Cinema e Serie TV

The Boys: nella seconda stagione ci sarà un muso noto

I fan della serie a fumetti di The Boys hanno sicuramente notato una grande omissione nella prima stagione della serie TV, parliamo del compagno di Billy Butcher, Terror. Sebbene il cane appaia molto brevemente in un flashback e la sua presenza sia accennata nella serie, Terror non ha poi avuto molto spazio sul grande schermo. Con la prossima serie di episodi nella nuova stagione di quest’anno il cane avrà lo spazio che merita. Parlando a un panel al C2E2 Butcher, la star Karl Urban ha scherzato sul coinvolgimento di Terror nella seconda stagione. Questa la risposta ad un fan: “Amerai la seconda stagione”. Per poi aggiungere: “Se ami Terror, adorerai la seconda stagione. Terror farà sicuramente la sua apparizione”.

Un episodio intero dedicato a Terror

Lo showrunner della serie Eric Kripke ha precedentemente confermato che Terror non è apparso a causa della difficoltà di lavorare con gli animali, rivelando che era “troppo intimidito”. Kripke ha continuato confermando che a Terror sarà dedicato un intero episodio al fianco di Karl Urban. Queste le parole rilasciate a EW: “Abbiamo sentito che gli autori hanno bisogno di lui. Uscirà dal pensionamento per un’altra missione con Butcher, e quindi possiamo almeno mettere Butcher accanto a Terror per un grande episodio”.

Questo episodio dedicato a Terror offrirà ancora più risposte sul passato di The Boys, dal momento che è stato preso in giro nella prima stagione dove è arrivato ed è subito andato via dalla vita di Billy Butcher. La seconda stagione di The Boys riprenderà dopo il grande cliffhanger dal finale della prima stagione che ha fatto un’importante rivelazione sulla moglie di Butcher. The Boys tornerà su Amazon Prime per la seconda stagione entro la fine dell’anno.

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button