Cultura e Società

Studi Scientifici Dimostrano Che i Paracaduti Non Servono

Assolutamente vero. Non ci credete? Uno studio recente ha dimostrato che, su un campione di 23 persone, non vi é una differenza significativa di mortalitá tra chi ha fatto il lancio col paracadute e chi senza. Il trucco sta nei parametri sperimentali. Il British Medical Journal ha pubblicato questo studio pochi giorni fa nel fascicolo natalizio per dimostrare che nell’era dell’informazione é il potere di analisi di essa che puó distinguere tra chi é informato e chi no. Il BMJ ci trasporta su questa montagna russa di stupore, rifiuto, rinnego fino ad articolo ben inoltrato prima di specificare che l’aereo non era in volo e il salto di poco pú di un metro. Un clickbait fatto bene.

Per capire uno studio scientifico bisogna saper analizzare sia i dati che i parametri.

L’esplosione sociale di terrapiattisti, no-Vax, complottisti si basa su questo fenomeno: l’avere a portata di tastiera tutta l’informazione del mondo senza gli strumenti per comprenderla e analizzarla. Lo studio della scienza, non é solamente un percorso durante il quale si apprendono le conclusioni da studi precedentemente fatti, é la comprensione del metodo scientifico, il potere di analisi: quella cosa che fa sí che una serie di numeri sia trasformata in un grafico, che i parametri siano corretti per escludere variabili, che la complessitá abbia senso.

Su Twitter, il British Medical Journal ha rincarato la dose, scrivendo:

“L’utilizzo del paracadute, paragonato con il campione di controllo con solo la cartella, non ha ridotto né la mortalitá né le ferite da trauma. Gli autori dicono che questo sia dovuto principalmente a causa dell’aver arruolato solo persone disposte a saltare da un aereo stazionario.”

Il BMJ ha voluto ironizzare anche su un aspetto sperimentale che interessa in particolar modo l’ambito medico: ovvero il testare soggetti che effettivamente necessitino una determinata cura farmacologica, altrimenti il contesto sarebbe identico al dare paracaduti a chi é fermo a terra.

Possiamo solo sperate che questo piccolo scherzo scientifico possa far riflettere piú persone su quanto siano capaci le masse di comprendere appieno il nostro costante sviluppo scientifico.

Caroline Ribi Zappi

È qua perchè ha sbagliato coordinate dimensionali. Nella vita reale è una persona seria, qui dà libero sfogo al suo nerdismo represso. Sogna invano di diventare il prossimo Piero Angela.

Ti potrebbero interessare anche:

Un commento

  1. il paracadute’ (sing.), ‘i paracadute’ (plur.), “dispositivo per frenare la caduta di un corpo nell’aria, costituito da una o più calotte semisferiche di tessuto leggero, rettangolari o triangolari, collegate da una serie di funi a un carico o a una persona” (Sabatini-Coletti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button