mark Gruenwald con disegni di Kieron Dwyer

Nato a Custer’s Grove, Georgia, il John F. Walker cresce nell’ombra del fratello morto da eroe nella Guerra del Vietnam. John vuole essere un eroe, ma non c’è una guerra da combattere. Per cui decide di provare un’altra strada: entra in contatto con Power Broker, una società che dona superpoteri con un potenziamento artificiale.

Per conto di Power Broker e del suo avido manager chiamato Ethan Trump, indossa il costume di Super Patriota e sfida apertamente Steve Rogers: vuole essere lui il nuovo Capitan America. Un desiderio che la Commissione per le attività superumane realizza: in quel periodo Cap era diventato un agente libero per non sottostare alle regole del governo con cui non era d’accordo.

In questo periodo inizia a muoversi ufficialmente come Capitan America insieme all’amico Lemar Hoskins, che prima assume il nome di Bucky e poi quello di Battlestar. Ma rispetto a Cap, dopo un trauma familiare, John è molto più violento e disposto a uccidere senza pensarci troppo.

Quando viene a scoprire di essere stato plagiato dal Teschio Rosso, restituisce lo scudo e il titolo a Steve Rogers e diventa U.S. Agent. Una figura ambigua, in bilico tra eroe e villain, che farà parte dei Vendicatori della Costa Ovest (ma anche dei Vendicatori Oscuri) e collaborerà anche con Force Works e New Invaders.

I nuovi personaggi di The Falcon and The Winter Soldier: Battlestar

Hoskins-Battlestar-Falcon-and-the-winter-soldier--min
(Grafica di Screenrant, immagini Marvel)
  • Alias conosciuti: Lemar Hoskins, Bucky V
  • Prima apparizione: Captain America #323 (novembre 1986)
  • Creato da: Mark Gruenwald con disegni di Kieron Dwyer

Nei fumetti come in The Falcon and The Winter Soldier, l’introduzione di Lemar Hoskins avviene in maniera semplice con un “è l’amico di John Walker“. Hoskins ha conosciuto Walker nell’esercito e lo segue quando decide di sottoporsi ai trattamenti di Power Broker per diventare un superumano. Per ordine di Ethan Trump, il cattivo agente di Super-Patriota, insieme ad altri wrestler si finge uno dei B.u.c.k.i.e.s. (Blood Urban Commando): attacca Super-Patriota fingendosi un sostenitore di Steve Rogers.

Quando John diventa Capitan America, Lemar diventa Bucky V. Presto il nome viene (per fortuna) cambiato in Battlestar. Ma quando John diventa violento (dopo aver perso i genitori per colpa di alcuni criminali) Lemar è terrorizzato da quello che è successo all’amico. Tuttavia, quando John viene imprigionato da Spezzabandiera, chiede l’aiuto a Steve Rogers per salvarlo.

Questa richiesta d’aiuto finisce per allontanare Lemar da John. Dopo il ritorno dello scudo al Cap originale, Battlestar diventa uno dei mercenari Silver Sable.

Spezzabandiera

Falcon-and-Winter-Soldier-Flag-Smasher
(Grafica Screenrant, immagini Marvel)
  • Alias conosciuti:  Karl Morgenthau, Guy Thierroult, Carl
  • Prima apparizione: Captain America #312 (dicembre 1985)
  • Creato da: Mark Gruenwald con disegni di Paul Neary

Ci sono state diverse iterazioni di Spezzabandiera negli anni, anche se dal nome che gli agenti del governo hanno trovato sembra che il riferimento più preciso sia Karl(i) Morgenthau. Nei fumetti questo ruolo spetta al figlio di un ricco diplomatico, che viene ucciso durante una protesta davanti all’ambasciata. Eredita l’enorme fortuna del padre, passa i primi anni della sua vita ad allenarsi nella lotta corpo a corpo e nell’uso della armi.

Divenuto adulto, decide di mettere in pratica la sua missione: liberare il mondo dagli Stati. E lo fa a bordo di una moto-razzo. Ma viene sconfitto da Capitan America. Evaso, forma l’organizzazione terroristica ULTIMATUM. Cap deve affrontarlo ancora ed è costretto persino a uccidere uno dei terroristi per salvare i civili.

Negli anni, Spezzabandiera si scontra due volte anche con John Walker: nei panni del nuovo Captain America, mentre la seconda volta è U.S. Agent e viene aiutato da Falcon (per non farci mancare nessuno dei personaggi di The Falcon and The Winter Soldier).

Isaiah Bradley

isaiah bradley black captain america
(Grafica Sportskeeda, immagini Marvel)
  • Alias conosciuti: Capitan America Nero
  • Prima apparizione: Truth: Red, White and Black #1 (gennaio 2003)
  • Creato da: Robert Morales con disegni di Kyle Baker

Isaiah Bradley era sposato con la moglie Faith e stava per avere una bambina quando partì per combattere nella Seconda Guerra Mondiale. Il suo plotone, composto da soli soldati afroamericani, venne usato come cavia per il siero del supersoldato di Josef Reinstein. Solo Isaiah e altri cinque sopravvissero alla cura: sono fra i primi supersoldati Marvel.

Ma una missione suicida dopo l’altra, solo Isaiah sopravvive. Il generale Walker Price, decisamente razzista (nei fumetti non è per nulla sottile la sua avversione nei confronti dei soldati di colore) manda Isaiah a distruggere i laboratori dove i nazisti stavano lavorando al loro siero del supersoldato. Nonostante la missione sia quasi impossibile, Isaiah indossa il costume di Capitan America e la porta a termine. Ma viene catturato mentre cerca anche di salvare alcune prigioniere ebree.

Hitler prova a corromperlo ma senza successo: viene spedito da Joseph Mengele, che sperimenta su di lui per estrarre il segreto del siero del supersoldato. Quando viene salvato e riportato in America, non se la passa meglio. Segretamente processato per il furto del costume di Capitan America, viene condannato all’ergastolo. Dopo 17 anni anni di battaglie legali, sua moglie riesce a ottenere la grazia dal presidente Eisenhower nel giorno dell’insediamento di Kennedy.

I nuovi personaggi di The Falcon and The Winter Soldier: Patriot

patriot eli bradley faws-min
(Grafica Blogdesuperheroes, immagini Marvel)
  • Alias conosciuti: Elijah “Eli” Bradley
  • Prima apparizione: Young Avengers #1 (aprile 2005)
  • Creato da: Allan Heinberg con disegni di Jim Cheung

Elijah è cresciuto domandandosi se suo nonno fosse stato davvero il “Capitan America Nero” (in The Falcon and The Winter Soldier, un ragazzino chiama “Black Falcon” Sam prima di incontrare i nuovi personaggi, forse proprio per richiamare a questo nome). Cresce provando astio nei confronti di Steve Rogers, che reputa responsabile del fatto che il nonno sia finito nel dimenticatoio, sebbene lo stesso Cap non fosse a conoscenza di Isaiah nei fumetti.

Quando è ancora giovanissimo, viene reclutato da Iron Lad nei Giovani Vendicatori e diventa Patriot. Ma in realtà Iron Lad cercava suo zio Joshua, deceduto anni prima e che aveva ereditato i poteri del siero del supersoldato. Eli non ha nessun potere, quindi decide di utilizzare una droga che da temporaneamente poteri sovraumani. Quando viene scoperto, rinuncia al suo ruolo di supereroe.

È costretto a tornare per salvare Hulkling quando viene rapito dai Kree. Colpito da un raggio destinato a Cap, finisce in ospedale e viene salvato solo grazie alla trasfusione da parte del nonno. Ma è proprio il sangue di Isaiah a donargli i superpoteri. Torna a essere membro dei Giovani Vendicatori (dove nei fumetti conosce anche Wiccan e Speed, i figli di Wanda che abbiamo visto in WandaVision).

In The Falcon and the Winter Soldier la sua apparizione è poco più di un cameo. Con una storia del genere alle spalle però, chissà che il MCU non abbia un futuro molto ampio in cantiere per lui…

I nuovi personaggi di The Falcon and The Winter Soldier: quanti Cap ci sono?

Tirando le somme, nella seconda puntata di The Falcon and The Winter Soldier abbiamo conosciuto almeno altri tre personaggi che nei fumetti hanno lanciato lo scudo o vestito i panni di Capitan America: John Walker, Isaiah e Elijah. Inoltre abbiamo conosciuto un vice-Bucky e uno dei cattivi storici di Cap.

Insomma, se avevamo dei dubbi che questa serie fosse un film di Capitan America diviso in sei episodi, ce li siamo tolti. Marvel sta sfoderando tutto il proprio arsenale per capire chi possa rappresentare il futuro a stelle e strisce del MCU. E noi non vediamo l’ora che succeda. Soprattutto, speriamo che l’esplorazione della storia dei due Bradley non si fermi a qualche citazione e battuta intelligente: il potenziale è tantissimo. Voi cosa ne dite? Quale di queste storie vorreste vedere in streaming su Disney+? Ditecelo nei commenti e su Facebook.

Offerta
Young Avengers Stile Sostanza
  • Kieron Gillen, Jamie McKelvie (Author)

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button